Speed painting

17 04 2007

Un nuovo fenomeno si è ormai da qualche tempo diffuso per la rete e, oltre alla tradizionale dose di originalità tipica delle web-manie, reca con sè un’eccezionale portata di creatività artistica e sapere professionale. Si tratta dello speed painting, letteralmente “pittura veloce”, che consiste nel filmare la realizzazione di un progetto grafico senza alcuno stacco (quella che in gergo cinematografico si chiama take long: un’unica inquadratura prolungata dall’inizio alla fine), velocizzare il ripreso grazie all’aiuto dell’informatica (in modo da farlo durare pochi minuti) e infine pubblicare in rete il video così ottenuto.

Si tratta di un’esibizione dell’abilità personale dell’artista che ha inevitabilmente suscitato un progressivo fenomeno emulativo: su youtube non pochi sono gli esempi di quella che ormai pare essere divenuta una vera e propria competizione tendente a suscitare l’ammirazione del pubblico.

Esistono due tipi di varianti dello speed painting, legate alla tecnica di lavoro: una è quella tradizionale del disegno a mano libera, in cui vediamo impegnati arti e matita su supporto cartaceo; l’altra, ancor più spettacolare, è quella che si serve dei moderni (ma non troppo) programmi di grafica messi a disposizione dall’informatica: in questo caso, l’unico elemento che “tradisce” la presenza dell’autore è la freccetta del mouse, che vediamo compiere le operazioni sul monitor.

Non bisogna pensare a programmi troppo sofisticati: quelli utilizzati da questi artisti sono in dotazione su qualsiasi computer (ovviamente con l’apporto di una tavoletta grafica). Il più utilizzato è sicuramente Photoshop, ma basta guardare questo filmato per capire cosa si può fare con il semplicissimo Paint:

Uno schermo vuoto si popola di poche linee perchè sia sufficiente che da esse prenda forma un volto estremamente definito e preciso. Qui di seguito ecco altri esempi:

Scarlett Johansson

(sempre in tema Lost) Kate…

… e Sawyer

Thom Yorke

Ecco invece uno speed painting fatto a mano libera:

Bart Simpson

La domanda che sorge spontanea è: come si fa a realizzare questo tipo di creazioni? Innanzitutto bisogna precisare che la maggior parte degli autori di tali opere sono esperti di grafica o comunque personae che, per ragioni professionali o di semplice interesse, hanno acquisito una grande familiarità con i programmi utilizzati.

Qui si possono trovare alcuni video che hanno la pretesa di fungere da guide per spiegare alcuni passi del processo creativo.

Annunci

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: