Analisi di una pubblicità

28 04 2007

 Questo è uno degli spot televisivi realizzati da Vodafone nell’ambito della sponsorizzazione della UEFA Champions’ League, il massimo evento calcistico a livello europeo: si tratta di una campagna mono-mezzo e multisoggetto (esistono infatti diverse varianti, molto difficili da reperire in rete, una la potete trovare qui)

Ecco un’analisi dell’idea creativa che sta alla base di questi messaggi.

ANALISI GENERALE 

Innanzitutto, una descrizione degli spot: dai campi di calcio di tutta Europa, dove si giocano le partite della Champions’ League, alcuni tifosi dalle dimensioni lillpuziane raggiungono i tifosi che non sono allo stadio (perchè impegnati in altre attività, dalla spesa alla cenetta romantica) per non far mancare loro l’atmosfera e il calore del match e per aggiornarli sull’andamento della propria squadra.

Con questa campagna pubblicitaria, Vodafone, dopo aver acquisito i diritti in ambito di telefonia per questa competizione, promuove l’offerta di aggiornamenti in tempo reale e possibilità di visualizzare gli hi-lights delle partite direttamente sul proprio cellulare.

Come ogni messaggio, anche questo si basa su una promessa materiale (main promise), ovvero il vantaggio che è promesso al consumatore in cambio della sua adesione alla proposta: “Potrai goderti lo spettacolo della Champions’ League ovunque tu sia, anche non allo stadio”.

Essa è premessa per l’avverarsi di una promessa psicologica: in questo caso, la libertà dai condizionamenti e l’autorealizzazione a vari livelli. Inoltre, è supportata da una reason why (l’elemento razionale di sostegno alla promessa): come dice lo slogan, Vodafone ti porta la Champions’ League ovunque tu sia.

LETTURA RETORICA 

Dal punto di vista retorico il discorso argomentativo (logos) si basa su un entimema (procedimento deduttivo analogo al sillogismo, fatta salva la semplice verosimilgianza delle premesse: Chi non può fare il tifo per la propria squadra soffre —> Vodafone fa sì che sia la partita a venire dal tifoso/consumatore —> Vodafone non fa soffrire i tifosi/consumatori.

L’ethos (il modo di porsi dell’emittente del messaggio) è legato alla premura e all’attenzione che Vodafone riserva ai propri clienti; il pathos (le emozioni suscitate presso il pubblico) è dato da gioia, soddisfazione, esaltazione (tipica del tifoso).

L’accordo con l’uditorio, tipico della retorica, avviene su presunzioni: l’amore vero è quello che più dura (e quindi quello verso la propria squadra del cuore); su valori (mascolinità e virilità, legati al calcio); su gerarchie (tifare per la propria squadra è più importante che dedicare tempo ad altre persone e attività); e su luoghi comuni (l’importante non è vincere, ma partecipare, nel senso di “essere partecipi”).

LETTURA NARRATOLOGICA 

Applicando allo spot una lettura narratologica sul modello di Greimas riformulato, tra gli altri, da M. Vecchia, si può individuare un destinante buono (Vodafone) che manda un aiutante (i piccoli tifosi in miniatura) che fornisce al protagonista (il tifoso) lo strumento magico (cioè la possibilità di vedere e seguire le partite sul proprio cellulare) che gli consente di giungere al valore promesso (l’esaltazione); di contro, un destinante cattivo (una serie di doveri e obblighi imposti da società, morale, buonsenso, convenzioni) attraverso un oppositore (di volta in volta, la fidanzata, la moglie, …) dà al protagonista un consiglio erroneo (“Non guardare la partita, dedica tempo a me”) che lo conduce al disvalore (perdersi lo spettacolo e non supportare la propria squadra).

Si possono individuare, fra quelle proposte da R. Cialdini, le armi della persuasione sfruttate dal messaggio pubblicitario: l’identificazione (nel tifoso che è costretto a rinunciare alla partita), la simpatia (dell’emittente, ma anche dei personaggi lillipuziani) e (anche se Cialdini non la cita) la complicità.

COMPETENZA LINGUISTICA E COMPETENZA ENCICLOPEDICA

Il messaggio, di non difficile ma nemmeno immediata decodifica, chiama in causa vari ambiti di riferimento e implicazione culturale: da “Gulliver” all’immagine (tipica dei cartoon) del diavoletto che si posa sulla spalla dei personaggi e prova ad influenzarne in senso negativo le decisioni, passando per l’immaginario calcistico (si pensi all’uso dei videofonini per immortalare le emozioni degli stadi; inoltre, Vodafone è lo sponsor ufficiale dell’Arsenal, squadra che partecipa alla Champions’ League).

Infine, una possibile lettura erronea (o “inquietante”, o “aberrante”) del messaggio pubblicitario: i piccoli tifosi possono essere interpretati, visto anche l’atteggiamento del protagonista nei loro confronti, come fonte di seccatura, disturbo e imbarazzo. Risulta pertanto facile identificarli con il telefono cellulare: gli schiamazzi e le trombe dei mini-supporters diventano, per analogia, la suoneria del telefonino che suona nei momenti meno adeguati, sino a divenire una vera e propria ossessione (il gesto del protagonista che “schiaccia” il tifoso con un rotolo di carta igienica è analogo a quello dell’uomo che, seccato, spegne il cellulare).

Annunci

Azioni

Information

7 responses

20 04 2008
anna

se fosse possibile mi servirebbe ricevere un’analisi di una qualche pubblicità trasmessa sulle reti mediaset, riguardante un prodotto francese (ad esempio un profumo dior, oppure della peugeot). ne ho bisogno per lo sviluppo della tesina di maturità. grazie

21 04 2008
alteraego

Ciao, allarghiamo allora la domanda a chi volesse contribuire. cmq la griglia di analisi può essere facilmente applicata a ogni pubblicità

5 12 2008
valentina

è possibile avere un aiuto per analizzare la pubblicità “tubiamo” dei baci perugina? mi serve x la tesi al più presto grazie ciao

10 01 2009
Angela

help… qualcuno potrebe aiutarmi a capire come è meglio fare l’analisi di spot pubblicitari DOVE?

30 04 2009
Michele

potrei per favore ricevere tramite mail l’analisi di una campagna pubblicitaria (pure questa della vodafone va bene, casomai approfondita negli aspetti riguardanti la valutazione dei risultati) ? mi serve per la tesi finale dal titolo “efficacia delle campagne pubblicitarie” con l’approfondimento riguardo l’analisi di un caso. Vi ringrazio.

30 06 2009
annarita

ciao, devo analizzare la campagna pubblicitaria di lancio delaìla nuova fiat 500 per le mia tesi in economia e tecnica della comunicazione e non so da dove iniziare!!!! avete qualche aiuto???? anche l’analisi di altre campagne pub. grazie

30 11 2010
luigi

Ciao potreste inviarmi tramite mail l’analisi dello spot pubblicitario dell’adidas (impossible is nothing) qualnque esso sia mi serve per la tesi… Grazie mille!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: