Lost 2×22 – Tre minuti

27 04 2007

 

Titolo originale: Three minutes

Data originale di tramissione: 17 Maggio 2006

Scritto da: Edward Kitsis, Adam Horowitz

Diretto da: Stephen Williams

Centric: Michael

Giorni dal disastro aereo: 51-64

Promo: http://www.youtube.com/watch?v=_2pYY85ylaA

Riassunto: Lost-italia

Fatti salienti:

– Michael incita coloro che sono nel bunker ad un attacco immediato contro gli Altri: per quanto decisi allo scontro, Jack e gli altri naufraghi preferiscono prendere tempo, soprattutto per seppellire le due defunte;

– Michael tenta di convincere personalmente Jack che l’attacco deve essere condotto come dice lui, e vuole come compagni soltanto il dottore, Kate, Sawyer e Hurley: dopo le prime rimostranze iniziali, Jack acconsente;

– Sawyer ingaggia anche Sayid per la spedizione armata, ma Michael si oppone e convince l’Iraqeno a restare al campo;

– Eko, tornato al bunker, decide di insediarvisi e di premere il pulsante al posto di Locke; quest’ultimo, ormai totalmente disilluso nei confronti dell’isola, si libera definitivamente delle stampelle e della stecca che gli proteggeva la gamba;

– Mentre si recano al funerale di Libby e Ana Lucia, Sayid rivela a Jack di nutrire dei sospetti circa la buonafede di Michael, e prospetta al dottore un piano di riserva;

– Hurley viene convinto dalle parole di Michael e dalle emozioni del funerale ad unirsi alla spedizione contro gli Altri;

– Grazie ai flashback, si scopre che Michael è stato catturato dagli Altri, portato nel loro villaggio e imprigionato; ha potuto vedere Walt, ma gli è stato detto che per riaverlo avrebbe dovuto liberare Henry Gale e consegnare agli Altri 4 suoi compagni: Jack, Sawyer, Kate e Hurley (gli stessi che egli ha arruolato per la sua missione);

– Durante il funerale, i naufraghi scorgono qualcosa arrivare dal mare: è una barca a vela.

.

Spunti di riflessione:

– Si chiarisce cosa sia successo a Michael nei 13 giorni della sua assenza: egli è stato catturato dagli Altri, che lo hanno condotto al loro villaggio per poi ricattarlo;

– Il racconto fatto da Michael ai suoi compagni dopo che era stato ritrovato nella giungla era dunque in parte veritiero: Michael è stato realmente al villaggio degli Altri e molte cose che ha descritto sono aderenti a ciò che ha osservato: le capanne poverissime, le condizioni di vita non agevoli, gli abiti logori, l’aspetto selvaggio degli abitanti:

Tuttavia nella stazione medica (il Caduceo) Kate ha trovato barbe e indumenti finti, che fanno presumere che gli Altri si travestano da selvaggi (del resto nel flashback di Claire abbiamo visto Cap. Fintus in borghese); probabilmente essi si sono acconciati alla stessa maniera anche in questo caso (anche se non si sa ancora il perchè):

– Anche il villaggio primitivo fatto di tende e capanne potrebbe essere una copertura: gli Altri potrebbero aver sfruttato un insediamento indigeno trovato sull’isola oppure averlo costruito ad hoc; nel filmato “Orientamento” della stazione Perla, il dott. Wickmund accennava al fatto che il Palaferry avrebbe dovuto riportare gli incaricati Dharma “alle baracche”: che c’entri qualcosa? (si noti che il villaggio è raggiungibile dal mare)

– A tutto ciò vanno aggiunte le parole che Walt rivolge a suo padre: “Non sono chi dicono di essere! Loro fingono! ;

– Il resoconto di Michael era veritiero anche per quanto concerne l’esistenza di un bunker nel villaggio degli Altri: si può infatti vedere il portellone d’ingresso marchiato Dharma, incastonato nella montagna, presidiato da due sentinelle armate:

– Sul portellone d’ingresso è presente un nuovo simbolo Dharma, finora sconosciuto: sembra una sorta di porta, ma c’è chi ci ha visto una “sintesi grafica” di un 1, un 8 e uno 0 (cioè le cifre che compongono il numero 108):

– Cosa contiene questo bunker? tra le varie ipotesi, anche quella secondo cui vi sarebbero state portate le attrezzature mediche precedentemente usate al Caduceo (ora vuoto), allo scopo di condurre test medici su Walt;

– La presenza di un bunker Dharma in prossimità del villaggio degli Altri non permette di chiarire l’antico dubbio: gli Altri sono della Dharma o si limitano semplicemente ad utilizzarne le infrastrutture?

– Michael viene portato al cospetto di una donna, che dice di chiamarsi signora Klugh (ma gli Altri la chiamano anche Bea): ella sembra occupare una posizione più alta all’interno della gerarchia degli Altri sia rispetto ai vari Goodwin ed Ethan, sia rispetto a Cap. Fintus. Che il famigerato “Lui” sia dunque una “Lei”?

– Come si diceva prima, quando è a colloquio col padre Walt rivela di essere stato sottoposto a dei test, non meglio precisati. Dalle domande che lo signora Klugh rivolge a Michael appena giunto al villaggio (“A che età ha cominciato a parlare?”, “Ha avuto malattie da piccolo? Sofriva di emicranie, svenimenti?”, “E’ mai successo che Walt apparisse in un posto dove non aveva alcun motivo di trovarsi?”), sembra che gli Altri stiano indagando sui presunti poteri di Walt;

– Tra i presunti poteri di Walt vi sarebbero anche le apparizioni (che, a quanto pare, non erano allucinazioni di Shannon e Sayid): considerato che uno dei progetti Dharma è legato alla parapsicologia, potrebbe essere questa l’attività di ricerca cui è destinato il bunker degli Altri?

– Anche Michael è sottoposto ad un prelievo del sangue: forse per verificare se sia infetto dalla misteriosa malattia, oppure per verificare l’effettiva paternità nei confronti di Walt (la signora Klugh domanda infatti a Michael se Walt sia suo figlio biologico)

– Quando Walt rivela a Michael che “Loro fingono”, la signora Klugh lo minaccia dicendogli: “Vuoi che ti rimetta nella stanza?”. Cosa intende ella per “la stanza“? L’unica cosa in quel posto che non assomigli a tende e capanne è, appunto, il bunker;

– Uno degli aspetti non veritieri del racconto di Michael ai suoi compagni riguarda l’incontro con Walt: egli aveva negato di averlo visto;

– Ma soprattutto Michael non dice a Jack e compagnia del ricatto di cui è vittima: per avere indietro Walt dovrà liberare il prigioniero Henry Gale e consegnare agli Altri Jack, Sawyer, Kate e Hurley. I loro nomi sono scritti sulla lista che la signora Klugh consegna a Michael:

Ancora una volta gli Altri hanno delle liste che contengono i nomi delle persone oggetto della loro attenzione: Ana Lucia ne aveva trovata una analoga indosso alla ragazza degli Altri da lei uccisa durante un agguato notturno ai codisti; gli stessi infiltrati Goodwin e Nathan avevano il compito di compilare le liste per “schedare” i naufraghi:

– Come fanno gli Altri a conoscere nomi e cognomi dei naufraghi (sanno persino il vero nome di Sawyer, James Ford, tanto che Michael è costretto a chiedere delucidazioni)? Chi crede alla teoria del complotto pensa che essi siano stati seguiti e studiati prima di essere imbarcati sul volo 815; ma possono benissimo aver ottenuto queste informazioni in altri modi: tramite gli infiltrati, che dovevano appunto compilare delle liste (e Ethan aveva pure a disposizione la lista di imbarco, che Hurley trova tra i resti dell’aereo: sappiamo però che Ethan fu rimproverato da Cap. Fintus perchè non aveva completato la lista); oppure possono averle chieste a Walt (ma conosceva i cognomi dei suoi compagni?); oppure ancora possono aver spiato i naufraghi attraverso le telecamere del bunker (ma rimane sospetta la faccenda dei cognomi);

– Perchè gli Altri vogliono che Michael consegni loro proprio quelle 4 persone? Se ci pensiamo bene, Jack e Sawyer avrebbero potuto già essere catturati (l’incontro con Cap. Fintus alla “linea di confine”, per Sawyer anche l’incontro sulla zattera) e Kate era già nelle loro mani (sempre alla “linea di confine”, v. foto sotto) ma l’hanno lasciata andare in cambio delle armi: insomma, in passato non li hanno voluti (per citare Jack, che infatti per tornare alla “linea di confine” si fa accompagnare da Kate, “siamo merce avariata”). Perchè allora adesso li vogliono a tutti i costi? Perchè questo cambio di idee e strategia? Significative le parole della signora Klugh a Michael: “Ci sono stati degli sviluppi da quando sei arrivato: i tuoi amici hanno catturato uno dei nostri.” Dunque Henry Gale c’entra qualcosa:

– Cerchiamo di ricostruire i fatti: Michael viene catturato dagli Altri 52 giorni dopo l’incidente aereo; verrà liberato circa 12 giorni più tardi; nel frattempo (58 giorni dopo l’incidente aereo) Henry Gale viene catturato dalla Rousseau e portato al bunker da Sayid. Qui tenta di farsi credere un “normale” naufrago precipitato con la sua mongolfiera, ma (61 giorni dopo l’incidente aereo) Sayid lo smaschera trovando il vero Henry Gale. Le richieste fatte dalla signora Klugh a Michael avvengono il giorno dopo (62 giorni dopo l’incidente aereo);

– Questa potrebbe essere una ricostruzione: gli Altri hanno intenzione di mandare uno di loro (HG) presso i naufraghi con lo scopo di infiltrarsi tra loro (e, stando alle parole di Henry, anche per Locke); per questo montano ad arte la storia della mongolfiera e della tomba. Prima che HG parta per la sua missione catturano Michael, che gli potrebbe tornare utile come merce di scambio (Cap. Fintus ordina: “Ci serve vivo!”): se infatti Henry Gale riuscirà nella sua missione potranno (supponiamo) eliminare Michael, se invece Henry Gale (come poi accade) verrà smascherato e fatto prigioniero essi potranno scambiarlo con Michael, che oltretutto può essere ricattato con Walt (l’esito della missione di HG potrebbe essere monitorato dagli Altri tramite le telecamere, all’interno della Perla);

– Questo potrebbe spiegare il cambio di progetti da parte degli Altri; non è ancora chiaro, tuttavia, perchè essi vogliano fare prigionieri anche Jack, Sawyer, Kate e Hurley: forse perchè li ritengono “buoni”? Buoni cioè non cattivi (ma si potrebbe nutrire qualche dubbio, visto il passato di alcuni di loro) oppure buoni cioè adatti per qualche scopo?

– Oppure si può pensare che gli Altri vogliano privare i naufraghi della loro guida (Jack) e di altri personaggi di carisma (Sawyer) o comunque ben voluti (Kate e Hurley): una delle conseguenze sarebbe che la guida dei naufraghi, probabilmente, verrebbe assunta da Locke, indicato da Henry Gale come “uno dei buoni”, oppure (visto lo scoramento di Locke) da Sayid, oppure ancora resterebbe vacante;

– Tra l’altro, si può notare come in questa puntata Sawyer mostri una sorta di rabbonimento: prima si confida con Jack, poi consegna una pistola (e sappiamo quanto gelosamente le custodisse) a Sayid (con cui ha avuto più di un diverbio). Che sia sulla via della redenzione (e, secondo la teoria del Purgatorio perlatro smentita ufficialmente, della morte)? Che sia per questo suo diventare “buono” che gli Altri lo vogliono?

 

– Resta il fatto che la (prima) richiesta della signora Klugh è precisa: liberare il prigioniero. Perchè gli Altri rivogliono Henry Gale? Perchè è un “pezzo da novanta” o perchè “Lui” lo possa punire?

– La signora Klugh dice a Michael che chiede come potrà convincere i suoi amici: “Non ha importanza. Inventati una storia”: dunque il piano messo in atto da Michael nel bunker (e le conseguenti morti di Ana Lucia e Libby) sono frutto dell’improvvisazione e del caso. Ma ne siamo sicuri? Quando ormai l'”accordo” sembra fatto, Michael alza le proprie richieste: “E voglio anche la barca!”. Non conosciamo la risposta della Klugh, ma vogliamo pensare che abbia acconsentito a questa pretesa senza a sua volta alzare la posta in palio? Perchè non pensare che risposta della signora Klugh sia suonata all’incirca così: “Vuoi anche la barca? Va bene, ma dovrai farci un ulteriore favore: eliminare Ana Lucia” ? (del resto lo stesso Henry Gale l’aveva definita “non buona” e aveva già provato ad ucciderla);

– A quale barca si riferisce Michael? Probabilmente all’unica che ha visto da quando è sull’isola: quella su cui gli Altri hanno portato via Walt. Se il suo scopo è abbandonare l’isola, è difficile che ci riesca con quel mezzo:

– In questo episodio Michael non brilla certo per arguzia: è catturato da Cap. Fintus mentre osserva Pickett (uno degli Altri) fare pipì:

E già in precedenza era (possiamo ipotizzare) stato attirato dagli Altri con il computer, credendo di “chattare” con Walt;

 – Chi sta chattando con Michael (difficile sia Walt, vista la precisione delle informazioni) gli comunica che il villaggio degli Altri è situato nelle vicinanze di grosse rocce con un buco in mezzo:

 

L’indicazione è corretta: queste enormi pietre sono frutto della natura o creazioni umane di civiltà antiche?

 

– Eko non condivide con gli altri naufraghi la scoperta della Perla, forse temendo che essi abbiano la stessa reazione di Locke;

– Eko decide di trasferirsi al bunker sostituendosi a Locke nel compito di inserire il codice nel computer, abbandonando anche la costruzione della chiesa:

– All’interno del bunker, la croce di metallo che Eko porta al collo è attirata al muro da una forte energia magnetica, proprio come era successo a Jack:

– Charlie prova a completare da solo l’edificio sacro, ma con scarsi risultati:

– Charlie si disfa definitivamente delle statuette della vergine Maria (e del loro contenuto) gettandole in mare: ha superato la dipendenza dalla droga?

– A portare le statuette a Charlie è Vincent: riecco il cane la cui comparsa è stata molto spesso una sorta di preannuncio di sventura:

 

– Lo stesso Charlie, in precedenza, aveva tentato di riallacciare i rapporti con Claire donando a lei e al bambino la valigetta contentente l’antidoto trovata tra i rifornimenti. Il kit è costituito da una siringa a pressione e da alcune boccette di antidoto (simile a quello che Desmond si iniettava nel Cigno). Charlie (che dice di aver provato l’antidoto senza alcun effetto collaterale) afferma che deve essere somministrato ogni 9 giorni:

– Locke non partecipa al funerale di Libby e Ana Lucia esattamente come aveva già fatto con quello di Boone: se ne sta sulla spiaggia e lo vediamo disfarsi definitivamente della stecca alla gamba: una guarigione rapidissima (4 o 5 giorni per una frattura, composta, della gamba)

– L’atteggiamento di Michael nell’organizzare la spedizione di attacco agli Altri è fortemente sospetto, ma l’unico che pare veramente sentire puzza di bruciato è Sayid, che rivela a Jack di credere che Michael “sia stato compromesso“; la facilità con cui Jack accetta l’idea dell’Iraqeno lascia intendere che anche il dottre non fosse del tutto convinto della buonafede di Michael:

– Sayid, da buon stratega militare, decide di non mettere Michael alle strette, ma di lasciarlo credersi padrone della situazione: nel frattempo, egli metterà a punto un piano di riserva; considerato che ha tutta la notte e che il campo degli Altri dista circa un giorno e una notte di cammino dalla “linea di confine” (questa è la strada percorsa da Michael), riuscirà Sayid ad architettare una strategia alternativa?

– Anche il dialogo che Michael ha con Eko lascia intendere che il nigeriano nutre qualche sospetto su di lui (rimando alle frasi dell’episodio):

– Finalmente abbiamo un conteggio ufficiale delle armi: sono 11 (dovrebbe essere compresa anche la pistola che ha ucciso Ana Lucia e Libby: Henry Gale non dovrebbe averla presa), mancando le 5 che gli Altri avevano sottratto a Jack, Sawyer e Locke alla “linea di confine”;

– E’ interessante come, attraverso i flashback di Michael, fatti già visti possano essere letti da un’altra inquadratura: in modo particolare, osserviamo la scena della “linea di confine” (episodio 2×13) questa volta dall’ottica degli Altri. Si sente Cap. Fintus che parla con Jack, Sawyer e Locke e si vede cosa succede alle sue spalle: Michael è prigioniero, Kate è appena stata catturata e viene portata a Cap. Fintus che la userà come ostaggio. E’ a questo punto che vediamo in azione Alex (la figlia della Rousseau), la quale si rivolge a Michael chiedendo informazioni su Claire (che aiutò a scappare), sulle sue condizioni, sul bambino (sembra dare importanza al sesso del neonato):

– Anche il comportamento che Alex assume nei confronti di Michael (gli chiede scusa prima di colpirlo) suggerisce che la ragazza non condivida pienamente i propositi degli Altri;

 – I flashbck di Michael sembrano poter confutare l’ipotesi che esistano due gruppi distinti di Altri: si tratta di un unico gruppo, gerarchicamente organizzato al proprio interno;

– Dalle immagini del villaggio degli Altri possiamo ricavare uno spaccato della loro società: ci sono donne e uomini, anziani e giovani; gli Altri sembrano dunque provvedere alla continuazione della specie (è a questo che servono i bambini rapiti?). Insomma un bell’assortimento (proprio come tra i naufraghi): si ricordi che uno degli ambiti del progetto Dharma è quella della (non meglio precisata) utopia sociale:

 

– Tra gli abitanti del villaggio degli Altri c’è un uomo che a molti è sembrato Desmond. Ecco le immagini:

 – La puntata si conclude con l’immagine di una barca a vela diretta verso l’isola. Chi c’è sulla barca? L’unico giunto sull’isola con una barca era Desmond (stava facendo un giro intorno al mondo), ma di lui si sono perse le tracce da tempo; oppure la barca potrebbe essere quella promessa dagli Altri a Michael in cambio dei favori richiesti: ma perchè recapitargliela prima che abbia portato loro i 4 prescelti?

.
Curiosità:

Il titolo della puntata allude all’incontro tra Michael e Walt: per parlare a suo figlio Michael ha infatti a disposizione soltanto i tre minuti concessigli dalla signora Klugh.

Questo è il secondo episodio in Lost (il primo fu il 2×15, dedicato Claire) in cui i flashback riguardano fatti avvenuti sull’isola, dopo l’incidente aereo:

La voce di Pickett, uno degli Altri (il simpatico orinatore), appartiene a Pietro Ubaldi, storico doppiatore di moltissimi cartoni animati e vari personaggi, tra cui il Kinder Sorpresa. Forse una voce non troppo azzeccata, per un personaggio cattivo (anche se gli Altri affermano di essere i “buoni”):

Apparizioni e citazioni dei numeri maledetti: la lista della signora Klugh comprende 4 persone; il vaccino, secondo Charlie, va iniettato ogni nove giorni, cioè 216 ore (=108 x 2).

  

  

  

  

  

.
Frasi da ricordare:

Michael: Non sanno che conosco la loro posizione. Li coglieremo di sorpresa. Quindi prendiamo le armi e andiamo. Adesso, soltanto noi cinque, così…
Jack:  No, no, cinque non sono abbastanza. Loro sono almeno in 20. Hanno le nostre armi, e non siamo sicuri che quello che hai visto sia…
Michael: Ehi, lo so che cosa ho visto! Se andiamo in troppi ci sentiranno arrivare. Io non voglio attraversare l’isola con un esercito!
Jack: Michael, sei sicuro di essere in grado di decidere per tutti noi?
Michael: Tu hai un figlio, Jack?
Hurley: Sono morte! Ana Lucia e Libby sono morte. Non sono ancora state sepolte!

Michael: Mi hanno detto che sei un prete.
Eko: Sì.
Michael: Credi nell’inferno, allora…
Eko: Per un breve periodo ho servito in una piccola parrocchia in Inghilterra. Ogni domenica, dopo la messa, vedevo un ragazzino che aspettava in fondo alla chiesa. E poi un giorno il ragazzino mi confessò che aveva colpito a morte il suo cane con un badile. Mi disse che il cane aveva morso la sua sorellina alla guancia, e che lui doveva proteggerla. Voleva sapere se sarebbe andato all’inferno per questo. Io gli dissi che Dio avrebbe capito, e che sarebbe stato perdonato… ma solo se si fosse pentito. Però a quel ragazzino non interessava il perdono: aveva solo paura che se fosse finito all’inferno… il cane sarebbe stato lì ad aspettarlo.

Michael:  Dobbiamo fare come dico io, capisci? Soltanto noi cinque. Altrimenti non ci riusciremo. Non … ci riusciremo.
Jack: Ti prometto che studieremo un piano.
Michael: No, il piano l’ho già fatto io. Verranno le persone che lo sanno già. Tu, io, Kate, Sawyer, Hurley… basta. Se portassimo qualcun altro… metteremmo Walt in pericolo! Non puoi essere tu a decidere… E’ mio figlio! E’ compito mio! E dev’essere fatto in questo modo.
Jack: Faremo come vuoi tu.

Sun: Chi…?
Michael: Ana Lucia e Libby.
Sun: Che è successo?
Michael: Sono state uccise.

Alex [rivolta a Michael]: Va tutto bene. Questo è soltanto un avvertimento. Deve spaventarli perchè capiscano…

Alex [rivolta a Michael]: Sta bene Claire? Ha avuto il bambino? Sta bene? E’ un maschio o una femmina?

Sawyer: Ne vuoi un goccio dottore? Credevo che gli Irlandesi bevessero ai funerali…
Jack: Non sono irlandese.
Sawyer: Nemmeno io. Allora, che è successo nella giungla?
Jack: Quello che ha detto lui: ha trovato il campo e…
Sawyer: Non mi riferivo a Michael… Fra te e lentiggini. Prima che lui arrivasse, siete stati via tutta la notte…
Jack: Siamo caduti in trappola.
Sawyer: Che cosa vorrebbe dire?
Jack: Vuol dire… che siamo siamo caduti in trappola.
Sawyer: Ah, è così che si dice adesso?

Sayid: Quelle sono le armi, vero? A che vi servono?
Sawyer: Tu cosa ne pensi, Sayid? E’ ora di farla finita.
Sayid: Quando partiamo?
Sawyer: Domattina.
Jack: Tu non vieni, Sayid.
Sayid: Come hai detto?
Jack: Michael vuole che andiamo in pochi: io, Kate, Hurley… e lui.
Sawyer: Sì, “lui” dice che anche se Pippi Calzelunghe e Magilla Gorilla sono i candidati ideali per la sporca dozzina, sarebbe meglio portare anche Berretto Rosso.
Jack: Spetta a Michael decidere. Lui conosce la strada.
Sayid: Non spetta a lui decidere, Jack. Spetta a noi.
Sawyer: Benvenuto a bordo.

Charlie: E così… ti svegli nel cuore della notte, prendi il tuo bastone di Gesù e scappi nella giungla… Non chiami. Non scrivi.
Eko: Mi dispiace… Avevo un lavoro da fare.
Charlie: Certo… sì.
Eko: Charlie, posso chiederti un favore? Potresti prendere e mie cose dalla spiaggia e portarmele?
Charlie: Perchè? Vuoi trasferirti? Vuoi farti un piccolo piède-a-térre da scapolo?
Eko: Sì. Mi trasferisco qui.
Charlie: Be’, e come facciamo con la chiesa? Hai detto che dobbiamo costruirla insieme…
Eko: Adesso devo dedicarmi a qualcos’altro.
Charlie: E io che dovrei fare?
Eko: Portami le mie cose.
Charlie: Portatele da solo.
Eko: Charlie, per favore.
Charlie: Ti conviene affrettarti… Il tempo passa.

Sawyer: Ho buone notizie per te: Capitan Arabia è dei nostri. La cavalleria parte all’alba.
Michael: L’hai detto a Sayid?!
Sawyer: Sì, l’ho detto a Sayid.
Michael: Tu… Non avresti dovuto!
Sawyer: Oh, scusa tanto… Visto che si va in guerra ho pensato che ci avrebbe fatto comodo uno che in guerra c’è stato…

Signora Klugh: Puoi chiamarmi signora Klugh. Spero tu possa aiutarmi rispondendo ad alcune domande. Che riguardano Walt.
Michael: Dove si trova?
Signora Klugh: Walt è tuo figlio biologico?
Michael: Che cosa?
Signora Klugh: Sei tu il suo vero padre?
Michael: Sì, io sono suo…
Signora Klugh: A che età ha cominciato a parlare?
Michael: Io… lui…
Signora Klugh: Ha avuto malattie da piccolo? Sofriva di emicranie, svenimenti?
Michael: Che cosa? No! Io… non stavo con lui… Lui si trovava dall’altra parte della terra… Perché queste domande?
Signora Klugh: E’ mai successo che Walt apparisse in un posto dove non aveva alcun motivo di trovarsi? Hai detto che era dall’altra parte della terra, ma… tu l’hai visto….?
Michael: Io voglio mio figlio! Vallo a prendere e portamelo qui! E fallo subito! Io voglio vedere mio figlio!
Signora Klugh: Per uno che rivuole suo figlio così disperatamente… non sembra che tu sappia molte cose di lui, Michael.

Michael: Ehi. Tu non vieni.
Sayid: Bentornato, Michael.
Michael: Senti, so che Sawyer te l’ha detto, ma… non si può fare. Tu non vieni.
Sayid: E per quale motivo non dovrei venire?
Michael: Perché tu vuoi riprendere l’uomo che è scappato… e io voglio ritrovare mio figlio.
Sayid: Stai insinuando che io voglia così tanto vendicarmi da mettere in pericolo Walt?
Michael: Sto insinuando che sono io che decido chi resta e chi viene, e tu resti. Lo so… che vuoi essere d’aiuto… lo capisco benissimo, ma… questa cosa va fatta a modo mio.
Sayid: Ma certo. Buona fortuna, Michael.
Michael: Sì… Grazie.

Sawyer: Non sapevo nemmeno il suo cognome… Di Ana Lucia…
Jack: Era Cortez.
Sawyer: Cortez… Sono stato con lei.
Jack: Che cosa?
Sawyer: E’ così che mi ha preso la pistola. Ana… mi è saltata addosso. “Siamo caduti in trappola”…
Jack: Perché me lo stai raccontando?
Sawyer: Perché per me sei la cosa che assomiglia di più a un amico. E perché lei è morta. Bene, almeno ora potremo uccidere qualcuno.

Michael: Quand’è che lo farai?
Signora Klugh: Farò che cosa?
Michael: Uccidermi. Ho visto dove vivete, so come arrivare qui… mi avete fatto tantissime domande a cui non ho saputo rispondere per tutta la settimana… […]
Signora Klugh:  Vedi Michael, ci sono stati degli sviluppi da quando sei arrivato. I tuoi amici hanno catturato uno dei nostri.
Michael: Andatevelo a riprendere.
Signora Klugh:  Noi non possiamo… Ma puoi farlo tu. E se lo farai… lasceremo liberi te e Walt.

Walt: Non sono chi dicono di essere…
Signora Klugh: Walt!
Walt: Loro fingono!
Signora Klugh: Vuoi che ti rinchiuda nella stanza?
Michael: Fingono? Come fingono?!
Signora Klugh: Basta, abbiamo finito.
Michael: No, no, no… Ehi, aspetta! Vieni qui, Walt! Aspetta, vieni qui, Vieni qui!
Walt: Papà! Non lasciarmi. Aiutami… Non lasciarmi.
Michael: No, non ti lascio, ti porterò via da qui, d’accordo? Te lo prometto, ti porterò via da qui!
Walt: Papà! Papà!
Michael: Lasciatelo! Aspetta! Lascialo andare!
Walt: Ti voglio bene!
Michael: Walt, ti voglio bene, ti porterò via da qui!
Walt: Ti voglio bene!
Michael: Te lo prometto, Walt! 
Walt:  Lasciami! Mettimi giù!
Michael: Ti porterò via da qui!
Walt: Papà!

Signora Klugh: Oltre a liberare il nostro uomo, dovrai fare un’altra cosa per noi.
Michael: Lo farò… farò quello che vuoi…
Signora Klugh: Scrivo quattro nomi qui sopra… quattro dei tuoi amici. Vogliamo che tu li porti qui. Devi portare soltanto queste quattro persone. Michael, solo loro. Se mancherà anche solo una delle persone che sono sulla lista… non vedrai mai più Walt.
Michael: Va bene… sì, sì.
Signora Klugh: Sono stata chiara, Michael?
Michael: Sì… Come li convincerò?
Signora Klugh: Non ha importanza. Inventati una storia. Saranno così arrabbiati che crederanno a qualunque cosa…
Michael: Chi è James Ford?
Signora Klugh: Tu lo conosci come “Sawyer”.

Michael: E se faccio questo… se faccio tuto quello che mi hai detto…
Signora Klugh: Riavrai tuo figlio. E sarete liberi.
Michael: E voglio anche la barca!

Jack: Quando l’aereo si è schiantato, stavo andando a Los Angeles a seppellire mio padre.
Sayid: Mi dispiace molto.
Jack: Sembra passata un’eternità da allora… Dall’aeroporto sarei dovuto andare al cimitero… ma non sapevo cosa avrei detto… E adesso ci risiamo.
Sayid: Credo che Michael sia stato compromesso. Continua a camminare, Jack.
Jack: Compromesso?
Sayid: Non si comporta come un uomo che dice la verità.
Jack: Perchè dovrebbe mentirci?
Sayid: Perché credo che un padre farebbe qualunque cosa per un figlio… perchè credo che Michael abbia liberato Henry… e perchè credo che vi stia attirando in una trappola.
Jack: Credi troppe cose, Sayid.
Sayid: Credevo anche che Henry fosse uno degli Altri…
Jack: Andiamo a parlare con lui.
Sayid: No, deve pensare di avere il controllo della situazione.
Jack: Ma perché non dovremmo dirglielo?
Sayid: Per cercare di ottenere un vantaggio.
Jack: Come?
Sayid: Non lo so ancora… ma abbiamo tutta una notte per pensarci.

Jack: Ana Lucia Cortez… prima che ci schiantassimo era un’agente di polizia. Penso che non fosse facile per lei stare qui, ma credo che abbia fatto del suo meglio. Era una donna di poche parole… e io seguirò il suo esempio. Riposa in pace, Ana.

Hurley: Libby era… Lei era… Libby era una psicologa. O… una psichiatra. Una cosa così… Comunque probabilmente ha aiutato molte persone… Ha aiutato me. Era mia amica. Non è giusto che sia morta così, no. Vengo con te. Addio, Libby.

Sun: Una barca!

n preda a un attacco di panico.

.

.

Video:

Riassunto della puntata:

Alex:

Riassunto a suon di musica:

Lascia un commento!

 



 

 

.

Fonti: Forum di Telefilm-central.org, Lost-italia, Lostpedia, Wikipedia, Lost-media.com

Annunci

Azioni

Information

20 responses

27 04 2007
Phoenix_182

Grande episodio, finalmente abbiamo la certezza di cosa abbia fatto Michael in quei 13 giorni. Resto convinto, però, che il piano di Michael sia stato improvvisato e che Ana Lucia e, sopratutto, Libby si siano trovater nel posto sbagliato al momento sbagliato… ciò non toglie che Michael abbia esagerato ad ucciderle, poteva trovare un’altra soluzione…

E poi mi chiedo: perchè proprio quei 4 sono nella lista data a Michael? posso capire Jack, Sawyer e Kate, ma Hurley? che c’entra? avrebbe avuto più senso inserire nella lista Locke o Sayid, che nel gruppo hanno un ruolo più importante…

Abbiamo la certezza dei poteri guaritivi dell’isola: la guarigione di Rose poteva essere solo una sensazione, la paralisi di Locke non sappiamo se fosse permanente o meno, ma una frattura guarita in 5 giorni è un evento miracoloso.

Le rocce con il buco presentano linee troppo regolari per essere frutto della natura, resta il dubbio su chi le abbia edificate: gli Altri o popolazioni indigene?

Infine la barca: è logico supporre sia quella di Desmond, ma perchè è comparsa adesso? e Desmond è arrivato sull’isola per caso o fa parte degli Altri? la storia del navigatore solitario non mi convince, mi sa che nasconde qualcosa…

Ancora complimenti per il sito, continua così!

27 04 2007
Pessil

Ho notato in ritardo il riassunto di questa puntata perchè non è inserito nella lista degli articoli di Lost…e leggendolo mi sono venuti altri “dubbi”.

Io credo che la pistola con la quale Michael spara se la sia portata via Henry Gale. Ha più senso: un fuggitivo spara ai suoi carcerieri e porta con sè la pistola nel caso lo inseguissero,no?

Gli Altri sanno il vero nome di Sawyer e sanno anche il suo soprannome. Molti dei sopravvissuti, come Michael, non sanno collegarli.

Gli episodi con flashback riguardanti l’isola sono questo, quello con Claire e quello dei 48 giorni dei codisti.

Quando Michael viene catturato gli altri sono in 4 ma quando si accendono le fiaccole sembrano molti di più. Quindi si è trattato di un bluff…ma come hanno fatto? forse erano già predisposte? questo spiegherebbe il loro accendersi in contemporanea…

Uno dei codisti è morto in seguito ad un’infezione dopo una frattura. A Locke non è successo di fare infezione grazie alle medicine o grazie all’isola? non è che l’isola non possa guarire le infezioni? questo spiegherebbe anche il perchè della paura della misteriosa malattia.

Forse è già stato detto in passato…ma questo famigerato “Lui” è lo stesso che Desmond stava aspettando?

28 04 2007
alteraego

Grazie a entrambi dei commenti e delle precisazioni (è vero, anche “Gli altri 48 giorni” riguardava fatti successi sull’isola, ma in pratica era un flahback unico, tutto girato al passato: insomma, un riassunto)

Le proprietà curative: avremmo elementi per crederci e elementi per non crederci… Alcune considerazioni: con Boone le proprietà curative non funzionano (e così con Donald e tutti gli Altri defunti, vedi Libby e Ana Lucia), verrebbe da pensare che siano valide solo per traumi pre-isola ma il caso di Locke (la cui frattura era stata giudicata da Jack superficiale) sembra smentire; del resto ci sono casi di guarigioni miracolose (ma di Rose e Jin non abbiamo la riprova scientifica, e c’è chi dice che la paralisi di Locke fosse di origine psicosomatica e non traumatica)

Desmond: se c’è davvero lui sulla barca, dovrà spiegarci un po’ di cose…
Quel “Sei tu Lui?” che rivolge a Locke nel bunker è stato intrepretato dai più come una domanda in codice da rivolgere al suo cambio nel Cigno (segue infatti la domanda “Cosa disse il pupazzo di neve all’altro pupazzo di neve?”)

