Lost 6×01 6×02 – LA X

23 02 2010


Titolo originale: LA X

Data originale di tramissione: 2 Febbraio 2010

Scritto da: Damon Lindelof & Carlton Cuse

Diretto da: Jack Bender

Centric: Jack

Promo: http://www.youtube.com/watch?v=tH6znErbVbc

Riassunto: /

Fatti salienti:

– I Losties bloccati nel 1977 tornano nel 2007 in seguito all’esplosione della bomba H nel cratere del Cigno;

– Juliet muore fra le braccia di Sawyer, che incolpa e minaccia Jack, considerandolo il responsabile del mancato azzeramento degli eventi;

– Hurley, su ordine di Jacob, porta il moribondo Sayid al Tempio: qui i Losties sono catturati dagli Altri e condotti all’interno;

– Gli Altri tentano di salvare Sayid, che annega e poi però resuscita;

– Bram e i suoi compagni (eccetto Ilana) attaccano il finto Locke che, tramutatosi in fumo nero, li uccide tutti e poi, con Alpert sulle spalle, si dirige verso il Tempio;

– In una seconda linea temporale, il volo 815 atterra a Los Angeles senza difficoltà.

.

Spunti di riflessione:

RIAVVIA IL SISTEMA? Vediamo il volo Oceanic 815, partito da Sidney e diretto a Los Angeles il 22 Settembre 2004, arrivare felicemente a destinazione. Il piano di Jack è riuscito? La realtà vissuta dai Losties è stata davvero azzerata, riportandoli al giorno della partenza e ripristinando il “sistema”? In realtà, qualche differenza rispetto a quel primo 22 Settembre 2004 possiamo coglierla, personaggio per personaggio.

.

JACK Analogie: rientra da Sidney con la bara del padre e ha fretta di celebrare il funerale per mettersi questa vicenda alle spalle; Non disdegna qualche drink pur non avendo nessun tipo di problema con l’alcol; è un chirurgo spinale.
Differenze: ha una ferita sul collo; sembra improvvisamente spaesato (il dubbio che nella sua mente affiori qualche ricordo dell’esperienza dell’isola c’è); incontra un uomo di nome Desmond; non è seduto al posto 23 ma al 24 (lontano comunque dall’ala dell’aereo).

.

KATE Analogie: E’ una fuggiasca; è stata catturata in Australia dal detective Mars che ora la scorta a Los Angeles; sale sul volo 815 ammanettata).
Differenze: Ruba una penna a Jack per liberarsi poi dalle manette; non è interessata al contenuto della valigetta di Mars, che abbandona dandosi alla fuga.

.

HURLEY Analogie: Ha vinto alla lotteria ed è diventato ricco; ha acquistato la catena di fast food Mr. Cluck’s presso cui lavorava; sull’aereo ascolta la musica con le cuffie e mantiene il suo carattere bonaccione.
Differenze: Si ritiene fortunato: la maledizione dei numeri quindi non l’ha perseguitato, e di conseguenza le varie sciagure che hanno colpito lui e la sua famiglia non sono avvenute; il suo fast food non è mai stato distrutto da un asteroide, anzi va a gonfie vele e lui gli fa pubblicità.

.

CHARLIE Analogie: Si droga e anche sull’aereo si chiude in bagno per sniffare; è un musicista.
Differenze: Non butta la droga nello scarico ma la ingoia: per questo rischia la vita e, salvato da Jack, verrà arrestato dalla polizia all’arrivo; il bagno in cui si chiude non è quello della prima classe ma si trova in coda.

.

BOONE E SHANNON Analogie: Boone è andato a Sidney per aiutare Shannon, che credeva minacciata dal fidanzato: si tratta però di una truffa ordita dai due.
Differenze: Shannon è rimasta a Sidney: evidentemente il fidanzato non l’ha scaricata.

.

ROSE E BERNARD Analogie: Bernard si trova in bagno al momento della turbolenza; Rose ha i capelli corti, potrebbe essere a causa della sua malattia.
Differenze: Rose non è terrorizzata dalla turbolenza, anzi è lei a rassicurare Jack al suo fianco; inoltre non porta al collo la fede di Bernard (che quando vola gliela affida): forse perchè i due non sono sposati?

.

CLAIRE Analogie: la vediamo su un taxi fuori dall’aeroporto: le tempistiche (gli altri passeggeri sono in coda appena prima di lei) suggeriscono che anche lei abbia preso il volo 815.
Differenze: Dall’inquadratura ravvicinata a bordo del taxi, non si riesce a capire se sia incinta o meno.

.

JIN E SUN Analogie: Jin esercita una forte autorità nei confronti della moglie e le impone norme e costumi (le chiede di abbottonarsi la camicetta); Sun sembra scontenta della relazione con Jin; Jin deve portare un orologio di valore in Usa, non sappiamo se per conto del Sig. Paik; non si comprende se Sun menta circa la propria comprensione dell’inglese.
Differenze: Jin e Sun non sono sposati: non indossano la fede e inoltre Sun viene chiamata in aeroporto col suo cognome da nubile, Paik.

.

SAWYER Analogie: il carattere spaccone.
Differenze: sconosciute (dovrebbe quindi avere una figlia di nome Clementine).

.

SAYID Analogie: Sembra aver conservato la predisposizione all’azione (apre la porta del bagno con un calcione ben assestato); è alla ricerca di Nadia, probabilmente con l’aiuto dell’Fbi dopo l’affare in Australia.
Differenze: Ha un passaporto iraniano che però lo identifica con nazionalità irachena.

.

ARTZ Analogie: Sconosciute.
Differenze: Riconosce Hurley come testimonial della pubblicità di Mr. Cluck’s e relativo possessore.

.

CINDY Analogie: E’ una hostess a bordo del volo 815.
Differenze: Serve a Jack un solo drink extra; chiama un dottore vista la prolungata assenza di Charlie (nel “primo” volo la turbolenza glielo impedì).

.

LOCKE Analogie: E’ paralizzato in maniera irreversibile; è stato in Australia per partecipare a un Walkabout; fa un lavoro poco entusiasmante (il rappresentante o “qualcosa di simile”).
Differenze: Dice a Boone di aver partecipato al Walkabout in Australia, ma probabilmente sta mentendo.

.

DESMOND Analogie: Ha l’abitudine di chiamare gli altri “fratello”, quindi dovrebbe essere stato in monastero; Jack sembra riconoscerlo: forse per il fatto di essersi incontrati nel 2001 allo stadio, prima della sua partenza per la regata. Forse, però, Jack se lo ricorda perchè affiorano in lui reminiscenze dell’esperienza isolana.
Differenze: E’ a bordo del volo 815 invece di trovarsi sull’isola e causare, tardando ad inserire i numeri nel computer del Cigno dopo aver ucciso Kelvin, proprio la caduta dell’aereo; è sposato: evidentemente mamma Faraday non ha potuto intervenire sulla sua vita.

.

GLI ALTRI Non abbiamo notizie circa la presenza o meno a bordo dei vari Michael, Walt, Libby, Ana Lucia, Eko, Nikki, Paulo, Zack, Emma e Vincent. Come detto, Shannon è l’unica persona che sappiamo con certezza non essere sull’aereo. Frank Lapidus, invece, è ancora riuscito a non essere il pilota del volo 815: il comandante infatti è Seth Norris, lo stesso che abbiamo già visto essere sbranato dal mostro il primo giorno sull’isola.

.

REALTA’ PARALLELA? Quella che vediamo in questa puntata è una realtà parallela? In teoria, se le cose fossero andate come Jack e Faraday speravano, l’esplosione della bomba H sull’isola avrebbe dovuto azzerare gli eventi visti fin qui e riportare normalmente gli eventi alla data cruciale del 1977 (quando, secondo Faraday, inizia la catena di eventi che portrà alla caduta del volo 815): la mancata implosione nel Cigno e quindi l’assenza del countdown e dell’addetto ai numeri Desmond impedirebbero, una volta giunti al 2004, la caduta del volo 815 finito in una delle finestre temporali che permettono l’accesso all’isola. Tuttavia, questa soluzione andrebbe incontro a un paradosso non da poco: solo grazie al fatto che il loro aereo è precipitato sull’isola i losties sono riusciti nel 2004 a tornare indietro nel tempo e a far esplodere la bomba H sull’isola, quindi senza incidente aereo non ci sarebbe neppure la possibilità di azzerarlo.
Posto che difficilmente gli eventi di questa puntata possono considerarsi semplici “what if”, cioè un “come sarebbe andata” se l’aereo non fosse precipitato, e scartata la teoria che si tratti di un altro volo (antecedente o posteriore all’815 del 2004) poichè i passeggeri non si conoscono, si potrebbe supporre che a partire dal 1977 la linea temporale si sia come “sdoppiata”: in un caso, gli eventi sono proseguiti come li abbiamo sempre visti fin qui, cioè con l’incidente (causato proprio dalla bomba H), il bunker, Desmond, il volo 815 che cade sull’isola, i losties che tornano indietro nel tempo e poi (dopo l’esplosione della bomba H) sono nuovamente sbalzati nel presente (2008) insieme a Sun e Ben (a questa linea appartengono gli eventi on island di questa puntata; nell’altro caso, l’esplosione della bomba H ha determinato una nuova sequenza di eventi, che prevede nel 2004 il normale atterraggio del volo 815 a Los Angeles e tutti i particolari precedentemente menzionati alla voce “differenze”: in questa linea, l’isola si trova sul fondo dell’oceano..
E’ davvero così? E se sì, le due linee sono destinate a riunirsi? Qual è la “vera” realtà?

.

IN FONDO AL MAR Già, in questo 2004 alternativo, l’isola è sprofondata nelle profondità marine: sarà per effetto dell’esplosione della bomba H (che ha di fatto distrutto l’isola) nel 1977 oppure per qualcosa che è successo dopo?

.

ARCHEOLOGIA In realtà, sul fondo dell’oceano possiamo osservare diversi reperti che ci sono familiari, dalle case del villaggio Dharma al piedone della statua a quattro dita: tutti oggetti che, in teoria, l’esplosione della bomba H avrebbe dovuto distruggere. Sembra dunque che l’isola si sia limitata a sprofondare, quale che sia la causa.

.

TERMINE POST QUEM Tra l’altro, la presenza di Dharmaville e il simbolo ottagonale impresso sulla coda dello squalo che serpeggia sul fondale marino ci confermano che, al momento del suo inabissamento, sull’isola il progetto Dharma era già arrivato. Ricordo che il progetto Dharma nasce nel 1970 e si esaurisce con la Purga (fine anni ’80-inizio ’90).

.

UN’ALTRA VITA A bordo del volo 815, Jack sembra come risvegliarsi da un sogno, appare molto spaesato e turbato: che abbia dei ricordi latenti della precedente esperienza da lui stesso “cancellata” con l’esplosione della bomba H? Jack sembra avere dei dejà vu quando inizia la turbolenza, quando sente Desmond chiamarlo “fratello” (“Ci siamo già visti per caso?”): in questo caso, però, la reminiscenza potrebbe risalire al loro precedente incontro datato 2001. Anche Sawyer sembra stranito al sentire Hugo che dice di aver vinto alla lotteria.

.

LE FERITE CHE TI PORTI FUORI La vera “novità” di Jack è però la ferita che ha sul collo: una novità anche per lui, dal momento che il dottore sembra proprio non capacitarsi di quel taglio. O è antecedente, o è un “residuo” della linea temporale che Jack ha in un certo senso abbandonato.

.

OBIEZIONE DI COSCIENZA Quando fa ritorno al suo posto dopo aver salvato Charlie, Jack non trova più Desmond: quest’ultimo sembra sparito, Rose e Bernard non ne sanno niente perchè “stavamo dormendo”. Desmond è semplicemente tornato al suo posto o c’è di più? E cosa ci fa proprio a bordo dell’aereo che, nell’altra realtà, era stato lui a fare cadere? Non dimentichiamoci che Desmond è eccezionalmente “speciale”, in quanto viaggiando con la sola coscienza (invece che con corpo e coscienza) non sottosta alle regole dei viaggi nel tempo valide per tutti gli altri: e se Desmond fosse anche capace di muoversi da un universo possibile ad un altro, se fosse cioè in grado di viaggiare tra le due linee temporali? Questa è una delle teorie più gettonate dei fan.

.

CIO’ CHE E’ PERSO E’ PERSO Una volta a terra, non pochi passeggeri vanno incontro a diverse peripezie. A Jack la Oceanic è riuscita a smarrire il carico: la bara che riportava a casa il cadavere del padre.

.

QUALCUNO HA VISTO IL MIO PAPA’? La scomparsa del corpo di Christian Shephard sembra dunque essere una costante in entrambe le linee temporali: sull’isola, addirittura, la cassa contenente il cadavere viene rinvenuta vuota e Christian è visto ripetutamente da Jack, Locke, Michael, Sun e Lapidus (ma sappiamo dei poteri del fumo nero di prendere le sembianze dei morti). Inoltre, in aeroporto, Locke dirà a Jack “Loro non hanno smarrito suo padre, ma soltanto il suo corpo”.

.

IL SIGNORE DEI COLTELLI A Locke è andata un po’ meglio: gli hanno “solo” smarrito una valigia, probabilmente quella con i coltelli che, nell’altra linea temporale, ha portato sull’isola, garantendo la possibilità di cacciare.

.

AVERE LA SCHIENA A PEZZI Proprio all’ufficio oggetti smarriti Jack incontra per la prima volta Locke in questo universo: informatosi sulla sua disabilità, Jack gli rivela di essere un chirurgo spinale e gli lascia il proprio biglietto da visita affermando che “nulla è irreversibile”. L’uomo di fede si affiderà all’uomo di scienza?

.

NIENTE DA DICHIARARE? Il bagaglio di Jin viene perquisito e il koreano è nei guai: mazzette di banconote di piccolo taglio, per un importo ben superiore ai 10mila dollari che è consentito importare negli Usa insospettiscono non poco il personale della sicurezza. Questo fa parte del suo lavoro, per il padre di Sun? Quest’ultima, comunque, pare all’oscuro di tutto.

.

THELMA & LOUISE Kate, invece, dopo essersi liberata delle manette e di Mars (con l’aiuto involontario di Sawyer), inizia la sua fuga disperata sequestrando un tassista e una donna (Claire). Il poliziotto, tuttavia, le sta alle calcagna.

.

BOMBA O NON BOMBA Sull’isola, seguiamo le vicende relative alla linea temporale che abbiamo sempre visto fin qui (quella in cui il volo 815 cade sull’isola il 22 Settembre 2004), fedele al diktat Faradayano “what happened happened”: l’esplosione della bomba H nel cratere del Cigno ha in qualche modo riportato i viaggiatori temporali nel presente (2007), nella stessa epoca in cui si trovano i passeggeri del volo Ajira Airways. Dal punto di vista temporale, è sempre successo così: nel 1977 l’esplosione di una bomba H provocata da uomini provenienti dal futuro (2004) ha causato il famoso incidente: per questo motivo all’interno del Cigno (stazione Dharma destinata originariamente a esperimenti sull’elettromagnetismo) è stato installato un computer, in cui due operatori a turno devono inserire un codice ogni 108 minuti per evitare lo sprigionamento della sacca di energia presente naturalmente in quel luogo che l’esplosione ha liberato. Desmond, finito casualmente sull’isola e portato nel bunker da Kelvin nel 2001, il 22 Settembre tarda ad inserire i numeri e causa il Collasso di Sistema che fa cadere il volo 815. Nel 2007 un secondo aereo, il volo Ajira 316, precipita sull’isola con a bordo, tra gli altri, Sun, Ben, Lapidus e Ilana. Pochi giorni dopo, Jacob viene ucciso dal suo nemico e i viaggiatori temporali finiti nel 1977 fanno ritorno in quest’epoca.

.

CRATERI IERI E OGGI Anche Juliet riesce a tornare nel presente, malgrado si trovi in fondo al cratere del Cigno e abbia appena fatto detonare la bomba: questo perchè è ancora viva (i corpi privi di vita, Charlotte docet, non viaggiano nel tempo). Nel presente, il luogo in cui giace è diventato il cratere causato dal Failsafe attivato da Desmond con la chiavetta, in seguito a cui il bunker è imploso.

.

PUO’ PRODURRE EFFETTI INDESIDERATI Gli effetti prodotti dalla bomba non sono molto diversi da quelli causati a suo tempo dall’attivazione della chiavetta del Failsafe ad opera di Desmond: il cielo che si illumina, le persone coinvolte scaraventate lontano e stordite, momentaneamente private di udito o parola. Tuttavia, malgrado sia il Failsafe la causa scatenante dei viaggi coscienziali di Desmond, possiamo sicuramente escludere che anche in quell’occasione i vari Eko, Locke e Charlie abbiano viaggiato nel tempo.

.

UN CAFFE’ NON ALLUNGA LA VITA Juliet muore tra le braccia di Sawyer poco dopo che quest’ultimo è riuscito a liberarla dalle macerie. Le sue ultime parole sono molto strane (“Prendiamoci un caffè un giorno o l’altro, e ognuno paga per sè”), perchè assolutamente fuori contesto: come se provenissero da un’esperienza passata vissuta dalla stessa Juliet… oppure da un’esperienza avvenuta in un’altra linea temporale.

.

MA HA FUNZIONATO O NO? Dopo averne seppellito il corpo, infatti, Sawyer costringe Miles a farsi portavoce di Juliet. Sfruttando il suo tuttora misterioso potere, Miles rivela il messaggio che Juliet vuole consegnare a Sawyer: “Ha funzionato”. Si riferisce al piano di far esplodere la bomba ed eliminare tutti i precedenti eventi? E perchè allora solo poco prima aveva detto a Sawyer l’esatto contrario? Apparentemente, è come se Juliet (anche alla luce su ciò che “dirà” da morta) fosse riuscita in punto di morte a viaggiare nell’altra linea temporale. E’ una teoria tutta da dimostrare, eppure sappiamo che già Charlotte e Minkowski nei loro ultimi momenti di vita avevano viaggiato con la coscienza (alla Desmond, per intenderci) nel proprio sè passato (“Non posso mangiare la cioccolata prima di cena”).

.

IL VIOLINISTA SENZA BRACCIO Dopo la morte di Juliet, i losties si recano al Tempio allo scopo di salvare Sayid, su indicazione di Jacob (tramite Hurley) e sotto la guida di Jin (che lo visitò tre anni prima, nel 1988) insieme alla spedizione dei francesi. Anche loro discendono tra le crepe del muro esterno che (Ben dixit) protegge e nasconde il Tempio: qui sono ancora presenti i resti del corpo di Montand, l’uomo francese che fu trascinato dal mostro e perse il braccio. Gli altri compagni, usciti trasformati dall’incontro con il fumo nero, li uccise la Rousseau a uno a uno, credendoli malati.

.

LA CASA DEL FUMO Già due spedizioni di persone in questo luogo hanno incontrato il fumo nero: prima, appunto, i francesi, poi (solo pochi giorni prima rispetto agli eventi di questa puntata) Ben. Sembra dunque che il fumo abiti nei sotterranei del tempio (ricordate la botola piena di buchi da cui fuoriesce una volta evocato da Ben?), più in profondità però rispetto al luogo dove si trovano Jack e compagni: nel pavimento, infatti, è ancora presente la buca che ha fatto cadere Ben nei sotterranei, dove ha incontrato il mostro.

.

MA CHE TEMPIO D’EGITTO E infatti i Losties fanno presto conoscenza non del mostro ma degli inquilini del Tempio, che li stordiscono e poi li trascinano all’interno: il Tempio appare proprio come un luogo sacro, un’altra antica costruzione riconducibile ai primi abitanti dell’isola, una misteriosa civiltà primigenia, proprio come la statua di Tawaret o i geroglifici incisi su varie pareti.

.

ALTRI ALTRI Gli inquilini del Tempio sono Altri: stando alle parole di Richard Alpert già nella precedente stagione, un secondo gruppo di others si trovava proprio al tempio. Vista la presenza di alcuni codisti del volo 815 rapiti in precedenza è certo che si tratta degli stessi Altri comandati da Ben: tuttavia questi sembrano avere una maggiore connotazione mistico-religiosa di matrice orientale (induista, perlopiù), seguono le direttive di quello che sembra un sacerdote (e del suo traduttore) e sono in contatto diretto con Jacob, che a quanto pare spesso fa loro visita (“Quando verrà Jacob?”, chiedono a Hugo).

.

QUELLI DELLA CODA Finalmente rivediamo alcuni dei passeggeri del volo 815 rapiti dagli Altri: i due bambini Zack ed Emma (sezione di coda) portano cibo a Jack e compagni, mentre Cindy, la hostess misteriosamente scomparsa durante la traversata dell’isola, riconosce immediatamente i suoi ex compagni di volo. Vista la sua totale adesione agli Altri e ai loro ideali, ancora è poco chiaro se sia stata davvero rapita e abbia subito il lavaggio del cervello, oppure se fosse d’accordo sin dall’inizio con gli others (anche se abbiamo visto come la tesi del complotto si sia molto affievolita).

.

ANKHORA LISTE Gli Altri del Tempio sembrano non avere grande interesse verso i passeggeri “del primo aereo”, come li definisce Cindy (segno dunque che gli others sono al corrente del volo Ajira 316 precipitato pochi giorni prima sull’isola: saranno già scattate le liste?), e danno ordine addirittura di ucciderli. Solo quando Hurley rivela di essere stato mandato da Jacob, gli Altri abbandonano l’atteggiamento ostile e si concentrano sul contenuto della custodia di Hugo (donatagli dallo stesso Jacob): un ankh di legno – simbolo della reincarnazione già portato in mano dalla statua di Tawaret e ciondolo al collo del marito di Amy – che contiene l’ennesima lista di Jacob.

.

UN NOME E’ PER SEMPRE Il contenuto del papiro non è noto, tuttavia il fatto che gli Altri vogliano conoscere i nomi dei Losties sembra suggerire che essi vogliano controllare la presenza di questi nomi sul foglio. Non sono note le istruzioni riportate da Jacob accanto ai nomi di Kate, Jack, Hurley, Sayid e Jin (e anche di Sawyer e Miles, catturati poco dopo?), ma solo che “se il tuo amico muore, siamo tutti in un mare di guai”. Però emerge ancora una volta il ruolo fondamentale che i losties ricoprono nella storia (e forse addirittura nella vita) dell’isola.

.

LA MORTE DEL GUERRIERO Perchè tanto interesse per la sorte di Sayid, ferito dal padre di Ben nella sparatoria del 1977 e decisamente impaurito dall’aldilà dopo una vita passata a torturare e uccidere la gente? Non lo sappiamo. Però il fatto strano è che gli Altri sembrano contribuire più che altro alla sua morte, immergendolo prima e annegandolo poi nell’acqua della sorgente del Tempio. Inoltre, quando affermano che Sayid è morto, non si mostrano altrettanto preoccupati.

.

FONTE DI DOLORE Sayid è immerso nell’acqua della sorgente, che a quanto pare ha poteri miracolosi (del resto la stessa isola ha proprietà curative): la fonte sembra donare vita al moribondo iracheno, che poi però è dichiarato morto dalle stesse persone che l’hanno trattenuto a forza sott’acqua, annegandolo. La clessidra del Tempio scandisce interminabili secondi, evidentemente necessari perchè la “cura” sia completa ma fatali a Sayid: l’iracheno muore perchè ferito troppo gravemente, per volontà degli Altri che lo tengono troppo tempo sott’acqua oppure perchè la sorgente ha perso la sua proprietà miracolosa?

.

ACQUA AZZURRA, ACQUA CHIARA Quando gli Altri accedono alla sorgente, infatti, notano che l’acqua ha cambiato colore, sembra sporca ed è sicuramente impura. Il loro sacerdote si ferisce ad una mano e la immerge, probabilmente per verificare la capacità cicatrizzante della fonte, con scarsi risultati. Perchè allora gli Altri, pur sapendo della contaminazione della sorgente, vi hanno immerso Sayid, la cui morte è considerat tanto pericolosa? E per quale motivo la fonte è impura? Forse a causa della morte di Jacob?

.

POSSESSIONE Dopo essere stato dichiarato morto (indirettamente, anche da Jack), Sayid riprende miracolosamente vita. Come è possibile? Visto ciò che è successo a Locke, dobbiamo dubitare che quello sia davvero Sayid? Certamente non è lo stesso individuo/mostro di fumo che ha preso le sembianze di John: quello è ancora alla statua a quattro dita. Potrebbe essere Jacob, allora? In fondo, è stato proprio lui apparendo ad Hurley da morto (“sono morto da un’ora”) a ordinare di portare Sayid al tempio: era tutto studiato per prendere possesso del suo corpo?

.

CORPO LIBERO Al Tempio, tuttavia, accade qualcosa di diverso rispetto a quanto abbiamo visto con Locke: il fumo nero (o l’individuo che lo controlla) prende le sembianze di Locke – e ne carpisce i pensieri, tipico del fumo nero – senza fare uso del corpo di quest’ultimo, che infatti rimane chiuso nella cassa di Ilana. Il corpo di Sayid, invece, riprende improvvisamente vita dopo essere stato privo di sensi: se si tratta di Jacob, allora dobbiamo ipotizzare che egli abbia il potere di possedere il corpo esanime di qualcuno, mentre il suo nemico ha solo la capacità di creare dei simulacri di individui defunti partendo dal loro corpo (e infatti, quando Bram e compagni sparano al finto Locke, il proiettile passa attraverso il corpo).

.

CIO’ CHE E’ MORTO E’ MORTO? E il povero Sayid, è morto definitivamente per cedere il proprio corpo ad altre misteriose entità impegnate in una reciproca guerra? Quello che improvvisamente si rianima chiede “Cosa è successo?” con aria spaurita: non è comunque un indizio sufficiente per capire se sia lui o meno, visto che anche il fumo nero divenuto Locke si appropria di esperienze e pensieri che erano di John.

.

MENTITE SPOGLIE Già, perchè, nel caso non fosse stato ancora chiaro, quello che è ricomparso sull’isola non è il vero John Locke bensì il nemico di Jacob, che dopo aver fatto in modo di far tornare Locke sull’isola in forma di cadavere ne ha assunto sembianze e ultimi pensieri per poter trovare la scappatoia al fine di uccidere il suo acerrimo rivale – Jacob, appunto – che altrimenti non potrebbe nemmeno avvicinare. Questa situazione si palesa definitivamente quando, di fronte ai compagni di Ilana entrati prepotentemente nella sala sotto il piedone, il nemico di Jacob è costretto ad abbandonare le mentite spoglie di John per diventare ciò che è realmente: il fumo nero (“Mi dispiace che tu mi abbia visto così”).

.

LE MEMORIE DI JOHNATAN LOCKE Nel dialogo con Ben, in cui gli rivela gli ultimi pensieri di Locke, il nemico di Jacob traccia una breve ma significativa analisi di John e della condizione che, appena arrivato sull’isola, lo ha reso speciale ai suoi occhi: “Era debole e penoso e irrimediabilmente spezzato. Ma nonostante tutto ciò c’era qualcosa di ammirevole nella sua persona: era l’unico fra tutti che non voleva andarsene, era l’unico di loro che capiva quanto fosse patetica la vita che aveva vissuto fino a quel momento”. Alla luce di queste parole, ecco spiegato l’incontro tra il mostro di fumo e John nei primissimi giorni di permanenza sull’isola: il nemico di Jacob l’ha “scannerizzato” e l’ha subito scelto come propria pedina nella partita a scacchi contro Jacob.

.

GUARDIE DEL CORPO (MORTO) Ecco svelato il ruolo svolto dall’equipe di Ilana e dei suoi soci, al motto di “cosa giace all’ombra della statua?”: sono una sorta di guardie del corpo di Jacob, in fin dei conti poco efficaci se entrano in azione quando ormai il danno è fatto e dimostrano scarsa dimestichezza con le pratiche anti-fumo: l’intera squadra è stata azzerata (Bram compreso), fatta eccezione per Ilana.

.

E CENERE RITORNERAI A proposito della sorte di Jacob, il suo corpo sembra essere evaporato nel fuoco “sacro”, mentre la sua immagine va in giro per la giungla dicendo (ad Hurley, l’unico in grado di vedere i morti) di essere morto. Jacob, che anche da morto mantiene le medesime sembianze, inoltre ha già confermato a Hugo (ep. 5×16) che il suo è un dono e non un indizio di follia.

.

E.T. TELEFONO CASA Il nemico di Jacob è finalmente riuscito nel suo obiettivo, uccidere Jacob. Pare però che questo sia solo un passaggio necessario per raggiungere il proprio scopo finale: “voglio tornare a casa“. Cosa intende il mostro (ma lui dice di essere una persona: “non che cosa sono, ma chi sono”) con tornare a casa? Certo è che gli Altri presenti al Tempio preparano le barricate per “impedire a lui di entrare” nel luogo che, in forma di fumo nero, di fatto abita o ha già abitato.

.

CENERI AL VENTO Appena saputa la notizia della morte di Jacob, infatti, al Tempio hanno subito preso precauzioni: tutte le sentinelle, armate, sulle mura e cenere sparsa lungo il perimetro dell’edificio. La cenere pare al momento l’unico rito in grado di tenere lontano il temutissimo nemico di Jacob/fumo nero: anche Bram, nell’estremo tentativo di salvarsi, traccia intorno a sè un cerchio di cenere che impedisce al fumo nero di avvicinarsi a lui. Così come sappiamo che fino a pochi giorni prima il nemico di Jacob era confinato (almeno la sua “persona”, visto che in forma di fumo nero è libero di scorazzare per la giungla) nella cascina che si credeva di Jacob (e che, stando ad Ilana, quest’ultimo ha abitato in passato) proprio grazie ad un cerchio di cenere. Cerchio di cenere che, tuttavia, qualcuno ha rotto, permettendo al mostro di assumere le sembianze di Locke e di raggiungere Richard.

.

LE CATENE DELL’UOMO SENZA ETA’ Un Richard Alpert che sembra assolutamente attonito di fronte agli ultimi eventi, completamente inerme di fronte ad una situazione che gli è sfuggita di mano: prima non riesce ad impedire a Bram e compagni di entrare al cospetto di Jacob, poi viene messo ko dal finto John Locke. I due sembrano conoscersi e reincontrarsi dopo lungo tempo: “Ciao Richard, sono felice di vederti libero da quelle catene”. Le catene cui accenna il nemico di Jacob sono quelle che tenevano prigioniero lui, quelle metaforiche con cui Jacob aveva assoggettato Richard (il dono dell’eterna giovinezza) oppure quelle fisiche di una presunta prigionia di Richard a bordo della Black Rock (una delle teorie più gettonate, infatti, è quella che identifica i primi Ostili con l’equipaggio della Roccia Nera)?

.

BEN SERVITO Il nemico di Jacob non risparmia apsre critiche nei confronti nemmeno degli Altri presenti alla spiaggia (“Sono terribilmente deluso da tutti voi!”), i quali, per quanto avvisati del pericolo imminente dal razzo lanciato dal tempio, sembrano piuttosto confusi. Altrettanto si può dire di Ben, che tuttavia pare aver intuito l’identità del nemico di Jacob e di essere stato usato in un gioco più grande di lui.

.

SUSSURRI Poco prima che i Losties vengano catturati fra le mura che circondano il Tempio, si sentono chiaramente i bisbigli misteriosi che tante volte sono stati uditi sia poco prima che entrassero in azione gli Altri sia poco prima che comparisse il fumo nero. In questa occasione sembra proprio che facciano pate di una precisa strategia degli others per catturare gli intrusi, avvalorando così le parole pronunciate dal giovane Ben alla Rousseau in occasione del rapimento di Alex (“Se vorrai sopravvivere, quando sentirai dei sussurri, corri nella direzione opposta”).

.

QUANDO Sull’isola è il2007: sono trascorsi due giorni dall’incidente del volo Ajira 316, i viaggiatori temporali ritornano nel presente e si recano al Tempio mentre il gruppo degli Altri (con Sun, Ben e il finto Locke) si trova ai piedi della statua.
Il volo Oceanic 815 è datato 22 Settembre 2004.

.

.

Curiosità:.

.

TITOLO LA X è il vero nome dell’aeroporto internazionale di Los Angeles. Nei mesi precedenti alla premiere, molte ipotesi sono state fatte circa questo nome, teorizzando anche un possibile legame alle variabili matematiche (tanto care a Faraday).

.

EFFETTI A fare da “tendina sonora” tra le vicende on island e quelle che invece si svolgono nella realtà alternativa non è più il tipico suono dei flashback/flashforward bensì un rombo di motore d’aereo. La tecnica narrativa che alterna le due linee temporali è stata invece presto ribattezzata “flash sideway”.

.

IRONIA DEL DESTINO Sull’aereo della nuova linea temporale ci sono molti richiami a precedenti vicende che sono avvenute sull’isola: Charlie è salvato da Jack (proprio come dopo la sua impiccagione) e appena si sveglia le sue prime parole sono “Sono vivo…?” (Charlie muore nello Specchio); Boone e Locke discutono circa le possibilità di ammaraggio in caso di incidente aereo, proprio come avviene nell’altra realtà; Boone ritiene che, in caso di pericolo, le sue maggiori chance di salvezza consisterebbero nell’affidarsi a Locke: ciò accade anche sull’isola, ma porta Boone alla morte; Jack offre aiuto a Locke e gli stringe la mano: sull’isola i ruoli sono esattamente invertiti dal momento che è Locke a porgere la propria mano e il proprio aiuto a Jack quando sta per cadere in un burrone (ep. 1×05) .

.

LEGGERE A BRACCIO Il libro che Losties trovano nel bagaglio del defunto Montand, nelle viscere del tempio, è “Timore e Terrore” di Kierkegaard, pubblicato nel 1843 con lo pseudonimo di Johannes de Silentio: il libro parla, fra l’altro, di redenzione e del sacrificio di Abramo (tema al centro di un dibattito tra Desmond e l’abate nell’episodio 3×17).

..

.

.
Frasi da ricordare:

Il pentimento di Sayid

Sayid: Quando morirò… che cosa credi che mi capiterà?
Hurley: Cerca di non parlare, coso.
Sayid: Non riesco nemmeno a ricordare quante persone ho torturato, ucciso… in qualunque posto finirò, non sarà un posto piacevole.
Hurley: Sayid, piantala!
Sayid: Me lo merito.

Hurley incontra Jacob

Hurley: Dove vai, coso? E che ci fai qui? Insomma, ti incontro su un taxi e sai tutto di me, poi mi dai un biglietto aereo che guarda caso mi riporta sull’isola. Come facevi a saperlo? Oh? Mi senti, perchè non rispondi alle mie domande? Il mio amico Jin sta arrivando, quindi è meglio se la smetti…
Jacob: Il tuo amico Jin non potrà vedermi.
Hurley: Perchè no?
Jacob: Perchè un’ora fa sono morto.
Hurley: Oh, accidenti che sfortuna.
Jacob: Eh già…
Hurley: Come sei morto?
Jacob: Mi ha ucciso un vecchio amico che si era stancato della mia compagnia.
Hurley: Vuoi che faccia un’altra follia, vero?
Jacob: No, voglio che tu salvi Sayid, Hugo. Jin non può aiutarlo, devi portare Sayid al tempio, è l’unica possibilità che ha e tutti gli altri saranno al sicuro.
Hurley: Il tempio? E dovrei sapere che cos’è?
Jacob: Jin lo sa. Fatti portare al passaggio nel muro, dove è stato con la squadra francese. Attraverso quel passaggio nel muro si arriva al tempio. Hai ancora la custodia della chitarra?
Hurley: Sì…
Jacob: Portatela.
Hurley: Coso, ma tu chi sei?
Jacob: Sono Jacob.

Le ultime parole di Juliet

Juliet: Ciao…
Sawyer: Ciao… va tutto bene.
Juliet: Dove… dove siamo?
Sawyer: Non preoccuparti, va tutto bene. Ora ti tiro fuori di qui, ok?
Juliet: Non ha funzionato… siamo ancora sull’isola.
Sawyer: Va tutto bene, devo solo spostare questo affare per tirarti fuori, ora ti faccio uscire.
Juliet: No, ho colpito la bomba ma tu sei ancora qui.
Sawyer: Che hai fatto? Hai colpito la bomba… perchè?
Juliet: Volevo che tu potessi tornare a casa, volevo che tu non finissi mai su questa maledetta isola… ma non ha funzionato.
Sawyer: Non pensare a questo adesso, andrà tutto bene. Ti tiro fuori di qui e ce ne andiamo a casa tutti e due insieme, hai capito? Ok, ok ci sono, ti ho presa. Ok, tranquilla, tranquilla…
Juliet: Prendiamoci un caffè un giorno o l’altro…
Sawyer: Devo tirarti fuori da qui…
Juliet: …e ognuno paga per sè…
Sawyer: Ehi, Juliet… sono io…
Juliet: James…
Sawyer: Sì?
Juliet: Baciami.
Sawyer: D’accordo biondina.
Juliet: Devo dirti una cosa molto, molto importante….
Sawyer: Sì, dimmi… ti ascolto… Juliet? Dimmela… Oddio, sono qui, sono qui piccola mia…

Ben e il nemico di Jacob

Ben: Che cosa sei tu?
Locke: Non che cosa, Ben, ma chi sono.
Ben: Tu sei il mostro…
Locke: Non iniziamo con gli insulti!
Ben: Ti sei servito di me… Tu non avresti potuto ucciderlo, e hai fatto in modo che lo facessi io.
Locke: Io non ti ho fatto fare niente. Dovresti saperlo, era molto confuso quando l’hai ucciso.
Ben: Ho dei grossi dubbi che Jacob sia mai stato confuso.
Locke: Non sto parlando di Jacob, sto parlando di John Locke. Vuoi sapere a cosa stava pensando mentre tu lo uccidevi strangolandolo, Benjamin? Quale è stato il suo ultimo pensiero? Io non capisco, è stato. Non è una cosa di una tristezza assoluta? Ma in un certo senso è giusto, perchè quando John è arrivato su quest’isola era un uomo molto triste, una vittima: ce l’aveva con quelli che gli dicevano ciò che non poteva fare, anche se avevano ragione. Era debole e penoso e irrimediabilmente spezzato. Ma nonostante tutto ciò c’era qualcosa di ammirevole nella sua persona: era l’unico fra tutti che non voleva andarsene, era l’unico di loro che capiva quanto fosse patetica la vita che aveva vissuto fino a quel momento.
Ben: Che cosa vuoi adesso?
Locke: Questo è davvero ironico, Ben, perchè io voglio proprio la cosa che John non voleva: io voglio tornare a casa.

L’incontro Jack-Locke

Locke: Lei che cosa ha smarrito?
Jack: Come scusi?
Locke: Beh, a me hanno smarrito una valigia. A lei, invece?
Jack: Ah, se glielo dicessi non ci crederebbe.
Locke: Ci provi…
Jack: Hanno smarrito mio padre.
Locke: Come ha detto?
Jack: E’ morto in Australia qualche giorno fa e sono andato a prendere il corpo.
Locke: Le mie condoglianze.
Jack: Dovevano imbarcare la bara sull’aereo a Sidney, ma non l’hanno fatto. Pare sia in transito da qualche parte, che poi è il loro modo per dire che non sanno dove accidenti sia.
Locke: E come potrebbero?
Jack: Beh, sono loro che l’hanno presa in carico, avranno un sistema per rintracciare quello che…
Locke: No, non mi riferivo alla bara: come potrebbero sapere dov’è lui? Loro non hanno smarrito suo padre, ma soltanto il suo corpo. Comunque, la sua storia  più curiosa della mia: io nella valigia avevo soltanto dei coltelli.
Jack: Lei fa il rappresentante?
Locke: Già, qualcosa del genere. E’ stato un piacere conoscerla e le auguro di trovare la bara.
Jack: Le auguro di trovare i coltelli.
Locke: Sì, grazie.
Jack: Posso chiederle che cosa le è capitato? Mi scusi, glielo chiedo solo perchè io sono un chirurgo, non volevo…
Locke: Oh no, non importa, la chirurgia è inutile per me, mi hanno detto che il danno è irreversibile.
Jack: Niente è irreversibile. Se le interessasse un consulto… tenga, mi chiami pure. Offre la casa.
Locke: Jack Shephard. Io sono John, John Locke.
Jack: E stato un piacere, John.
Locke: Anche per me, Jack.

.

.

.

Video:

Saranno presto disponibili

.

Lascia un commento! (evitando gli spoiler)

.

Annunci




Lost 4×03 – L’Economista

5 08 2008

Titolo originale: The economist

Data originale di tramissione: 14 Febbraio 2008

Scritto da: Edward Kitsis e Adam Horowitz

Diretto da: Jack Bender

Centric: Sayid

Promo: http://www.youtube.com/watch?v=u-fEbBYhO7U&feature=related (sub ita), http://www.youtube.com/watch?v=NkLPMIZ1JUc (Fox italia)

Riassunto: Lost-central

Fatti salienti:

– Sayid, Kate e Miles partono alla volta di Otherville per recuperare Charlotte;

– Desmond viene chiaato in causa poichè Naomi aveva una sua foto nello zaino;

– Daniel scopre che l’isola ha 31 minuti di ritardo rispetto al mondo esterno;

– Sayid, ad Otherville, scopre una stanza segreta nella casa di Ben;

– Locke e i suoi tendono un’imboscata a Sayid, Kate e Miles e li fanno prigionieri ad Otherville;

– Sayid convince Locke a scambiarsi gli ostaggi: Miles e Charlotte;

– Sayid e Charlotte fanno ritorno da Jack, mentre Miles resta nelle mani di Locke e Kate sceglie di rimanere con Sawyer;

– Sayid e Desmond partono con Frank a bordo dell’elicottero, diretti sulla nave di Minkowski: vogliono conoscere la verità.

