Lost – Promo 2×23 & 2×24

30 04 2007

Ecco il trailer originale di “Vivere insieme, morire da soli”, la doppia puntata in onda su Raidue martedì 1 Maggio (in prima serata) che chiude la seconda stagione di Lost:

2×23 & 2×24 – Vivere insieme, morire da soli

Lascia un commento!

Annunci




Analisi di una pubblicità

28 04 2007

 Questo è uno degli spot televisivi realizzati da Vodafone nell’ambito della sponsorizzazione della UEFA Champions’ League, il massimo evento calcistico a livello europeo: si tratta di una campagna mono-mezzo e multisoggetto (esistono infatti diverse varianti, molto difficili da reperire in rete, una la potete trovare qui)

Ecco un’analisi dell’idea creativa che sta alla base di questi messaggi.

ANALISI GENERALE 

Innanzitutto, una descrizione degli spot: dai campi di calcio di tutta Europa, dove si giocano le partite della Champions’ League, alcuni tifosi dalle dimensioni lillpuziane raggiungono i tifosi che non sono allo stadio (perchè impegnati in altre attività, dalla spesa alla cenetta romantica) per non far mancare loro l’atmosfera e il calore del match e per aggiornarli sull’andamento della propria squadra.

Con questa campagna pubblicitaria, Vodafone, dopo aver acquisito i diritti in ambito di telefonia per questa competizione, promuove l’offerta di aggiornamenti in tempo reale e possibilità di visualizzare gli hi-lights delle partite direttamente sul proprio cellulare.

Come ogni messaggio, anche questo si basa su una promessa materiale (main promise), ovvero il vantaggio che è promesso al consumatore in cambio della sua adesione alla proposta: “Potrai goderti lo spettacolo della Champions’ League ovunque tu sia, anche non allo stadio”.

Essa è premessa per l’avverarsi di una promessa psicologica: in questo caso, la libertà dai condizionamenti e l’autorealizzazione a vari livelli. Inoltre, è supportata da una reason why (l’elemento razionale di sostegno alla promessa): come dice lo slogan, Vodafone ti porta la Champions’ League ovunque tu sia.

LETTURA RETORICA 

Dal punto di vista retorico il discorso argomentativo (logos) si basa su un entimema (procedimento deduttivo analogo al sillogismo, fatta salva la semplice verosimilgianza delle premesse: Chi non può fare il tifo per la propria squadra soffre —> Vodafone fa sì che sia la partita a venire dal tifoso/consumatore —> Vodafone non fa soffrire i tifosi/consumatori.

L’ethos (il modo di porsi dell’emittente del messaggio) è legato alla premura e all’attenzione che Vodafone riserva ai propri clienti; il pathos (le emozioni suscitate presso il pubblico) è dato da gioia, soddisfazione, esaltazione (tipica del tifoso).

L’accordo con l’uditorio, tipico della retorica, avviene su presunzioni: l’amore vero è quello che più dura (e quindi quello verso la propria squadra del cuore); su valori (mascolinità e virilità, legati al calcio); su gerarchie (tifare per la propria squadra è più importante che dedicare tempo ad altre persone e attività); e su luoghi comuni (l’importante non è vincere, ma partecipare, nel senso di “essere partecipi”).

LETTURA NARRATOLOGICA 

Applicando allo spot una lettura narratologica sul modello di Greimas riformulato, tra gli altri, da M. Vecchia, si può individuare un destinante buono (Vodafone) che manda un aiutante (i piccoli tifosi in miniatura) che fornisce al protagonista (il tifoso) lo strumento magico (cioè la possibilità di vedere e seguire le partite sul proprio cellulare) che gli consente di giungere al valore promesso (l’esaltazione); di contro, un destinante cattivo (una serie di doveri e obblighi imposti da società, morale, buonsenso, convenzioni) attraverso un oppositore (di volta in volta, la fidanzata, la moglie, …) dà al protagonista un consiglio erroneo (“Non guardare la partita, dedica tempo a me”) che lo conduce al disvalore (perdersi lo spettacolo e non supportare la propria squadra).

Si possono individuare, fra quelle proposte da R. Cialdini, le armi della persuasione sfruttate dal messaggio pubblicitario: l’identificazione (nel tifoso che è costretto a rinunciare alla partita), la simpatia (dell’emittente, ma anche dei personaggi lillipuziani) e (anche se Cialdini non la cita) la complicità.

COMPETENZA LINGUISTICA E COMPETENZA ENCICLOPEDICA

Il messaggio, di non difficile ma nemmeno immediata decodifica, chiama in causa vari ambiti di riferimento e implicazione culturale: da “Gulliver” all’immagine (tipica dei cartoon) del diavoletto che si posa sulla spalla dei personaggi e prova ad influenzarne in senso negativo le decisioni, passando per l’immaginario calcistico (si pensi all’uso dei videofonini per immortalare le emozioni degli stadi; inoltre, Vodafone è lo sponsor ufficiale dell’Arsenal, squadra che partecipa alla Champions’ League).

Infine, una possibile lettura erronea (o “inquietante”, o “aberrante”) del messaggio pubblicitario: i piccoli tifosi possono essere interpretati, visto anche l’atteggiamento del protagonista nei loro confronti, come fonte di seccatura, disturbo e imbarazzo. Risulta pertanto facile identificarli con il telefono cellulare: gli schiamazzi e le trombe dei mini-supporters diventano, per analogia, la suoneria del telefonino che suona nei momenti meno adeguati, sino a divenire una vera e propria ossessione (il gesto del protagonista che “schiaccia” il tifoso con un rotolo di carta igienica è analogo a quello dell’uomo che, seccato, spegne il cellulare).





Lost 2×22 – Tre minuti

27 04 2007

 

Titolo originale: Three minutes

Data originale di tramissione: 17 Maggio 2006

Scritto da: Edward Kitsis, Adam Horowitz

Diretto da: Stephen Williams

Centric: Michael

Giorni dal disastro aereo: 51-64

Promo: http://www.youtube.com/watch?v=_2pYY85ylaA

Riassunto: Lost-italia

Fatti salienti:

– Michael incita coloro che sono nel bunker ad un attacco immediato contro gli Altri: per quanto decisi allo scontro, Jack e gli altri naufraghi preferiscono prendere tempo, soprattutto per seppellire le due defunte;

– Michael tenta di convincere personalmente Jack che l’attacco deve essere condotto come dice lui, e vuole come compagni soltanto il dottore, Kate, Sawyer e Hurley: dopo le prime rimostranze iniziali, Jack acconsente;

– Sawyer ingaggia anche Sayid per la spedizione armata, ma Michael si oppone e convince l’Iraqeno a restare al campo;

– Eko, tornato al bunker, decide di insediarvisi e di premere il pulsante al posto di Locke; quest’ultimo, ormai totalmente disilluso nei confronti dell’isola, si libera definitivamente delle stampelle e della stecca che gli proteggeva la gamba;

– Mentre si recano al funerale di Libby e Ana Lucia, Sayid rivela a Jack di nutrire dei sospetti circa la buonafede di Michael, e prospetta al dottore un piano di riserva;

– Hurley viene convinto dalle parole di Michael e dalle emozioni del funerale ad unirsi alla spedizione contro gli Altri;

– Grazie ai flashback, si scopre che Michael è stato catturato dagli Altri, portato nel loro villaggio e imprigionato; ha potuto vedere Walt, ma gli è stato detto che per riaverlo avrebbe dovuto liberare Henry Gale e consegnare agli Altri 4 suoi compagni: Jack, Sawyer, Kate e Hurley (gli stessi che egli ha arruolato per la sua missione);

– Durante il funerale, i naufraghi scorgono qualcosa arrivare dal mare: è una barca a vela.

Leggi il seguito di questo post »





Lost 2×21 – ?

25 04 2007

Titolo originale: ?

Data originale di tramissione: 10 Maggio 2006

Scritto da: Carlton Cuse, Damon Lindelof

Diretto da: Deran Sarafian

Centric: Eko

Giorni dal disastro aereo: 63-64

Promo: http://www.youtube.com/watch?v=WbAAxZp_4pE

Riassunto: Lost-italia

Fatti salienti:

– Jack, Sawyer, Kate e Locke giungono al bunker e trovano i feriti: per Ana Lucia non c’è più nulla da fare, mentre Libby è grave e Michael solo leggermente ferito; nessuna traccia di Henry Gale;

– Locke ed Eko si mettono sulle tracce del fuggiasco, ma Eko, una volta nella giungla intima a Locke di portarlo al “punto di domanda” che ha visto disegnato sulla mappa, dopo che una serie di visioni e sogni lo hanno convinto che questa è la cosa giusta da fare;

– Jack obbliga Sawyer a mostrare a Kate il nascondiglio dove tiene le armi; contrariamente a quanto i naufraghi pensassero, esso si trova nella tenda di Sawyer;

– Un ulteriore sogno spinge Eko ad arrampicarsi sulla rupe ove si trovava il beechcraft nigeriano prima di precipitare al suolo: da quell’altezza riesce a notare un grande punto di domanda segnato nel terreno proprio sotto all’aeroplano;

– Una volta spostato il beechcraft, Eko e Locke trovano una botola; apertala, scoprono un’altra stazione Dharma (la Perla), con alcuni monitor in cui vedono ciò che accade all’interno del Cigno, un tubo pneumatico di ignota destinazione e una videocassetta;

– Il nastro contiene le istruzioni per il progetto che si compie in quella stazione: bisogna monitorare, tramite le telecamere, ogni singolo momento della vita all’interno della stazione Cigno, compilando appositi quaderni da inviare a destinazione tramite il tubo pneumatico; il video svela inoltre che il compito svolto nel Cigno (cioè l’inserimento del codice nel computer) altro non è che è un esperimento psicologico;

– La visione del nastro provoca reazioni opposte: se Locke è ormai sfiduciato e crede di essere stato una sorta di cavia sino a questo momento, Eko dice di ritenere di assoluta importanza l’inserimento del codice, e afferma di volersene assumere l’incarico;

– Dopo aver ripreso conoscenza ed aver invano tentato di smascherare Michael, Libby muore.

Leggi il seguito di questo post »





Lost – Promo 2×21 e 2×22

23 04 2007

Ecco i trailers originali delle prossime puntate di Lost (in onda su Raidue martedì 24 Aprile, in prima serata):

2×21 – ?

[attenzione: c’è uno spoiler (se lo cogliete) sulla sorte di uno dei personaggi]

2×22 – Tre minuti





Uniti dalla voce – #2

22 04 2007

Prosegue la rassegna dei personaggi della tv accomunati dal fatto che a prestare loro la voce è il medesimo doppiatore:

.

 

 

Geoffrey Rush (La maledizione della prima luna, Pirati dei Caraibi), Gatto Giuliano (Kiss me Licia), Uan (Bim Bum Bam), Taz (Tazmania), Geronimo Stilton (tutte le “visible manifestations”) : PIETRO UBALDI

.

   

 

Ash Katchum (Pokémon), Michelangelo (The Turtles), Gohan adulto (Dragonball), Petrie (Alla ricerca della valle incantata), Robin (Batman – cartone animato):

DAVIDE GARBOLINO

.

Mark Green (E.R. -Medici in prima linea), Tim McManus (Oz), Fox Mulder (X-files), Jimmy Cooper (The O.C.), Holland Wagenbach (The Shield):

GIANNI BERSANETTI

.

( 2- Continua)





Lost 2×20 – Due per la strada

21 04 2007

 

Titolo originale: Two for the road

Data originale di tramissione: 3 Maggio 2006

Scritto da: Elizabeth Sarnoff, Christina M. Kim 

Diretto da: Paul Edwards

Centric: Ana Lucia

Giorni dal disastro aereo: 62-63

Promo: http://www.youtube.com/watch?v=4lfCAF1XHUE

Riassunto: Lost-italia

Fatti salienti:

– Jack riporta Michael al bunker e gli presta le prime cure;

– Mentre i due si trovano a colloquio nella stanza adibita a prigione, Henry Gale aggredisce Ana Lucia tentando di strangolarla, per vendicare la morte di due suoi compagni (tra cui Goodwin) uccisi da Ana dall’altra parte dell’isola: la ragazza è salvata dal provvidenziale intervento di Locke, che tramortisce HG;

– Henry Gale confessa a Locke che la sua missione aveva come obiettivo proprio lui: non spiega, però, quale fosse il suo scopo;

– Ana Lucia “seduce” Sawyer con lo scopo di rubargli la pistola che vuole usare per uccidere Henry Gale: trovatasi faccia a faccia con il prigioniero, però, non trova il coraggio di giustiziarlo;

– Hurley porta Libby a fare un picnic sulla spiaggia, ma si dimentica di prendere il necessario: Libby si reca al bunker per recuperare una tovaglia e delle coperte;

– Una volta svegliatosi, Michael racconta ciò che ha fatto durante la sua assenza: ha trovato il campo degli Altri e li ha osservati a distanza; Michael racconta che gli Altri sono poveri, vivono in capanne, si cibano di pesce, hanno un bunker (“una porta stagna che conduce sottoterra”) che sorvegliano costantemente con le uniche due armi che hanno e dove Michael ritiene tengano prigionieri i bambini e gli altri rapiti (Michael dice di non aver visto nessuno di loro);

– Michael convince Jack e Locke che sia giunto il momento di affrontare gli Altri, che secondo lui sono molto deboli; i due si recano così da Sawyer per riprendersi le armi, lasciando Ana Lucia e Michael al bunker;

– Michael si fa consegnare la pistola da Ana Lucia con l’intento di sostituirsi a lei nel giustiziare Henry Gale; una volta ricevuta l’arma, tuttavia, esplode un colpo contro di lei, centrandola in pieno ventre;

– Sulla scena sopraggiunge Libby: Michael si volta e spara due colpi anche a lei; quindi apre la porta della stanza in cui è chiuso Henry Gale, si rivolge la pistola al braccio e si spara.

Leggi il seguito di questo post »