Infine, la questione delle torce: è vero che alle spalle di Cap. Fintus abbiamo visto solo Alex, Pickett e pochi altri, ma questa immagine mostra chiaramente che a tenere le torce sono gli Altri disposti a cerchio nella giungla:
http://gallery.lost-media.com/displayimage.php?pid=56825&fullsize=1

28 04 2007
Pessil

E’ vero, a reggere le torce erano persone…ma perchè non si sono fatti vedere con Michael nè al momento di catturarlo nè dopo?

Non ho capito se la sezione di quest sito chiamata “Pupazzi di neve” riguarda la frase di Desmond…

28 04 2007
alteraego

Sì, la frase di Desmond è un pretesto per la sezione del blog che riguarda frasi più o meno celebri e aforismi vari

28 04 2007
Memi

Sempre perfetto e preciso! Ma martedì prossimo andranno in onda gli ultimi due episodi della seconda stagione?

28 04 2007
alteraego

Già, saranno gli ultimi: il gran finale (della seconda stagione, non di tutto Lost)

28 04 2007
mitico Sawyer

ciao e complimenti per i tuoi articoli che leggo sempre con attenzione. Sei davvero forte!
Volevo chiederti se avevi scritto un articolo anche sulla puntata “I primi 48 giorni” nella quale io ho notato una cosa che nessuno, in tanti Forum di Lost, ha notato (nemmeno chi vede la terza serie).
La puntata è quella nella quale si vede tutto quello che hanno fatto Ana Lucia, Eko etc…dal momento in cui la coda si è schiantata.
Quando incontrano Jin, Michael e Sawyer è la prima volta che Ana Lucia e Co. hanno a che fare con l’altro gruppo di sopravvissuti.
E’ in questa puntata che Ana Lucia chiede (non mi ricordo se a Michael o a Sawyer) : “Qualcuno di voi si è ammalato”?

La cosa strana è che lei non poteva conoscere della malattia perchè nessuno del suo gruppo si era ammalato e soprattutto perchè lei non aveva incontrato nè Danielle, nè Desmond (Jack e Co. apprendono della malattia proprio dalla Rousseau e poi ne parla anche Desmond).

Che ne pensi?

ciao

29 04 2007
mitico Sawyer

secondo te la porta con il simbolo Dharma che si vede in questa puntata (davanti alla quale 2 degli altri fanno la guardia) è la porta di uno dei 6 bunker presenti sull’isola oppure è un’altra cosa?

29 04 2007
alteraego

Ciao, per quanto riguarda il bunker sinceramente non saprei collegare quel simbolo con uno di quelli che si vede sulla blast door map (https://alteraego.files.wordpress.com/2007/04/blast-door-map.jpg)… chissà, se nella prossima puntata Michael riuscirà a portare i 4 sino al villaggio degli Altri forse potremmo saperne di più anche su questo bunker che ha come simbolo una specie di porta.

Per quanto riguarda la frase di Ana Lucia, credo che ti sbagli: è Desmond che chiede a Locke quanti del suo gruppo si siano ammalati (puntata 2×01); Ana Lucia, almeno finchè non si congiunge con i naufraghi della sezione centrale, non parla mai della malattia

29 04 2007
Phoenix_182

Il flashback di Michael mi ha fatto tornare in mente alcuni interrogativi in merito agli Altri.
Nel flashback abbiamo visto gli Altri vivere in capanne e nutrirsi con pesce essiccato, sembrano quindi messi davvero male, però noi sappiamo dal flashback di Claire e dalle parole di Walt che loro “fingono”: ma fino a che punto fingono? ad esempio, i rifornimenti arrivati nell’episodio 2X17 sono arrivati anche agli Altri o si nutrono veramente con quanto riescono a procurarsi sull’isola?
e poi mi chiedo: come mai alcune stazioni sono ancora usate dagli Altri (come la Perla e la nuova stazione) mentre altre risultano abbandonate (come la stazione Caduceo e la Freccia)?

Ho pensato a tre possibili risposte:
1) il progetto Dharma esiste ancora ed è proseguito dagli Altri (ipotesi più probabile): nel filmato di orientamento della stazione 5 si vedevano i coniugi De Groot allenare un “piccolo esercito” e questo, vista la somiglianza tra Gerald De Groot con Cap. Fintus e la prestanza fisica degli Altri, mi sembra una prova in tal senso;
2) il progetto Dharma non esiste più (ipotesi improbabile): ma allora perchè gli Altri sono rimasti sull’isola? e chi ha inviato i rifornimenti ai losties?;
3) il progetto Dharma esiste ancora, ma gli Altri (che si considerano “buoni”) per un qualche motivo si sono ribellati; allora qual è il ruolo di Jack e soci? sono precipitati sull’isola casualmente o sono stati fatti arrivare lì appositamente?
che ne pensi? ciao!

29 04 2007
alteraego

Ciao,
sui rifornimenti penso che fossero destinati se non direttamente ai naufraghi (per farli sopravvivere e poterli “studiare” o usare, se crediamo alla teoria del complotto) almeno al bunker Cigno, perchè vi cadono abbastanza vicino (Jack e Kate li trovano mentre vi si recano) e perchè la dispensa del Cigno ne è già piena. Inoltre, dalla Blast door map si può evincere che la “procedura di rifornimento” (annunciata dall’altoparlante) e la chiusura delle porte stagne proprio all’interno del Cigno siano collegate (anche se non sappiamo ancora bene come funzionasse il protocollo).

Dici che la Perla è ancora usata: in realtà ci sono dei resti di tabacco/eroina su un tavolino, potrebbero essere lì da tanto tempo. E l’altro bunker (quello al villaggio) forse lo usano solo come “ripostiglio” (o magari hanno messo due guardie solo per ingannare Michael).