Leggi il seguito di questo post »





Lost 4×02 – Morte Accertata

30 07 2008

Titolo originale: Confirmed Dead

Data originale di tramissione: 7 Febbraio 2008

Scritto da: Drew Goddard e Brian K. Vaughan

Diretto da: Stephen Williams

Centric: I fantastici 4

Promo: http://www.youtube.com/watch?v=cIpR6BJqJtI (sub ita), http://www.youtube.com/watch?v=mCuV65Rphx0 (Fox italia)

Riassunto: Lost-central

Fatti salienti:

– Jack e Kate incontrano l’uomo che si è paracadutato dall’elicottero: si chiama Daniel, e dice che sull’elicottero c’erano altri suoi 3 compagni;

– Seguendo la traccia del segnalatore sul telefono satellitare, i tre raggiungono il secondo paracadutista, Miles, che li minaccia con una pistola accusandoli dell’uccisione di Naomi;

– Miles “parla” con il cadavere di Naomi e scagiona Jack e Kate; nel frattempo sopraggiungono Sayid e Juliet, che ristabiliscono i rapporti di forza in favore dei naufraghi;

– Il gruppo di Locke, diretto verso la capanna di Jacob, incontra la terza paracadutista, Charlotte: la portano con sè facendo perdere le sue tracce;

– Il gruppetto di Jack trova anche l’ultimo uomo, il pilota Frank Lapidus: con lui c’è anche l’elicottero, perfettamente integro;

– I 3 uomini scoprono che Juliet era già sull’isola, e rivelano lo scopo della loro missione: rintracciare Benjamin Linus;

– Charlotte minaccia di andarsene se Locke e i suoi non le daranno ascolto: per tutta risposta, Ben (con la pistola sottratta a Carl, le spara; la ragazza è salvata dal giubbotto antiproiettile;

– Locke decide di uccidere Ben, ma questi rinvia la propria esecuzione mostrando di essere in possesso di tutte le informazioni circa la nave di Minkowski: questo perchè ha un suo uomo infiltrato sulla nave.

Leggi il seguito di questo post »





OCTAGON GLOBAL RECRUITING – Il nuovo gioco legato a Lost

15 07 2008

Attenzione: questo gioco può contenere spoiler per chi non avesse ancora ultimato la visione della Quarta Stagione di Lost. Gli eventuali spoiler saranno segnalati con la scritta ***SPOILER***.

.

Octagon Global Recruiting è il nuovo ARG (Alternative Reality Game) legato a Lost: da tempo gli autori del telefilm e la casa di produzione (la ABC) organizzano, nella pausa tra una serie e quella successiva, dei giochi online che coinvolgono milioni di appassionati fan in tutto il mondo e che permettono di scoprire nuovi, importanti particolari riguardo le vicende di Lost.

.

Nel corso dell’ultima puntata della Quarta Stagione è stato trasmesso in America questo spot:

.

Il Progetto Dharma, dunque, lancia una campagna di reclutamento globale per un nuovo progetto di ricerca. Lo spot fornisce un indirizzo internet: www.octagonglobalrecuiting.com. Ecco come si presenta l’homepage:

.

Non ci si può esimere dall’iscriversi alla mailing list. Questo è il messaggio di conferma dell’avvenuta iscrizione:

.

E presto si riceverà una mail che ci invita direttamente all’appuntamento per le selezioni e il reclutamento:

.

Esso coincide con la Comic-Convention di San Diego (24-27 Luglio), un evento annuale che rappresenta un appuntamento fisso per tutti gli appassionati di fiction e ultimamente anche per i giochi legati a Lost: molti ricorderanno l’irruzione di Rachel Blake (protagonista della prima Lost Experience), che nell’estate 2006 prese il microfono per denunciare Lost in quanto copertura degli sporchi affari della Hanso Foundation.

L’appuntamento, per i fortunati che potranno recarvisi, è per il 24 Luglio a San Diego. Voci di corridoio riferiscono che i fan saranno sottoposti a reali test attitudinali e quindi selezionati per diverse mansioni all’interno del Progetto Dharma, del tutto analoghe a quelle già viste in Lost.
Per chi non potrà essere presente c’è comunque la garanzia di una trasposizione online dell’esperienza.

 .

.

Spunti e Curiosità

RABBIT Osservando meglio il video pubblicitario del Progetto Dharma, si possono notare alcune cose interessanti: innanzitutto, una delle mani inquadrate assomiglia vistosamente alla sagoma di un coniglio.

.

NUMERI Le mani che battono sulla tastiera di un computer (qualcuno ha ipotizzato che si possa trattare della scena iniziale dell’episodio 2×01, e che le mani siano dunque quelle di Desmond all’interno del bunker) sembrano digitare questi caratteri: 8 [spazio] 1 [spazio] 5 [spazio] 1 [spazio] 6. Ovvero: 8 15 16, tre dei numeri “maledetti” di Lost.

.

CERCHI LAVORO? Diamo un’occhiata alla lista di lavori che scorre sullo schermo: c’è di che sbizzarrirsi…

.

VERTICALE Guardate cosa compare leggendo dal basso verso l’alto le iniziali dei lavori (va aggiunta la D iniziale di Dentist, che è l’ultima parola in basso ma non si vede): “Dharma Initiative”. Le iniziali successive, invece, paiono a prima vista prive di significato: “EABEJNCHDBEBMPZPPM”. Inutile dire che in tanti stanno cercando di decifrare un eventuale codice nascosto.

.

A.A.A. A proposito della Dharma che offre lavoro, qualche mese fa era saltato fuori quest’annuncio su un sito già coinvolto nella prima Lost Experience…

.

FUMETTI Andando a controllare il codice HTML della pagina contenente la mail automatica di risposta all’iscrizione alla selezione, si può notare questo script: <meta name=”Alert” content=”March has 32 days” />. March has 32 days” (Marzo ha 32 giorni) è una delle novelle contenute nel n° 40 delle “Mystery Tales” (***SPOILER QUARTA STAGIONE*** si tratta del giornaletto che Richard Alpert sottopone, tra gli altri oggetti, all’attenzione del piccolo Locke nell’episodio 4×11).

.

QUANTI GIORNI HA MARZO? Questa è la novella “March has 32 days” che ho tradotto in italiano, lunga 4 pagine. Alcune curiosità: le 11:15 è l’orario in cui Sun aveva appuntamento con la sua complice in aeroporto per scappare dal marito e iniziare una nuova vita in America; John Billing è esistito realmente: si tratta di un medico australiano morto il 1 Aprile 2007. Cioè il 32 Marzo.

.

HACKED MIND IRIS Su uno dei siti americani che stanno seguendo l’evolversi del gioco, una misteriosa utente di nome Hacked Mind Iris ha lasciato questo messaggio. Hacked Mind Iris è l’anagramma di Hendrik Casimir, padre dell’effetto Casimir di cui chi ha visto la Quarta Stagione dovrebbe aver sentito parlare…

.

HANS Nella mail ricevuta dopo esserci iscritti al sito è presente un indirizzo mail: hansvaneeghen@octagonglobalrecruiting.com. Provando a inviare una mail a questo indirizzo si riceve questa risposta.

 .

.

Lascia un commento! (possibilmente inserendo la scritta Spoiler se si parla della Quarta Stagione di Lost)





LOST Si riparte, dal 28 Luglio su Raidue – Ecco dove eravamo rimasti (fine Terza Stagione)

4 07 2008

E SE TUTTO FOSSE COMINCIATO COSI’? Questo è il tredicesimo Missing Piece di Lost, l’ultimo di una serie di mobisodes (mini-episodi girati appositamente per i cellulari, ma diffusi anche su internet) rilasciati dopo la Terza Stagione del telefilm per integrare la trama in alcuni punti. Fino a qui non avevano fornito rivelazioni particolari, ma questa scena ha del clamoroso: si svolge esattamente nell’istante in cui il volo 815 è appena precipitato sull’isola.

.

.

L’ISOLA L’isola  su cui si svolgono gli eventi è situata presumibilmente nell’Oceano Pacifico, al largo delle Fiji (anche se questo non spiega come un beechcraft partito dalla Nigeria vi sia potuto precipitare);
 L’isola non è visibile dai satelliti nè rilevabile da alcuno strumento perchè è protetta da uno schermo magnetico, frutto della straordinaria attività elettromagnetica naturale dell’isola; l’isola è stata visibile solo per alcuni istanti nel momento in cui Desmond ha attivato il Failsafe all’interno del Cigno: l’enorme quantità di energia elettromagnetica scaricata tutta insieme e definitivamente ha fatto rilevare a due ricercatori “un’anomalia”, permettendo di individuare delle coordinate;
 Oltre al campo magnetico in cui è avvolta, l’isola ha altre proprietà geologiche fuori dal comune: allo scopo di studiarle i ricercatori del progetto Dharma giunsero sull’isola nei primi anni ’70, installandovi diverse strutture.

.

.

OTHERVILLE Il villaggio degli Altri è costituito da una serie di villette a schiera dotate di ogni comfort, un tempo alloggi degli addetti Dharma (era chiamata “la base”);
 Oltre alla sala giochi in cui viene rinchiusa Kate, c’è anche l’altalena su cui giocavano Annie e Ben da bambini: a quella altalena Sayid rimane incatenato per 3 giorni;
 Il villaggio degli Altri viene scoperto e raggiunto da Sayid, Kate, Locke e Danielle: questa può essere la causa per cui gli Altri lo abbandonano.

.

IL PERIMETRO DI SICUREZZA Il perimetro di sicurezza  che circonda il villaggio è anch’esso una struttura del progetto Dharma: il filmato di Orientamento per gli addetti al progetto dice che “ci protegge dalla fauna abbondante e variegata presente sull’isola”. Pare scontato il riferimento sotteso al Fumo Nero;
 Il perimetro di sicurezza può essere attivato, disattivato e regolato di intensità grazie a un codice, di cui gli Altri sono in possesso;
 Proprio la bassa frequenza degli impulsi sonar su cui era impostato ha risparmiato la vita a Mikhail Bakunin;
 Il perimetro di sicurezza era già in funzione quando Ben e suo padre arrivano sull’isola (primi anni ’70).

.

.

LA FIAMMA A dispetto di quanto dica Bakunin ai naufraghi, le attrezzature della Fiamma funzionano benissimo, almeno fino a prima del Failsafe: attraverso i megaschermi infatti gli Altri possono vedere ciò che accade nel mondo esterno (nello specifico, la notizia della scomparsa del volo Oceanic 815, che si ritrovano precipitato sulla “loro” isola);
 Sempre attraverso la Fiamma e la sua parabola satellitare gli Altri possono ricevere informazioni dal mondo esterno riguardanti i sopravvissuti all’incidente aereo: è su questa base che compilano i faldoni sui vari naufraghi;
 E’ probabile che a fornire le informazioni provenienti dal mondo esterno sia la Mittelos Bioscience di Richard Alpert (o chi per lui): è questo il vertice della piramide?

.

.

IL CADUCEO La stazione medica sotterranea nascosta nella giungla era più che altro adibita a sala parto; in realtà, di gravidanze portate a termine non ce ne sono state: l’ultima a morire è stata Sabine, una degli Altri rimasta vittima dell’oscuro male che colpisce le donne incinte sull’isola;
 All’interno del Caduceo è presente una stanza nascosta, contenente tutte le apparecchiature (comprese quelle utilizzate con Claire): Juliet dice che è “dove portavano le donne a morire”.

.

.

LA STANZA 23 Il lavaggio del cervello serviva a Ben per mettere a bada i bollenti spiriti di Carl, e fare in modo che non mettesse incinta Alex (si ricordi che sull’isola le possibilità di fecondazione sono molto più alte del normale).

.

.

I CONDOTTI SOTTERRANEI Tutte le stazioni Dharma (ad eccezione dello Specchio e, forse, dell’Hydra) sono collegate tra loro da condotti sotterranei: questo spiega il continuo vai e vieni nella Perla e la scelta del Caduceo come luogo dove lasciare il registratore per Juliet.

.

.

LA TORRE RADIO E’ il luogo preposto alle comunicazioni in codice relative alla parte del progetto Dharma che studiava l’equazione di Valenzetti: i numeri dell’equazione (in grado di prevedere i cambiamenti e le evoluzioni futuri, e quindi di predire l’Apocalisse) venivano ripetuti in continuazione, in modo da far sapere ai responsabili del progetto nel mondo esterno che non era ancora stato trovato il modo di cambiare i parametri dell’equazione (4,8, 15, 16, 23, 42);
 Il messaggio che ripeteva i numeri fu captato prima da Leonard Simms e Sam Toomey (di stanza nel Pacifico per la Marina USA; i numeri causarono la morte di Sam e la pazzia di Leonard, internato al Santa Rosa), poi dalla nave di ricercatori francesi di cui faceva parte la Rousseau, che si diresse così sull’isola;
 La Rousseau, dopo aver ucciso i suoi compagni perchè “infetti”, raggiunse la torre radio e modificò il messaggio in un S.O.S., che si ripete inascoltato da 16 anni: “Se qualcuno può sentire questo, sono morti. Vi prego aiutateci! Proverò ad andare fino alla Roccia Nera. Li ha uccisi. Li ha uccisi tutti. È fuori. È fuori e Brennan ha preso le chiavi. Vi prego aiutateci. Sono morti. Sono tutti morti. Aiutateci. Sono morti”;
 Jack porta i naufraghi alla Torre Radio per disattivare il messaggio di Danielle, dal momento che interferisce con la frequenza del telefono satellitare di Naomi rendendo impossibile contattare la sua nave;
 L’ S.O.S. di Danielle viene disattivato definitivamente.

.

.

IL CAVO Il cavo che si inabissa nell’Oceano proviene dalla stazione Fiamma, ed è un cavo di alimentazione. Il cavo è collegato alla stazione sottomarina dello Specchio. Non è chiaro se sia lo stesso cavo ad alimentare il radiofaro sottomarino che emette impulsi sonare per guidare il sottomarino: in tal caso il radiofaro sarebbe parte dello Specchio.

.

.

LO SPECCHIO Il messaggio di Danielle è rimasto inascoltato per tutti i 16 anni in cui si è trasmesso ininterrottamente: questo perchè il messaggio è ascoltabile solo sull’isola. Ben, infatti, si sta servendo della stazione Specchio per bloccare tutte le comunicazioni dall’isola (escluse quelle degli Altri);
 La stazione Specchio è ubicata sott’acqua, collegata all’isola (più precisamente, alla Fiamma, che l’alimenta) tramite il cavo trovato sulla spiaggia;
 Il simbolo della stazione Specchio è un coniglio, probabilmente in riferimento al seguito di “Alice nel paese delle meraviglie”, “Attraverso lo specchio e quel che Alice vi trovò” di Carrol;
 Ben ha detto ai propri compagni che la stazione Specchio è inagibile perchè allagata: in realtà essa è perfettamente funzionante, con tanto di 2 addette mandate lì proprio da Ben;
 Il dispositivo che permette di attivare il blocco alle comunicazioni dall’isola è stato progettato da un musicista: per questo il codice è costituito dalle note di “Good Vibrations” dei Beach Boys trasposte sulla tastiera in numeri; l’alloggiamento del congegno è stagno, e continuerebbe a funzionare anche se la stazione venisse allagata.

.

.

IL TEMPIO Ben delega a Richard Alpert il compito di condurre gli Altri al Tempio: è dunque questa la meta degli others nel momento in cui hanno lasciato (definitivamente?) il loro villaggio (“Andiamo in un posto nuovo, che in realtà è un posto vecchio”).
 Il tempio potrebbe essere collegato alla misteriosa Statua a quattro dita, che in tutta la Terza Stagione non è mai stata menzionata;
 Queste costruzioni potrebbero essere attribuibili alla popolazione indigena che abitava l’isola prima dell’arrivo del progetto Dharma (i “nativi”).

.

.

LA ROCCIA NERA Nave negriera e commerciale di proprietà della famiglia Hanso scomparsa misteriosamente nell’Oceano Indiano nel 1881 con a bordo Magnus Hanso, è in qualche modo finita sull’isola;
 Locke vi rinchiude il padre (il brigantino è proprio un comparto delle navi adibito a cella), che sarà ucciso da Sawyer;
 La Rousseau fa la spola per prelevare la dinamite (di cui è piena la nave) che servirà a tendere l’imboscata agli Altri (l’idea è di Jack); questa volta nessuno salta in aria durante il trasporto.

.

. 

IL VULCANO Sull’isola c’è un vulcano, come già riportato dalle mappe della Rousseau. Un’eruzione vulcanica c’è già stata sull’isola ma, precisa l’insegnante Dharma dei piccoli Ben e Annie, “è stato molto tempo fa”. 

.

. 

IL PROGETTO DHARMA Il progetto Dharma ha il compito di studiare le proprietà geologiche straordinarie dell’isola, “per il bene dell’umanità e per promuovere la pace globale”. Iniziato nel 1970 su idea dei coniugi DeGroot e per volere di Alvar Hanso, è stato abbandonato nel 1987, quando i finanziamenti furono interrotti;
Eppure i rifornimenti alle stazioni continuano ad arrivare sull’isola.

.

.

DOTT. MARCK WICKMUND/MARVIN CANDLE L’uomo col camice dei filmati di Orientamento Dharma rimane un enigma: nel filmato di benvenuto ai nuovi adepti del progetto (inizi anni ’70) il suo braccio sinistro sembra essere già non funzionante: proprio come nel filmato del Cigno (in cui si menziona l”incidente) ma diversamente dal filmato della Perla (in cui muove il braccio). Vista la dubbia attendibilità sui copyright (1980 sia per il Cigno post incidente sia per la Perla), la datazione resta molto incerta.

.

.

IL SOTTOMARINO Ci era stato detto, ora l’abbiamo potuto osservare: l’unico mezzo di trasporto sicuro per arrivare sull’isola è (era, causa Locke) il sottomarino, di proprietà del progetto Dharma.
 Il sottomarino non attracca al Palaferry, ma al molo vicino ad Otherville, dove si trova quando Locke lo fa esplodere;
 Il viaggio verso l’isola è “piuttosto faticoso”: meglio una bella dose di tranquillante prima della partenza.

.

.

 

IL RADIOFARO SOTTOMARINO Il radiofaro serve a guidare il sottomarino fino all’isola, mediante impulsi sonar. Dopo il Failsafe, tuttavia, esso non è più funzionante: l’isola, quindi non è accessibile con il consueto mezzo di trasporto.

.

.

LA PISTA DI ATTERRAGGIO Juliet rivela a Sawyer che i lavori forzati che svolgeva insieme a Kate e agli altri sull’isolotto dell’Hydra servivano a costruire una pista di atterraggio: forse un sistema di approdo all’isola meno dispendioso rispetto al sottomarino?

.

.

AMELIA EARHART La Mittelos Bioscience possiede una compagnia aerea (che usa presumibilmente per raggiungere il luogo di partenza del sottomarino) di nome Herarat Aviation;
 Herarat è l’anagramma di Earhart: Amelia Earhart era un’aviatrice, che nel 1937 tentò di compiere il giro del mondo in aereo ma precipitò, sparendo misteriosamente, nei pressi dell’isola di Howland (nel Pacifico, poco a nord dell’Equatore). L’aereo e il suo equipaggio (cioè l’avvenuriera e il suo navigatore) non furono mai ritrovati.

.

.

LA PURGA Il progetto Dharma sceglie l’isola per le sue particolari proprietà. Tuttavia, l’isola non è disabitata, ma già popolata da una tribù indigena, i “nemici” o gli “ostili”: gli indigeni entrano infatti ben presto in conflitto con gli invasori, e gli scontri non sono rari (anche il padre di Ben si ritrova coinvolto in una sparatoria);
 A risolvere definitivamente la situazione ci pensa Ben, che tradisce i suoi compagni della Dharma e permette agli indigeni di penetrare nella Base e di fare piazza pulita del progetto Dharma utilizzando il gas: è la Purga, datata presumibilmente 1987;
 La Purga dovrebbe aver riguardato inizialmente soltanto la Base: le varie stazioni sono state poi conquistate dagli indigeni, sfrattando o giungendo a compromessi con i vecchi inquilini Dharma (come racconta Mikhail nella sua “copertura” alla Fiamma): in modo particolare, però, gli inquilini del Cigno non dovrebbero essere stati rimossi, in modo da assicurare la continuazione del delicato e importantissimo compito ivi svolto (premere il pulsante e “salvare il mondo”);
 Le vittime della Purga sono state seppellite nella fossa comune dove finirà anche Locke: in questa fossa, tuttavia, sono presenti anche teschi con evidenti fori di pallottola in testa.

.

.

GLI INDIGENI I Nativi sono la misteriosa popolazione che abitava l’isola prima dell’arrivo del progetto Dharma, che interpretano come un’invasione del loro territorio. Non sappiamo quanti fossero nè dove (sicuramente fuori dal perimetro di sicurezza) e come vivessero prima della Purga;
 Oltre che con le antiche costruzioni e rovine presenti sull’isola, i Nativi potrebbero avere a che fare anche con i sussurri che talvolta si sentono nella giungla.

.

.

RICHARD ALPERT Richard Alpert è il capo della Mittelos Bioscience, la corporation che ha reclutato Juliet per portarla sull’isola. Alpert è uno degli indigeni, gli abitanti presenti sull’isola prima del progetto Dharma: è lui ad accogliere il piccolo Ben in fuga da Otherville; partecipa inoltre alla Purga;
 Richard Alpert pare godere dell’eterna giovinezza: quando Ben ha solo 10 anni, lui è esattamente uguale a come appare adesso (sono passati però più di 30 anni) [v. oltre];
 E’ Richard a consigliare a Locke di servirsi di Sawyer per uccidere suo padre: sembra si sia stufato della leadership di Ben e di “perdere tempo con sciocchezze come le ricerche sulla fertilità: noi cerchiamo qualcuno che ci ricordi che siamo qui per cose più importanti”;
 Alpert non è fisso sull’isola, dal momento che deve coordinare anche il lavoro della Mittelos Bioscience nel mondo esterno: è richiamato sull’isola da Ben il giorno dell’incidente aereo perchè “forse avremo nuove visite”.
La frase: “La gente comincia a farsi domande: sul perchè siamo partiti, sulla fine di Locke, su Jacob…”

.

.

IL TEMPO Perchè Richard Alpert pare non invecchiare (e non sapere che cos’è un compleanno)? Forse chi è nato sull’isola non invecchia (o invecchia solo nel mondo esterno): ma Alex è nata e vissuta sempre sull’isola, eppure ha tutti i 16 anni che dimostra; forse ancora, sull’isola il tempo scorre in modo diverso (più lentamente), ma non ci sono prove.

.

.

GLI ALTRI Gli Altri sono la tribù che vive sull’isola, unici abitanti dopo la scomparsa del progetto Dharma e fino allo schianto del volo 815. Gli Altri sono gli eredi della popolazione indigena dell’isola (i “nemici”), ma ormai (stando a ciò che dice Ben) poche sono le persone nate e vissute sull’isola: la maggior parte è stata portata dal mondo esterno a ripinguare la comunità;
 Gli Altri sono guidati da Ben, l’uomo che guidò la rivolta contro gli invasori del progetto Dharma (lo stesso Ben era figlio di un addetto Dharma), e si considerano “buoni”, senza che ciò impedisca loro di uccidere.

.

.

GOODWIN L’other ucciso da Ana Lucia nella sua missione di “talpa” fra i codisti aveva una storia con Juliet;
 Pure lui era medico: lo vediamo attivo nella stazione medica Il Caduceo mentre tenta di salvare la vita a Sabine.

.

.

CINDY La hostess del volo Oceanic 815, rapita dagli Altri insieme agli altri codisti, pare proprio aver subito il lavaggio del cervello, vista la sua adesione convinta alla comunità degli Altri. Oppure, era d’accordo sin dall’inizio…

.

.

MIKHAIL BAKUNIN L’ (ex) addetto alla stazione Fiamma è uno dei fedelissimi di Ben, che infatti gli affida il delicato compito di fare ordine allo Specchio dopo averne riconquistato la fiducia;
 Sopravvissuto alla scarica del perimetro di sicurezza (causa bassa frequenza) e dalla fiocina che Desmond gli infila nel petto (causa proprietà curative dell’isola?), pare immortale;
 Salva la vita a Naomi (era medico da campo nell’esercito sovietico) e avvisa Ben del di lei arrivo sull’isola;
 Uccide Bonnie e Greta su ordine di Ben, per evitare che rivelino il “tradimento” di Ben;
 Causa l’annegamento di Charlie rompendo l’oblò della cabina con una bomba a mano: difficile che sia sopravvissuto anche a questa esplosione, ma visti i precedenti mai dire mai…
“Sono già morto una volta questa settimana”
La frase: “Perchè non ti sei fidato di me?”

.

.

BONNIE & GRETA Le due others incaricate da Ben di presidiare nel più totale segreto lo Specchio finiscono uccise da Mikhail, su volere dello stesso Ben;
 La loro copertura è una missione in Canada: dunque gli Altri si occupano anche di missioni nel mondo esterno? E che tipo di missioni?

.

.

TOM Il “Capitan Fintus” degli Altri saluta la compagnia e viene ucciso a sangue freddo da Sawyer al termine del fallito agguato alla spiaggia. Altro fedelissimo di Ben, recupera parte della cattiveria mostrata nelle prime due stagioni criticando il piano di Ben di inscenare soltanto l’uccisione dei tre ostaggi Jin, Bernard e Sayid.

.

.

LA STRAGE Nell’assalto al campo dei naufraghi, la spedizione degli Altri viene sterminata dal controattacco dei losties. Dapprima con la dinamite, poi con la riscossa guidata da Hurley, raggiungono il compianto Pickett nel paradiso degli others ben 10 Altri, fra cui:
 Ivan (era di sorveglianza alla Stanza 23 sull’Hydra): muore nelle esplosioni;
 Jason: il sosia di Maccio Capatonda è ucciso da Sayid senza nemmeno usare le mani;
 Ryan: l’amichetto di Pickett viene investito da Hurley;
 Isabelle: anche lo sceriffo degli Altri faceva parte (non si capisce bene per quale motivo, vista la scarsa disposizione alla battaglia) della spedizione, e salta in aria con le tende e i suoi compagni.

.

.

BENJAMIN “BEN” LINUS La scelta di reclutare John Locke tra gli Altri non sembra felicissima: vede intaccata la propria leadership e viene tradito da più parti (Juliet, Alex). Oltretutto, si trova a dover fronteggiare la possibile invasione dell’isola da parte dei “soccorritori” di Naomi: per questo raggiunge Jack e compagni e li implora di non chiamare i soccorsi. Sarà fatto prigioniero dai naufraghi;
 Ben faceva parte del progetto Dharma, ma un giorno (più precisamente, il giorno del suo compleanno, il 21 Dicembre, a fine anni ’80) ha deciso di tradire i suoi, che sono stati uccisi dai Nativi, di cui Ben è divenuto il leader grazie al suo rapporto privilegiato con Jacob;
 Il suo piano per rapire le donne incinte fra i naufraghi va in rovina, e suscita il fastidio di Richard Alpert;
 Ben pare essere stato “scaricato”, oltre che da Alpert, anche dallo stesso Jacob: perchè Ben si è ammalato di tumore su un’isola guaritiva e stenta a riprendersi anche dopo l’operazione che gli salva la vita?
 Contrariamente a quanto dice a tutti (forse per legittimare la sua leadership), Ben non è nato sull’isola, ma nel mondo esterno, a 32 miglia da Portland. L’unico a saperlo è Locke.
La frase: “Non volevo che ti mettesse incinta. Ammetto che forse ho esagerato…”, “L’isola sta subendo l’attacco di forze più potenti di quelle contro le quali ha dovuto misurarsi in questi anni”, “Devi capire che tutto quello che ho fatto l’ho fatto per l’isola”, “Se chiami quelli della sua nave, tutte le persone che in questo momento vivono su quest’isola verranno uccise”

.

.

ROGER LINUS Il padre di Ben viveva nelle vicinanze di Portland quando un parto prematuro gli portò via la moglie e diede alla luce suo figlio. L’uomo che ha soccorso i coniugi Linus in quella occasione offre un lavoro a Roger, facendolo entrare nel rivoluzionario e filantropico progetto Dharma;
 Le aspettative di Roger sono ben presto però disattese: l’isola è fuori dal mondo, non è nemmeno un posto troppo sicuro e la sua mansione è quella, poco gloriosa, di manodopera;
 Roger si perde nell’alcol e il suo rapporto con Ben si deteriora (lo accusa di aver ucciso la madre), finchè Ben non l’uccide a bordo del pulmino Dharma, dando inizio alla Purga. Il suo scheletro sarà ritrovato da Hurley ancora a bordo del pulmino.

.

.

EMILY LINUS La madre di Ben muore dando vita al figlio: è lei a scegliere il nome, sono le sue ultime parole;
Ben rivede sua madre (o il suo fantasma, o il Fumo Nero che ne ha assunto le sembianze) sull’isola, prima fuori dalla finestra, poi al di là del Perimetro di sicurezza quando scappa di casa: Emily, però, gli dice di essere paziente, e di aspettare;
 Se quella che Ben vede non è sua madre ma qualcun altro, come può essere il Fumo Nero se il cadavere di Emily non si trova sull’isola e se la prima volta la vede fuori dalla finestra, cioè al di dentro del Perimetro di Sicurezza che il Fumo Nero non riesce a valicare?
 L’attrice che interpreta Emily è la moglie di Michael Emerson (l’attore che interpreta Ben).

.

. 

HORACE GOODSPEED E’ l’uomo che soccorre i coniugi Linus quando Ben nasce prematuro. Membro del progetto Dharma, offre a Roger Linus l’opportunità di aggregarsi alla filantropica iniziativa del gruppo Hanso;
 Stando al simbolo sulla sua tuta, la sua mansione ha a che vedere con la Freccia (il bunker-magazzino trovato dai codisti);
 Anche Horace viene ucciso nell’ambito della Purga.

.

.

ANNIE L’amichetta del piccolo Ben era con ogni probabilità la figlia di uno degli addetti Dharma. Non si conosce quale sia stata la sua sorte: potrebbe essere stata uccisa nella Purga;, oppure Ben potrebbe averla risparmiata e fatta integrare nella comunità degli indigeni; oppure ancora Annie potrebbe essere rimasta incinta (di Ben?) e aver subito la stessa sorte di tutte le altre donne dell’isola (si spiegherebbe la dedizione di Ben al problema delle gravidanze).

.

.

JACOB “Rispondiamo tutti alla volontà di qualcuno: il suo nome è Jacob. Mi dice che cosa va fatto, ha fiducia in me”. Non si va a fare visita a Jacob, bensì si viene convocati da lui. Soltanto Ben parla con lui, soltanto Ben può vederlo e sentirlo;
 Jacob è solo l’ennesimo giochetto di Ben? A quanto pare no: qualcuno sulla sedia c’è davvero;
 Jacob sembra come imprigionato, ma dimostra tutta la sua potenza mettendo a soqquadro la casupola in cui abita (odia le tecnologie);
 Jacob si rivolge a John dicendogli “Aiutami“; Ben non lo sente (si farà poi dire da Locke il contenuto della comunicazione);
 L'”attore” che presta le sembianze a Jacob è in realtà un membro della troupe di Lost.

.

.

LA CASUPOLA DI JACOB Jacob vive in una capanna diroccata nella giungla;
 Il perimetro della casa è circondato da una scia di cenere, rituale tradizionalmente utilizzato per tenere confinati gli spiriti maligni;
 All’interno della casa di Jacob c’è un quadro con un cane

.

.

IL FUMO NERO “Non sappiamo che cos’è” ha detto Juliet: come darle torto? Sappiamo solo che il sistema difensivo dell’isola non riesce a superare il perimetro di sicurezza;
 Il Fumo Nero ha “scansionato” (con tanto di flash) la mente di Juliet quando l’ha incontrata nella giungla ammanettata a Kate: è probabile che Juliet si trovasse a tu per tu per la prima volta con il Fumo Nero (Kate ci aveva già avuto a che fare mentre si recava alla cabina di pilotaggio).

.

.

LE PROPRIETA’ CURATIVE DELL’ISOLA Pare che l’isola, fra le sue proprietà fuori dal comune, annoveri anche quella di guarire le persone:
 L’isola ha guarito Locke dalla paralisi alle gambe, subito dopo lo schianto;
 L’isola ha fatto sparire il tumore che affliggeva Rose (ma non abbiamo un riscontro medico, è solo una sensazione);
 L’isola ha reso fertile Jin, dichiarato sterile nel mondo esterno;
 Naomi guarisce in un giorno dopo che le si è perforato un polmone: Mikhail dice che sull’isola “le regole sono un po’ diverse”;
 Lo stesso Mikhail “risorge” per ben due volte dopo colpi che sembravano mortali;
 La mano di Locke, addentata da suo padre ormai ridotto allo stato brado, guarisce nel giro di pochissimo tempo;
 Sull’isola, stando a ciò che dice Ben, è impossibile ammalarsi di tumore: non è mai successo a nessuno, e lo stesso Ben afferma di essere in grado (con l’aiuto di Jacob, di curare la sorella di Juliet): eppure proprio a Ben viene riscontrato un tumore alla quarta vertebra lombare.

.

.

LA MALATTIA Il virus che avrebbe infettato i compagni della Rousseau e che ha messo in Quarantena il Cigno non si è ancora manifestato chiaramente, tanto che potrebbe trattarsi di una vera e propria chimera;
 Tuttavia agli addetti Dharma (non solo a quelli operanti nel Cigno, come dimostra il fb del giovane Ben) veniva somministrato il vaccino (ma sulla Blast Door Map si trovava scritto: “Il rimedio è peggio della malattia”, e Desmond sostiene che è perfettamente inutile).

.

.

LE GRAVIDANZE Le donne che restano incinte sull’isola sono destinate a morte certa. Il corpo della madre rigetta la gravidanza, considerandola un’invasione; Juliet rivela di avere perso 9 pazienti per questa ragione nei tre anni trascorsi sull’isola;
 Le donne che restano incinte sull’isola muoiono intorno alla metà del secondo trimestre; nessuna ha mai raggiunto il terzo;
 Ironia della sorte, sull’isola la quantità media di spermatozoi in un uomo è 5-6 volte superiore rispetto alla norma;
 Pare che Ben si sia intestardito con la questione della fertilità sull’isola: ciò non è tollerato da Alpert (e probabilmente anche dagli altri indigeni). 

.

.

JULIET Il medico specializzato in fertilità portato sull’isola da Ben e Alpert tradisce definitivamente gli Altri dopo che Ben l’aveva nuovamente usata per i propri scopi, in cambio del ritorno a casa: doveva infiltrarsi nel campo dei naufraghi per scoprire quali donne fossero incinte;
 Questa volta sembra non ci sia nessun doppio gioco: vuole tornare a casa nè più nè meno dei suoi nuovi compagni. Inoltre c’è un legame affettivo molto forte con Jack;
 La conoscenza che Juliet ha degli Altri e del loro mondo non è totale: di molte cose veniva tenuta all’oscuro;
La frase: “Non riuscirò mai a sentirmi una di loro”, “Non puoi lasciarmi tornare a casa, per favore?”, “Non aspettarmi alzato”.

.

.

RACHEL La sorella di Juliet è stata fecondata da quest’ultima con una ricerca che avrebbe potuto sollevare seri problemi etici; guarita dal cancro che l’aveva colpita, sperava di portare a termine la gravidanza senza problemi;
 La malattia, tuttavia, è ricomparsa dopo qualche mese; Ben, con l’aiuto di Jacob (che se ne è “occupato personalmente”) ha (non si sa come) curato il cancro di Rachel, come promesso a Juliet per farla rimanere sull’isola;
 Rachel ha così portato a termine la gravidanza, partorendo un bambino di nome Julian.

.

.

IL VOLO OCEANIC 815 Il relitto del volo Oceanic 815, misteriosamente scomparso in volo il 22 Settembre 2004 con 324 persone a bordo, è stato ritrovato inabissato nelle profondità della Fossa di Sunda, al largo dell’Indonesia: lo si apprende dalle parole di Naomi (proveniente dal mondo esterno, quindi veritiera) e dal gioco Find815 andato in scena dopo la Terza Stagione (il protagonista è un uomo di nome Sam Thomas);
 Tutti i passeggeri a bordo dell’aereo (324, compreso l’equipaggio) sono morti: nessuno si è salvato. Le microtelecamere che sono state immerse nell’oceano hanno filmato i corpi: con ogni probabilità si tratta di un tentativo di depistaggio, un finto relitto collocato altrove per evitare di far venire l’isola allo scoperto.

.

. 

CLAIRE Unica donna partoriente ancora viva sull’isola, saluta Charlie senza sapere a cosa sta andando incontro; ormai il rapporto fra i due si è rinsaldato e prova qualcosa di profondo per la rockstar inglese, tanto che il suo primo pensiero alla torre radio è quello di informarsi di lui: le notizie, però, non saranno delle migliori;
 Ethan le prelevò campioni di sangue durante le prime notti: fu così possibile accertare che, anche se il concepimento non era avvenuto sull’isola, presentava gli stessi sintomi delle altre madri. Claire fu utilizzata come “soggetto di controllo“: le venne somministrato il siero messo a punto da Juliet, allo scopo di tenere sotto controllo ciò che le stava succedendo e tenerla in vita durante le ultime fasi del parto. Quando ha la crisi (43 giorni dopo il parto) è perchè il suo sistema immunitario le si rivolta contro, in seguito ad una sorta di crisi di astinenza del farmaco di cui sopra;
 Questa è la versione che fornisce Juliet: in realtà, c’è il piano di Ben dietro tutto questo: gli Altri hanno  “attivato l’impianto di Claire, in modo che abbia una crisi”: non si sa bene cosa sia l’impianto, e come si faccia ad attivarlo; Juliet è in grado di curare Claire e si guadagna così la fiducia dei naufraghi;
 Su di lei aleggia sempre la minacciosa profezia del veggente Malkin: non lasci che il piccolo Aaron sia cresciuto lontano da lei.
La frase:Hai notizie di Charlie? E’ tornato alla spiaggia?”

.

. 

SUN Viene condotta da Juliet al Caduceo, per essere sottoposta ad ecografia: scopre così che il bambino che ha in grembo è di Jin (e non di Jae Lee, il suo amante suicida);
 Il feto è di 8 settimane (53 giorni circa): Sun è rimasta incinta sull’isola, e la sua salute è quindi seriamente a rischio: le rimangono 2 mesi di vita;
 Sun dice a suo padre di essere a conoscenza dei suoi loschi affari;
La frase: “Voglio delle risposte! Che sta facendo la tua gente?”

.

MR. PAIK Il padre di Sun è a capo della Paik Heavy Industries. Quando Sun entra nel suo ufficio, lo vediamo parlare con alcuni sottoposti, piuttosto adirato per una mancata consegna alla Hanso Foundation (finanziatrice del progetto Dharma): i rapporti tra le due corporation erano già noti dalla Lost Experience.

.

.

JIN Il Koreano si ritrova suo malgrado protagonista delle vicende intorno a lui: la cassetta registrata da Juliet rivela a tutti che era sterile ma è riuscito a fecondare Sun sull’isola. Ricuce definitivamente i rapporti con la moglie, fino a giurargli amore eterno;
 Vista la sua abilità con le armi viene scelto come cecchino per far saltare le tende, ma le sue capacità balistiche lo tradiscono sul più bello: a sua discolpa, il fatto di essere l’unico a dover usare la pistola;
 Suo padre è un pescatore, sua madre una prostituta (che ricatta Sun);
 E’ stato nell’esercito koreano;
 Lavora come “assistente personale” di Mr. Paik dopo che Sun chiede al padre i soldi per pagare il ricatto della madre di Jin medesimo.
La frase: “Dobbiamo tornare a casa”

.

.

BERNARD Assente per tutta la Terza Stagione, si improvvisa eroe portando a compimento il proprio compito di tiratore scelto (l’ottima mira gli deriva dalla caccia ai fagiani nella contea di Montgomery, di cui è un appassionato)
La frase: “Sono un dentista, non sono rambo”

.

.

ROSE L’anima realista della spiaggia ritorna al centro della scena da grande protagonista, vestendo i panni di moglie-coraggio e mettendo a tacere un paio di volte Jack-Mosè. 
La frase: “I fagiani non rispondono al fuoco, Bernard” “Se dici ancora una volta ‘Si vive insieme, si muore da soli’ ti do un pugno in faccia!”

.

.

HURLEY L’anima positiva dell’isola soffre l’inutilità di cui si sente implicitamente tacciato e cerca di rendersi utile in tutti i modi (oltre che come traina-Vincent), finendo però per essere respinto da tutti (sempre per lo stesso motivo: è troppo grasso). La sua riscossa assume la forma di un pullmino Dharma, con il quale guida la cavalleria isolana alla riconquista della spiaggia;
 L’other che investe è forse il primo uomo ucciso da Hurley volontariamente (in passato si era auto-accusato della morte delle persone cadute dal terrazzo crollato per l’eccessivo peso).
La frase: “Sono stufo di scarpinate e di esplosioni, potrei esservi utile: ci so fare con la pagaia…”, “Messaggio per gli Altri: se mi ricevete, voglio che sappiate che vi abbiamo battuti, brutte carogne!”

.

.

CARL Il ragazzo di Alex, osteggiato da Ben, è stato ormai espulso dalla comunità degli Altri. Avvisato da Alex del cambio di programma di Ben (rapire le donne incinte un giorno prima del previsto), si precipita in zattera al campo dei naufraghi per avvertirli. Si unirà così a loro.
La frase: “Domani? no, verranno stanotte! Stanno venendo adesso!”

.

.

ALEX LINUS La figlia adottiva di Ben incarna la ribellione adolescenziale tradendo definitivamente il padre, inviando Carl alla spiaggia per avvisare i naufraghi dell’arrivo anticipato della spedizione. Per tutta risposta, Ben la porta con sè alla torre radio “per consegnarti alla tua nuova famiglia”;
 Fra i naufraghi ritrova anche la vera madre, che non vede dai primi istanti di vita: è Danielle Rousseau, alle cui braccia fu strappata dagli Altri 16 anni prima (e fu poi adottata da Ben);
 Saputo che va a trovare Jacob, dà una pistola a Locke: come se essere portati da Ben a trovare Jacob fosse un modo per Ben di eliminare gli avversari.

.

.

DANIELLE ROUSSEAU La francese mezza pazza dopo 16 anni di solitudine sull’isola  sembra rinsavire improvvisamente quando si tratta di aiutare i naufraghi: recupera la dinamite, prepara le tende-trappola e ricorda ancora la strada per la Torre Radio, dove non mette piede dal giorno in cui registrò il famoso messaggio;
 Si ricongiunge con la figlia Alex dopo che le era stata strappata in fasce, ma dichiara di non voler fare ritorno sulla terra ferma: la sua casa, ormai, è l’isola;
 Fra i molti dettagli da chiarire della sua storia, anche l’episodio in cui uno dei suoi compagni perse un braccio, sulla via per la Roccia Nera. 
La frase: “Non ho un posto in cui tornare, ormai è questa la mia casa”, “Mi dai una mano a legarlo?”

.

.

JOHN LOCKE Locke viene accolto nella comunità degli Altri con grande eccitazione, poichè si aspettano molto da un uomo considerato “speciale” e prediletto dall’isola. Dopo aver portato a termine il rito di iniziazione (l’uccisione del padre, realizzata grazie a Sawyer), Locke mette in discussione la leadership di Ben fra gli Altri. Come tutta risposta, Ben gli spara lasciandolo moribondo nella fossa comune della Purga;
 Locke è però salvato dall’apparizione di Walt: l’isola (o Jacob, o chi per lui) lo informa che “c’è del lavoro da fare”: è così che Locke si reca alla torre radio, per cercare di impedire a Jack di contattare il mondo esterno. Non ci riuscirà;
 Ben chiede a Locke di “liberarsi della presenza negativa” di suo padre come prova di iniziazione: soltanto allora si sarà sbarazzato dei ricordi della sua vita precedente, e sarà pronto per accedere alle meraviglie dell’isola;
 Portato al cospetto di Jacob, non riesce a vederlo e non crede alle parole di Ben (facendo infuriare lo stesso Jacob): ma poi sente la sua voce che gli dice “Aiutami”;
 Rimane paralizzato dopo che suo padre lo getta giù da un palazzo (Locke voleva denunciarlo): riacquisterà l’uso delle gambe solo sull’isola.
La frase: “Perchè l’hai fatto?”, “Jack, non è destino che tu lo faccia!”

.

.

ANTHONY COOPER Il padre-truffatore di Locke sostiene di essersi risvegliato sull’isola (che crede l’inferno) dopo un incidente d’auto: procedeva sulla Interstatale 10 per Tallahassee quando qualcuno lo ha tamponato. L’ultima cosa che si ricorda è un paramedico che gli infila una flebo mentre si trova su una barella. Al risveglio si ritrova in una stanza (nel villaggio degli Altri), di fronte al figlio;
 I vari nomi che ha assunto da truffatore sono, fra gli altri, Adam Seward, Ted MacLaren, Tom Sawyer, Louis Jackson e Anthony Cooper;
 Viene ucciso da Sawyer quando questi realizza che è lui l’uomo che truffò la sua famiglia quando era piccolo: in seguito a quel fatto, il padre di Sawyer uccise la moglie e poi si tolse la vita. Da allora James Ford ha assunto il nome di Sawyer e ha avuto come unico scopo la vendetta;
 Se Cooper è al corrente del ritrovamento del (finto) relitto del volo 815 (lo stesso di cui parla Naomi), allora quando è stato portato sull’isola? Naomi vi precipita il 16 Dicembre 2004, Cooper necessariamente prima dell’11 Dicembre (è il giorno in cui incontra Locke sull’isola) e probabilmente anche prima del 27 Novembre (giorno del Failsafe: da questo momento l’isola è isolata, non si può raggiungerla dall’esterno tramite sottomarino); ma Cooper è a conoscenza del ritrovamento del volo 815, che non è possibile datare con certezza (sappiamo che è all’incirca nel Novembre 2004);
 In passato ha ucciso Peter Talbot, il figlio della donna che voleva truffare sposandola e che sospettava di lui
La frase: “Se questo non è l’inferno, allora che cos’è?”

.

.

SAWYER (JAMES FORD) Approfitta dell’assenza di Jack per improvvisarsi tenero amante (di Kate), leader (della spiaggia) e persino detective (in occasione della morte di Nikki e Paulo); al ritorno del dottore rientra nei ranghi, anche perchè il ripiegamento su se stesso è motivato dall’uccisione dell’uomo che ha sempre odiato: Tom Sawyer, il padre di Locke che truffò la sua famiglia e lo lasciò orfano in tenerissima età. Portata a termine la propria vendetta, vive quasi con distaccato dispetto gli ultimi avvenimenti: a risvegliarlo un po’ ci pensa la battaglia alla spiaggia;
 E’ davvero il padre della piccola Clementine Philips, avuta dalla relazione con Cassidy;
La frase: “Mi hai fatto fare il bravo ragazzo con l’inganno? E’ la truffa più nauseante che si sia mai sentita!”, “Speriamo di no”

.

.

KATE Partita con coraggio ed ostinazione alla volta di Otherville per liberare Jack, farà ritorno alla spiaggia insieme all’amato e all’amante (di lui): sfogherà così la propria frustrazione sul bello&impossibile Sawyer, il cuore sempre diviso a metà fra il truffatore e il dottore nel triangolo che è ora diventato un quadrilatero;
 Teme di essere incinta dopo le notti di passione con Sawyer: il che, visto ciò che accade alle donne gravide sull’isola, non è molto raccomandabile;
 Nel suo passato ha conosciuto Cassidy, l’ex amante e apprendista truffatrice di Sawyer, spingendola a denunciare alla polizia il bel James.
La frase: “Avevo un sasso nella scarpa”

.

.

SAYID Profondamente spazientito dall’elusività di Juliet, prende in mano la situazione nel momento in cui i suoi compagni non si fidano più del loro leader (Jack) ed organizza, lui Iraqeno, la prima riunione democratica alla spiaggia;
 Il suo spirito da soldato emerge nel momento in cui si assume la responsabilità di guidare l’imboscata contro gli Altri alla spiaggia: è sempre pronto ad anteporre il bene del gruppo alla propria vita (e riuscirà ad uccidere un other solo con le gambe, da terra, legato e imbavagliato);
 Quando la pedina fino all’albero di Ethan, Juliet gli chiede, con tono di sfida, se abbia raccontato ai suoi compagni anche di Basra: be’, non ce l’ha ancora raccontato.
La frase: “Che cosa ti interessa di più, uccidere gli Altri o portarci via da quest’isola? Conducili alla torre radio, Jack. E poi riportaci a casa”

.

.

JACK SHEPHARD Il dottore ritrova la propria leadership dopo che la fiducia dei suoi compagni si era incrinata a causa di Juliet: saputo dell’imminente attacco degli Altri e della barca di Naomi, elabora un piano per cui tutto deve avvenire simultaneamente (lo sblocco dello Specchio, la trappola per gli Altri, l’approdo alla torre radio e la comunicazione con la barca). Riuscirà a raggiungere il proprio scopo e a chiamare i soccorsi malgrado gli impedimenti (gli Altri, Ben, e infine Locke) che gli si presenteranno davanti;
 Il suo flirt con Juliet è ormai sotto gli occhi di tutti (specie di Kate): lui la bacia, eppure subito dopo dichiara il proprio amore alla bella fuggitiva;
 Jack non accetta il compromesso proposto da Ben, lascia inascoltate le sue profezie minacciose, fronteggia a viso aperto Locke e riesce infine a contattare la nave di Minkowski.
La frase: “Tom, mi senti? Porterò i miei compagni alla torre radio, contatterò la nave, e li porterò tutti in salvo, nessuno escluso. Dopodichè verrò a cercarti e ti ucciderò!”, “Sono uno dei sopravvissuti del volo Oceanic 815. Siete in grado di localizzarci?”

.

.

CHARLIE Si offre volontario per la missione allo Specchio, con il compito di disattivare il blocco alle comunicazioni, mentendo sulle proprie capacità di nuotatore: spera di realizzare la visione avuta da Desmond, nella quale Claire e Aaron vengono “salvati” (in realtà Desmond dice semplicemente caricati) su un elicottero. Questo, però, implica il suo sacrificio, dal momento che anche la sua morte (come d’abitudine) faceva parte dei flash di Desmond: i due sono convinti che se non accade tutto come nella visione essa non diverrà realtà;
 Charlie riesce ad accedere all’interno dello Specchio: qui scopre però che la stazione è presidiata da due degli Altri, che lo fanno prigioniero; Charlie se ne infischia (è destino che riuscirà a spegnere l’interruttore) e, grazie all’aiuto di Desmond (tuffatosi anche lui) riuscirà ad avere la meglio su Mikhail e a farsi rivelare il codice. Spegnerà così l’interruttore;
 Dopo aver parlato con Penny via monitor, subisce l’attacco del redivivo Mikhail: resosi conto che la profezia si sta per avverare, accetta il sacrificio e si lascia annegare, non senza prima aver comunicato a Desmond che quella non è la barca di Penny. Per la prima volta Charlie conosceva il modo in cui sarebbe avvenuta la morte: decide volontariamente di accettare questa fine, sancendo dunque la vittoria sul destino;
 Nell’istante prima di perdere i sensi, Charlie (credente) si fa il segno della croce, anche se con la mano sinistra;
 Charlie è davvero morto? In realtà la stanza in cui si trova dovrebbe riempirsi d’acqua soltanto fino all’altezza dell’oblò fatto saltare in aria da Mikhail, lasciando dunque una sorta di bolla d’aria in cima al compartimento. Tuttavia, charlie pare aver definitivamente accettato l’idea della morte;
 Prima di andare incontro alla morte, Charlie elenca i cinque momenti migliori della sua “inutile, squallida vita”, i suoi 5 Greatest Hits: “la prima volta che ho sentito me stesso alla radio”, “quando mio padre mi ha insegnato a nuotare”, “il Natale che Liam mi ha regalato l’anello di famiglia”, “la donna che mi chiama eroe a Coven Garden”, “la notte che ti [Claire] ho incontrata”;
 In seguito alla sua presunta morte (il finto relitto avvistato nell’Indiano), il suo gruppo, i Drive Shaft, è tornato alla ribalta con un cd di Greatest Hits;
 L’anello che Charlie riceve da suo fratello Liam è l’anello di famiglia (le iniziali, DS, non si riferiscono ai Drive Shaft, bensì al bisnonno di sua madre): Charlie lo affida a Claire, che però lo dimentica alla spiaggia, nella culla di Aaron;
 La donna che Charlie salva da un rapinatore a Coven Garden, a Londra, è in realtà Nadia, la donna amata da Sayid (quella che avrebbe dovuto torturare in Iraq e che invece fa scappare sparandosi). Sappiamo che Nadia (lo dicono gli informatori della Cia che usano Sayid come talpa a Sidney) vive in America e lavora in un’azienda che produce test clinici (con ogni probabilità le Widmore Industries): la sua presenza a Londra in quel quartiere potrebbe essere legata proprio all’azienda di Mr. Widmore (padre di Penny), che sappiamo avere l’ufficio proprio in quella zona della city.
La frase: “Perchè io morirò”

.

.

DESMOND Desmond continua ad avere dei flash di fatti che avverranno nel futuro, conseguenza della scarica elettromagnetica che l’ha investito in pieno dopo il Failsafe. Non si sa ancora quale sia la causa di queste visioni: tuttavia, in ognuna di esse, Desmond vede Charlie morire;
 Charlie impedisce a Desmond di parlare con Penny attraverso lo Specchio per evitare l’allagamento dell’intera stazione, ma lo Scozzese riesce ugualmente a vedere la donna amata nel monitor: ora sa con certezza che Penelope lo sta cercando;
 Nella sua penultima visione, Desmond vede un paracadutista che precipita sull’isola, il volto di Penelope e Charlie morire trafitto da un dardo: crede dunque che sia Penelope la donna col paracadute, e che il sacrificio di Charlie sia inevitabile perchè questi flash diventino realtà; tuttavia, Desmond salverà Charlie proprio all’ultimo: così facendo, ritiene di aver modificato il futuro rispetto alla sua visione (la paracadutista non è Penny), tuttavia non abbiamo prove che nella visione la donna precipitata fosse Penelope e non, invece, proprio Penny”);
 Nella visione di Desmond il flash in cui Charlie muore trafitto è seguito da un altro in cui la paracadutista viene adagiata nel paracadute aperto: a tenere il paracadute c’è anche Charlie, vivo e vegeto. Desmond allora ha davvero cambiato la visione?
 La successiva visione di Desmond si conclude con Claire ed Aaron che lasciano l’isola a bordo di un elicottero: anche questa visione, tuttavia, contempla la morte di Charlie (che quindi Desmond considera necessaria perchè si avveri ciò che ha visto), questa volta per annegamento, dopo aver premuto un pulsante che fa spegnere una luce gialla. I flash alludono a ciò che effettivamente accadrà all’interno dello Specchio;
 Prima di tuffarsi in acqua, Charlie colpisce con un remo Desmond per fiaccarne le velleità eroiche: il colpo alla testa (sufficientemente forte da fargli perdere i sensi) potrebbe rivelarsi importante nell’ottica delle facoltà predittive di Desmond. Anche in precedenza, infatti, i colpi ricevuti alla testa erano sembrati significativi (si risveglia nel proprio appartamento dopo essere caduto dalla scala; è colpito con la mazza da cricket da Jimmy Lennon nel pub e si risveglia nella giungla);
 Nel suo passato, Desmond è stato anche frate (è da lì che deriva il suo proverbiale “fratello”), ma è stato poi espulso dall’abbazia perchè inadatto alla vita monastica;
 Desmond è entrato in monastero dopo aver abbandonato la sua promessa sposa una settimana prima delle nozze;
La frase: “Se i flash non avvengono esattamente come li vedo, il quadro cambia”, “Se non morirai, non ci sarà alcun salvataggio”, “Forse se continuo a vederti morire è perchè devo prendere il tuo posto”

.

.

FRATELLO CAMPBELL Il superiore di Desmond fa qualche sospetto riferimento al destino, e soprattutto ha sulla scrivania una bella foto con Mrs Hawking, la gioielliera che “predice” a Desmond il suo futuro nel viaggio (mentale?) nel passato vissuto da quest’ultimo subito dopo il Failsafe;
 La foto (lo sfondo è quello dell’abbazia) appare chiaramente un fotomontaggio: perchè?
Non dimentichiamo che Mrs Hawking esiste realmente nel mondo reale (indipendentemente dal fatto che Des abbia viaggiato nel tempo o meno): è una simpatica gioielliera, e come tale fratello Campbell potrebbe conoscerla. Che poi l’arzilla vecchietta diventi voce profetica nel viaggio mentale di Desmond, questo è un altro discorso.
La frase: “Qualunque cosa venga dopo”

.

.

PENELOPE WIDMORE (Penny per gli amici) Sta ancora cercando l’amato Desmond (la segnalazione dei due ricercatori risale al 27 Novembre 2004, giorno del Failsafe), ma ha in mano soltanto delle coordinate (e l’isola non è visibile ai satelliti), e soprattutto non ha incaricato nessuna nave di salpare alla volta di un’isola;
 Non appena il blocco della stazione Specchio viene disattivato da Charlie, la stazione Dharma riceve una chiamata: è proprio Penny, che appare infatti sullo schermo. In realtà, non è che Penelope chiami proprio nel momento esatto in cui il blocco viene tolto: presumibilmente, il suo computer cercava costantemente di mettersi in contatto con questo terminale;
 Come fa Penelope a connettersi proprio con l’isola su cui si trova Desmond? Vista la reazione piuttosto sorpresa della donna di fronte al successo del tentativo di connessione, si potrebbe ipotizzare che a tentare di collegarsi all’isola non fosse il suo computer, bensì quello di suo padre: Charles Widmore, infatti, pare avere a che fare (oltre che con la Hanso Foundation) con l’isola (Desmond fa naufragio sull’isola proprio partecipando alla regata organizzata (e consigliatagli dal padre di Penny, che voleva sbarazzarsi di lui);
 Comunque sia, Charlie riesce a comunicare a Penny informazioni preziose per le sue ricerche: Desmond è vivo e si trova su un’isola, insieme ai sopravvissuti del volo 815, e c’è un’altra spedizione che li sta cercando (o meglio, sta cercando l’isola). Penelope, a questo punto, potrebbe comunicare al mondo che i superstiti del volo 815 non sono tutti morti (perlomeno Charlie Pace, che le comunica il proprio nome);
 Penelope conosce Desmond quando lui è stato appena allontanato dal monastero (Penelope stava ritirando le 108 casse di vino ordinate da suo padre)
La frase: “Quale nave? Chi è Naomi?”

.

.

NAOMI DORRIT E’ la ragazza inglese che precipita col paracadute sull’isola: si lancia da un elicottero in avaria decollato da una nave al largo dell’isola. Il suo scopo è proprio quello di trovare l’isola;
 Nel suo zaino, oltre al “Comma 22” e al razzo segnalatore (e forse alla bambolina raccolta da Charlie lì vicino), c’è un telefono satellitare (che Sayid riparerà);
 Naomi parla varie lingue: cinese, spagnolo, portoghese, italiano, tedesco;
 Proprio quando il telefono satellitare comincia a funzionare, Naomi è colpita (mortalmente?) alle spalle dal pugnale di Locke, tornato per impedire che i propri compagni lascino l’isola e che essa venga scoperta dal mondo esterno.

.

.

IL COMMA 22 Il comma 22 indica il seguente paradosso: (Articolo 12, Comma 1) “L’unico motivo valido per chiedere il congedo dal fronte è la pazzia”. (Articolo 12, Comma 22) “Chiunque chieda il congedo dal fronte non è pazzo”; si ricordi che anche Desmond è stato nell’esercito (fu congedato con disonore);
 Il libro nello zaino di Naomi è in portoghese: proprio la stessa lingua che parlavano i due ricercatori assoldati da Penny per trovare l’isola;
 All’interno del libro c’è la foto che ritrae Desmond in compagnia di Penny (la stessa foto la possiedono anche i due innamorati, una ciascuno): perchè Naomi ha una foto di Desmond, se nulla ha a che fare con Penelope e le sue ricerche? E perchè Naomi conosce Desmond?

.

.

MINKOWSKI E LA SUA NAVE La nave di Naomi è un cargo (sufficientemente grande da avere una piattaforma per gli elicotteri) e si trova ad 80 miglia ad ovest della costa isolana. Come dice Naomi, si tratta di una spedizione di soccorso, che conduce ricerche con GPS differenziale. La spedizione è stata ingaggiata da Penelope, che li ha incaricati di trovare Desmond, fornendo loro delle coordinate (presumibilmente quelle rintracciate dai due ricercatori portoghesi grazie al Failsafe): queste coordinate portavano in pieno Oceano (l’isola infatti non è visibile, protetta anche dopo il Failsafe da un naturale schermo elettromagnetico; lo stesso campo magnetico potrebbe essere la causa dell’incidente all’elicottero di Naomi); Minkowski è l’uomo che parla al telefono con Jack;
 In realtà Penelope smentirà questa versione, sostenendo che la barca e la spedizione non sono mandti da lei: chi sono allora Minkowski e i suoi? Ben li definisce “un gruppo di persone interessate a trovare quest’isola, i cattivi”. Al momento non ne sappiamo di più, ma se sono in possesso delle coordinate fornite a Penelope e conoscono Desmond (tanto da avere una sua foto) i casi sono due: o hanno rubato queste informazioni a Penny, oppure qualcuno gliele ha fornite (Charles Widmore?). 

.

.

WALT Il figlio di Michael dovrebbe essere salpato con il padre: in realtà lo rivediamo sul ciglio della fossa comune dove è finito Locke per dire a John di rialzarsi e di rimettersi al lavoro: è davvero lui (sappiamo che ha il potere di apparire “in posti dove non dovrebbe trovarsi”) o è il Fumo Nero?
La frase: “Non farlo, John! Hai del lavoro da fare”

.

.

MICHAEL L’ex artista di New York è salpato a bordo della barchetta ottenuta col tradimento, ma non se ne è avuto più notizia: avrà raggiunto il mondo esterno?

.

.

QUANDO Ecco gli avvenimenti più importanti in ordine cronologico:
1970 Inizia il progetto Dharma
Primi anni ’70  Ben e il padre arrivano sull’isola nell’ambito del progetto Dharma
–Imprecisato–  Al Cigno si verifica l’incidente
1987  Fine del finanziamento del progetto Dharma (possibile data della Purga: 21 Dicembre 2001)
1988  La spedizione della Rousseau giunge sull’isola; nasce Alex
1993  Mikhail Bakunin arriva sull’isola
2001  Desmond fa naufragio e arriva sull’isola
5 Settembre 2001  Juliet arriva sull’isola
21 Settembre 2004  Juliet diagnostica a Ben un tumore
22 Settembre 2004  Il volo Oceanic 815 si schianta sull’isola in seguito al Collasso di Sistema provocato da Desmond nel Cigno
Novembre 2004  Il relitto del volo Oceanic 815 viene ritrovato nella Fossa di Sunda, al largo dell’Indonesia
2 Novembre 2004  Nasce Aaron, Boone muore
27 Novembre 2004  Jack, Kate e Sawyer vegono rapiti, Michael e Walt salpano in barca, Desmond attiva il Failsafe nel Cigno: l’isola viene localizzata da due ricercatori portoghesi, che informano Penelope
14 Dicembre 2004  Jack torna al campo
16 Dicembre 2004  Naomi precipita sull’isola
23 Dicembre 2004  Jack guida i naufraghi alla torre radio e chiama i soccorsi, Locke risorge dalla fossa, Charlie annega nello Specchio dopo aver parlato con Penny
5 Aprile 2007  Jack e Kate si incontrano a Los Angeles: Jack vuole tornare indietro

.

.

IL FUTURO – JACK Il flashforward ci mostra Jack nel futuro: tornato a Los Angeles (ha dunque lasciato l’isola), è un uomo distrutto, alcolizzato e impasticcato, che viaggia di continuo in aereo nella speranza di precipitare nuovamente sull’isola, e di ridare così senso alla propria vita;
 Di ritorno da uno dei suoi tanti voli, Jack legge sul giornale la notizia della morte di un uomo: ciò lo turba profondamente, è la goccia che fa traboccare il vaso e che lo spinge al suicidio; ma la un incidente stradale lo ferma proprio mentre sta per buttarsi dal ponte;
 L’ultima cosa che avrebbe fatto prima di uccidersi (se si fosse poi ucciso) sarebbe stata una telefonata, andata a vuoto; richiamerà poi più volte (sempre lo stesso numero? il primo che compone è 310/5550148: l’area è quella di Los Angeles), alla fine gli risponderà Kate;
 Prima di buttarsi di sotto, Jack sussurra “Perdonami”: a chi sarà rivolto?
A Los Angeles Jack ha ripreso il suo vecchio lavoro, presso l’ospedale San Sebastian: la sua dipendenza da farmaci ed alcol, però, ne condiziona pesantemente le prestazioni;
 Jack si è assuefatto ad un farmaco di nome Oxycodone, che giunge a rubare in ospedale;
 Si reca, sempre a Los Angeles, a visitare la camera ardente del defunto;
 Jack ha la casa tappezzata di atlanti e mappe geografiche: sta provando a rintracciare l’isola;
 Si presenta all’appuntamento con Kate, dietro l’aeroporto (da cui, di lì a poco, decollerà un aereo Oceanic): le porge il trafiletto del giornale, quindi le racconta la propria disperazione;
 Afferma che è stato un errore lasciare l’isola, che “ci siamo sbagliati” e che “dobbiamo tornare indietro”: in cosa si sono sbagliati Jack e Kate?

.

.

IL FUTURO – KATE Contattata da Jack, Kate si reca all’aeroporto per incontrarlo: anche lei è tornata dall’isola, ma a differenza del dottore sembra avere meno rimpianti (qualche lacrima, comunque le scappa) ed essere in pace con se stessa;
 Kate dice di non poter aiutare Jack, e che deve rientrare perchè “lui si starà domandando dove sono”: a chi si riferisce?  A suo marito? Comunque a qualcuno che Jack conosce;
 Kate, una volta tornata dall’isola, non è stata arrestata: è stata “graziata”, oppure nessuno si ricorda più dei suoi crimini (oppure non sanno che è lei)?

.

.

IL FUTURO – LA BARA Jack apprende dal Los Angeles Times della morte di qualcuno di sua conoscenza. Sconvolto, si recherà alla camera ardente: qui trova la bara chiusa, e l’identità del defunto (sappiamo solo che è un uomo) rimane sconosciuta;
Ecco il trafiletto di giornale: il nome è Jo… …antham. Questa la traduzione: Los Angeles – Uomo trovato morto in appartamento. Il corpo di Jo*** ***antham di New York è stato scoperto poco dopo le 4 del mattino nell* *** di Grand Avenue. Ted ***, un usciere de La Torre *** ha sentito dei forti rumori *** appartamento di ***antham. ***curezza, ha co*** scoperto il *** entrato nell’appartamento ***;
Il nome del defunto (anche se manchevole di qualche lettera) pare esserci sconosciuto: si tratta di un nome falso dato a qualcuno che era sull’isola? oppure di una persona che non c’entra con l’isola (o che finora non abbiamo ancora visto)?
 Il luogo dove è allestita la camera ardente è un quartiere nero; Michael è di New York;
 Il funerale non c’è stato perchè non ci è andato nessuno;
 L’agenzia funebre si chiama “Hoffs Drawlar“: è l’anagramma di “flash forward”;
 Jack dice di non essere nè amico, nè famigliare del defunto;
 Diversamente da Jack, Kate mostra totale indifferenza di fronte alla notizia della morte dell’uomo.

.

.

IL FUTURO – SARAH Curato in ospedale, Jack è raggiunto dalla ex moglie Sarah (“hanno ancora il mio numero in caso di emergenza”): Sarah è visibilmente incinta (chissà di chi), e i due sembrano non vedersi da parecchio tempo;

.

.

IL FUTURO – IL MONDO ESTERNO Quando i naufraghi (almeno Jack e Kate) tornano nel mondo esterno, devono fare i conti anche con chi vive accanto a loro e non è mai stato sull’isola:
 Il dottor Hamil è il nuovo primario di chirurgia: conosce soltanto adesso Jack, si preoccupa per il suo stato di salute ma è risoluto nell’impedirgli di fare quello che vuole;
 Ad eseguire l’operazione della donna salvata da Jack sarà un chirurgo di nome Gary Nadler: Nadler è il cognome anche di Bernard;
 Jack non ha cambiato nome una volta tornato dall’isola (anche il telegiornale menziona “Jack Shephard”): dunque la sua identità non è stata celata (lavora nello stesso ospedale, vede l’ex moglie); in qualche modo, però, avranno dovuto spiegare come mai l’uomo scomparso nell’incidente aereo del volo 815 del Settembre 2004 e dichiarato morto (con tanto di relitto avvistato e filmato sul fondo dell’Oceano) sia improvvisamente ricomparso, vivo e vegeto, a Los Angeles;
 A questo proposito, anche le parole di Jack a Kate: “Sono stanco di mentire”. Forse chi ha salvato i naufraghi ha inventato una storia di copertura per evitare di far venire alla luce tutta la verità: in quest’ottica si spiegherebbe anche l’omaggio della Gold Card regalata dalla Oceanic agli ex naufraghi, come forma di risarcimento;
 Jack è definito dal dott. Hamil “doppiamente eroe” (anche l’uomo in coda alla farmacia lo chiamerà eroe): si riferisce al fatto che, oltre ad aver salvato due vite, è anche riuscito a sopravvivere sull’isola, oppure semplicemente alle due persone tratte in salvo sul ponte?

.

.

IL FUTURO – CHRISTIAN SHEPHARD Il padre di Jack è vivo o morto?
 Jack ne parla come se fosse vivo con il dott. Hamil (“Facciamo così: mandi a chiamare mio padre, lo faccia venire subito qui… e se sono più ubriaco di lui, può licenziarmi!”), ma lo sguardo del primario è tutto un programma;
 La ricetta con cui cerca di comprare l’Oxycodone in farmacia porta la firma di Christian Shephard, ma Jack potrebbe averla falsificata (e rifiuta che la farmacista chiami lo studio del padre);
 Sull’isola, Ben dice a Jack, cercando di farlo desistere dai propri intenti: “Tuo padre è morto“.

.

.

IL FUTURO – QUANDO Ci sono alcuni dettagli che aiutano a collocare il flashforward nell’Aprile 2007:
Innanzitutto la canzone che Jack ascolta in macchina: è “Scentless Apprentice” dei Nirvana; la canzone è del 1993, ma il 5 Aprile è l’anniversario della morte di Kurt Cobain;
 Il modello di cellulare usato da Jack è un Motorola KRZR K1m, commercializzato alla fine 2006;
 Il giornale che legge Jack è datato 5 Aprile 2007;

.

.
Video:

Lost 8:15

.

I Missing Pieces mancanti (per i precedenti, vedi qui):

Missing Piece #8 – Segreti Nascosti

Missing Piece #9 – Depressione Tropicale

Missing Piece #10 – Jack incontra Ethan

Missing Piece #11 – Jin sbrocca sul campo da golf

Missing Piece #12 – La Busta