In effetti il progetto Dharma a me pare non più attivo, e le stazioni (tranne il Cigno) occupate dagli Altri (ma ancora non sappiamo se gli Altri siano la Dharma; forse sono semplicemente il risultato di un esperimento -utopia sociale?- andato a male, e non riescono ad abbandonare l’isola).
Le tre ipotesi che fai tu sono tutte e tre possibili e hanno tutte dei punti forti e deboli…

Un’ultima precisazione: i De Groot più che allenare un esercito mi sembra stiano monitorando un gruppo di giovani che fa esercizi ginnici; e Gerald De Groot mi sembrava già un po’ troppo vecchio nel 1980 per poter essere così ruspante come Cap. Fintus oggi (ma non sottovaluterei le presunte proprietà curative dell’isola…)

In definitiva, tanti dubbi e nessuna risposta…

29 04 2007
Baal

Ciao a tutti, questo è solo il mio secondo commento ma già trovo utilissimo questo blog per potermi confrontare sui dubbi che lascia la nostra serie preferita.
Premetto che non ho letto per intero la parte precedente di questa pagina e quindi scusate se ripeto i concetti:

1 – Se nella perla viene trovata dell’eroina appunto questo fa presumere che qualcuno sia entrato dopo la caduta dell’aereo nigeriano e ora non ricordo bene (andrò a rivedere la puntata) se dall’aereo ancora impigliato dei rami siano cadute statuette contenenti droga, perchè se così non fosse vorrebbe dire che qualcuno è entrato alla Perla dopo che il povero Boone ci ha lasciato la pelle.

2 – Non avevo collegato le porte stagne con il fatto del rifornimento e devo dire che secondo la mia opinione le 2 cose sono sicuramente legate, potrebbe questa essere una procedura adottata dai tecnici della Dharma per evitare che chi fosse all’interno del Cigno potesse uscire all’aria aperta per poter entrare così in contatto con coloro che portano il rifornimento?

Concludo con il dire…GRANDI continuate così!

30 04 2007
alteraego

Ciao e grazie del contributo,

penso che le statuette possano essere cadute fuori dall’aereo e rotolate in giro per la giungla circostante anche prima che l’aereo fosse fatto cadere da Boone; oppure qualcuno potrebbe aver preso l’eroina dall’aereo (ancor prima che Boone e Locke lo trovassero) ed essersela portata nella Perla.
Preciso però che: 1) Non sappiamo se quella che si trova nella Perla sia eroina; 2) se anche lo fosse non è detto che sia quella delle statuette.

Per quanto riguarda la procedura di rifornimento e le varie ipotesi (tra cui anche quella che hai fatto tu), prova a leggere il commento alla 2×17 “Chiusura” 😉

30 04 2007
Phoenix_182

Oltre ai resti di tabacco/eroina, penso che la Perla sia usata dagli Altri per la vicenda della chat tra Michael e Walt: penso infatti che gli Altri monitorassero la stazione Cigno e che, quando Michael era al computer, lo abbiano contattato per tendergli una trappola; non può essere una coincidenza che Walt chattasse solo quando Michael era al computer.
Non vedo l’ora di vedere il finale della seconda stagione, chissà quali sorprese ci riserverà!

30 04 2007
alteraego

Magari era davvero Walt a chattare con Michael (e allora poteva servirsi dei suoi poteri per sapere dove fosse il padre); oppure è possibile vedere cosa succede nel Cigno anche dal bunker del villaggio degli Altri.
L’ipotesi più plausibile, comunque, è quella che riferisci tu.

30 04 2007
mitico Sawyer

ciao alteraego,
no, sono sicurissimo di quello che dico.
Avevo registrato quella puntata (“I primi 48 giorni” )e ricordo di aver rivisto più volte quella scena proprio perchè mi sembrava molto strana….
La domanda che Ana Lucia fa (mi pare a Michael) è proprio questa “Qualcuno di voi si è ammalato?”.
La fa quando sono nel bunker (The Arrow), poco prima che Bernard chieda di Rose (se era viva, se stava bene). E’ verso la fine della puntata.

2 05 2007
Angelo

Anche io come mitico Sawyer ricordavo qulcosa del genere, ma nella puntata “Everybody hates Hugo – 2×04”, dove in effetti c’è la scena in cui Michael, Jin e Sawyer arrivano alla Freccia e mentre sono soli in un angolo, Bernard chiede loro se ci sia una donna di nome Rose tra i sopravvissuti della sezione centrale dell’areo; nella puntata “The other 48 days – 2×07” il pezzo nel bunker viene praticamente solo riproposto nel montaggio senza aggiunte significative, mi pare. Allora ho controllato l’episode transcript dei due episodi su lostpedia e non c’è nulla di tutto ciò. Forse entrambi abbiamo confuso con quello che succede tra Libby e Michael, quando lui chiede del numero di sopravvissuti della sezione di coda e gli dicono 23 e poi si stupisce nel vedere solo poche persone nella Freccia, cosicché Libby dice che “erano” 23! Ora ho realizzato che in quel momento avevo automaticamente pensato ad una decimazione dovuta alla malattia di cui parla la Rousseau, e non ai rapimenti degli altri.
Spero di averti aiutato, mitico Sawyer…

3 05 2007
mitico Sawyer

io invece credo di essere sicuro.
Lo ricordo bene perchè mi colpì molto quella frase, (detta sicuramente da Ana lucia) perchè nei flashback precedenti non avevamo visto nessun episodio o circostanza che in qualche modo potesse giustificare la conoscenza della malattia da parte dei sopravvissuti della coda.
Il dubbio che mi hai fatto venire è però sulla puntata…forse non era la 2×07.
Io ricordo benissimo la scena e il contesto, e la frase, naturalmente.
Poi se è stata pronunciata nella 2×07 o in un’altra puntata…..
bisognerebbe rivedere le repliche…
comunque era una puntata in cui i 2 gruppi non si erano ancora incontrati al completo (cioè il gruppo della coda aveva incontrato solo Jin, Sawyer e Michael)

3 05 2007
mitico Sawyer

si, mi sa che era la 2×04

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: