Lost 3×10 – Tricia Tanaka è Morta

18 02 2008

 

Titolo originale: Tricia Tanaka is dead

Data originale di tramissione: 28 Febbraio 2007

Scritto da: Edward Kitsis e Adam Horowitz

Diretto da: Eric Launeville

Centric: Hurley

Promo: http://it.youtube.com/watch?v=oBDdK0cbVCY 

Riassunto: Lost-central

Fatti salienti:

– Kate e Sawyer tornano al campo, accolti festosamente dai loro compagni;

– Vincent conduce Hurley nella giungla, dove trova un pullmino della Dharma seminascosto, con uno scheletro all’interno;

– Hurley annuncia agli altri naufraghi la propria scoperta e la volontà di provare a rimettere in moto il pullmino: nessuno gli dà aiuto all’infuori di Jin;

– Sawyer pretende indietro le sue cose da Charlie e Desmond, quindi va alla ricerca di Hurley per lo stesso motivo;

– Hurley convince anche Sawyer ad aiutarlo nel suo intento (in cambio della birra contenuta nel pullmino): i tre lo rimettono in piedi, ma non riescono ad avviarlo;

– Hurley, dopo aver convinto anche Charlie a sfidare la sorte, decide di lanciarsi giù da un pendio per riuscire ad avviare il pullmino: il tentativo ha buon esito e i quattro possono festeggiare;

– Kate lascia il campo per andare a recuperare Jack: cerca e trova la Rousseau, cui chiede di farle da guida; nel frattempo è raggiunta da Sayid e Locke, che si aggiungono alla spedizione.

.

Spunti di riflessione:

 

MANI IN MANO Sawyer e Kate ritornano al campo (complimenti per il senso dell’orientamento) dopo essere riusciti a fuggire dalle grinfie degli Altri: la missione di salvataggio che Locke aveva in animo di realizzare (soprattutto dopo la visione e il salvataggio di Eko dall’orso polare) non ha ancora conosciuto la luce. Eppure sono trascorsi già 6 giorni dal suo famoso discorso.

.

POCO MOTIVATI Del resto, lo stesso Locke ammette, incalzato da Kate, un sostanziale disinteresse per la sorte dei tre compagni: rimando ai dialoghi conclusivi dell’episodio (trascritti più sotto).

.

 

INTERESSI Più in generale, i naufraghi rimasti sulla spiaggia sono poco interessati all’assenza dei tre rapiti, quasi rassegnati all’impossibilità di competere con gli Altri: l’unico che fa domande a Kate e Sawyer è Sayid (apprende ora della sorte di Michael), mentre Locke si informa soprattutto sulla possibilità che gli Altri hanno di lasciare l’isola.

.

 

TUTTI SULLA STESSA BARCA Sayid chiede a Kate se la barca concessa dagli Altri a Michael fosse l’unica a loro disposizione (gli si chiarirebbe la motivazione del furto della barca a vela). Kate risponde di non aver visto altre barche (ed è vero, la nave che riporta gli others a casa compare all’orizzonte quando i due sono già sull’isola principale): un particolare che può avvalorare due ipotesi già avanzate in precedenza, relative alle modalità di approdo dei rapiti sull’Hydra:
– i naufraghi sono stati portati sull’isolotto in barca, ma solo dopo essere stati narcotizzati (ricordate i segni delle iniezioni?)
– i naufraghi sono stati portati sull’isolotto attraverso i condotti sotterranei che, stando a quanto si può dedurre dalla Blast Door Map, dovrebbero collegare le varie stazioni dell’Hydra (ma non sappiamo se esistano realmente).

.

 

DISPENSA I naufraghi sembrano ormai rassegnati alla permanenza sull’isola: li vediamo impegnati in attività quotidiane. Il cibo, nel frattempo, comincia a scarseggiare.

.

DU IU SPIK INGLISC? In questo contesto, anche la proposta di Hugo di ingannare il tempo con la riparazione del pullmino che ha trovato nella giungla trova “interessato” solo il frastornato Jin. Si ridimensiona così la supposta comprensione dell’inglese da parte del Coreano, rivelata a Sun nell’episodio 3×02: se il livello di conoscenza della lingua di Jin è quello saggiato dal suo tutor Sawyer, allora dobbiamo attribuire al Coreano un bagaglio decisamente più esiguo di “segreti” e conversazioni carpite fra i naufraghi.

.

IL MIGLIORE AMICO DELL’UOMO Hurley scopre il pullmino della Dharma grazie al redivivo Vincent, che sembra proprio volerlo condurre al luogo dove ha trovato il braccio mummificato che tiene in bocca. Non è la prima volta che il cane di Walt si rivela decisivo nel rivelare ai naufraghi importanti segreti o nel comparire proprio quando qualche avvenimento significativo sta per accadere. Qualcuno ha messo in relazione queste apparizioni con il fumo nero, che guiderebbe Vincent o addirittura ne avrebbe preso le sembianze.

.

HIPPIES SULL’ISOLA Giunto sul luogo indicato da Vicent (evidentemente mai frequentato dagli altri naufraghi fino ad ora), Hurley scopre, seminascosto dalla vegetazione, un pullmino marchiato Dharma. Dunque “quei pazzi del progetto Dharma” (Sawyer dixit) annoveravano tra le proprie risorse anche un mezzo di trasporto su quattro ruote: la vera questione non è a cosa servisse, ma come sia riuscito ad arrivare sino a lì, in piena giungla.

.

 

LA STRADA PER UN FUTURO MIGLIORE Viste anche le carte che Sawyer trova nel bagagliaio, tra cui spicca il progetto di una strada, si può ipotizzare che ai tempi del progetto Dharma l’isola fosse dotata di vie di comunicazione (perlomeno, di tratti senza vegetazione e praticabili), e che poi con l’abbandono e l’incuria queste strade siano state “cancellate” dal rigoglìo della natura. Il progetto Dharma è stato abbandonato nel 1987: è possibile che tutta quella vegetazione sia cresciuta in 17 anni?

.

STRADA IN SALITA Come si può notare dal progetto, la strada sembra inerpicarsi per una montagna per giungere a un luogo indicato con alcuni simboli Dharma (clicca qui per ingrandire la mappa)

.

 

(COME DIREBBE HOMER) BIRRA… Qual era la missione del pullmino di Roger? Semplicemente trasportare birra? E dove? E a chi?

.

 

MR. ROGER WORKMAN Roger era un addetto al progetto Dharma, come confermato dalla tuta che indossa. La divisa di lavoro riporta la sua “specializzazione”: Manodopera. Dunque, oltre agli addetti nelle varie stazioni, il progetto Dharma aveva in lista paga anche semplici tuttofare, che sbrigavano le faccende “pratiche” (ad esempio, il filmato di Orientamento della Perla allude al “Palaferry [dove troverete qualcuno] che vi riporterà alle baracche”)

.

CIGNO Sulla tuta di Roger (così come anche sulle lattine di birra) compare anche il simbolo del Cigno: forse l’addetto Dharma è legato in qualche modo alla stazione che studiava l’elettromagnetismo? Era diretto lì? Oppure il marchio sulla tuta era messo a caso?

.

 

CIN CIN! Come è morto Roger? Vittima della strada (o meglio, della giungla)? Ma il pullmino, per quanto roversciato è integro, non ci sono segni di incidenti. Inoltre le sue ossa non presentano evidenti fori da armi da fuoco. Altre cause? Be’, gli anti-nebbia non possono niente contro il fumo nero…

.

 

SAMARITANI E NON I responsabili del progetto Dharma non si sono prodigati a cercare Roger ed eventualmente a recuperare il pullmino, una volta resisi conto della sua assenza? Evidentemente no: Roger era l’ultimo sopravvissuto del progetto Dharma? Oppure una sorta di ladro di birre che non è parso opportuno soccorrere/seppellire?

.

 

ARCHEOLOGIA Roger non è l’unico scheletro rinvenuto dai naufraghi sull’isola: Locke ha trovato i resti di un uomo (con una maglietta della Perla addosso) nella tana dell’orso, mentre nelle “grotte” scoperte da Jack nella prima stagione stavano adagiate le spoglie di quelli che John ha ribattezzato Adamo ed Eva.

.

UNREAL TV Questa puntata presenta una serie di fatti poco verosimili, o comunque difficili da credere:
 La birra trasportata da un uomo che nel frattempo ha fatto in tempo a diventare scheletro non è nociva;
 Sawyer non pulisce nemmeno la lattina di birra prima di aprirla ed accostarvi la bocca;
 Il pullmino, malgrado giaccia rovesciato nella giungla da anni e anni, ha ancora il serbatoio pieno e le ruote gonfie;
 Come fa Sawyer a rintracciare in breve tempo Hurley quando quest’ultimo ha avuto bisogno della guida di Vincent per scovare e raggiungere il luogo del pullmino (luogo mai attraversato dai naufraghi)?

.

SFIDARE LA MORTE Hugo decide di coinvolgere Charlie nella sua missione “suicida” per far ripartire il pullmino: Hurley vuole convincere l’amico (che nel frattempo ha provato, senza fortuna, ad ottenere ulteriori informazioni da Desmond) che ciascuno è l’artefice del proprio destino, che nulla è predeterminato. Sfidare la morte, e vincere, potrebbe significare per entrambi la liberazione dalla maledizione: della morte (Charlie) e della sfortuna (Hugo). I due alla fine la spuntano, facendo partire il pullmino ed evitando di sfracellarsi sulle rocce: basterà per evitare la sorte che Desmond ha predetto a Charlie?

.

CI SCUSIAMO PER L’INTERRUZIONE Del resto, Desmond non si è visto mentre Charlie ed Hugo affrontavano la discesa lungo il pendio: probabilmente, se avesse avuto qualche nuovo flash che gli mostrava Charlie in pericolo di vita a bordo del pullmino sarebbe corso a salvarlo; invece, nulla: evidentemente non era questa l’occasione in cui Charlie doveva morire; oppure la rockstar ha davvero annullato l’incantesimo?

.

L’AMORE NON E’ BELLO… Sawyer e Kate cominciano ad assomigliare a Sandra e Raimondo: litigano in continuazione e non perdono occasione per punzecchiarsi. Kate pretende delle scuse da Sawyer: non tanto per il fatto di averla “sedotta” sull’Hydra, quanto per averla costretta a lasciare indietro Jack, ed eventualmente anche per avere liberato Carl; dal canto suo, Sawyer si mostra dapprima stizzito, poi noncurante, infine preoccupato quando torna al campo e non trova “lentiggini”.

.

 

COLPITO! Nell’ultimo tratto di giungla, Sawyer si ritrova infilzato da un dardo: si tratta di una freccetta proveniente dal bunker, con ogni probabilità scaraventata di fuori in seguito al Failsafe. Kate e Sawyer non sanno ancora che il bunker è imploso, dal momento che si trovavano al Palaferry quando Desmond ha girato la chiave di sicurezza (di cui pure hanno percepito gli effetti).

.

 

VIVE LA FRANCE Kate, più determinata che mai, riparte subito con l’intenzione di ritrovare Jack: a questo scopo si inoltra nella giungla alla ricerca dell’unica persona che può fornirle informazioni utili. Si tratta della Rousseau, che infatti viene intercettata a tarda notte dal gruppetto che anche Sayid e Locke hanno rimpinguato. L’ultima apparizione di Danielle risale all’episodio 2×15, quando (16 giorni prima) la Francese aveva seguito Claire e Kate alla stazione medica il Caduceo. Cos’abbia fatto nel frattempo rimane un mistero, e la Rousseau un personaggio quantomeno ambiguo.

.

 

PRECIPITAZIONI, ANCHE FORTI Fra gli eventi che possono apparire inverosimili, anche la caduta di un asteroide proprio sul nuovo negozio di proprietà di Hurley. In realtà, Hugo aveva già accennato all’episodio parlando con Jack dopo aver fatto saltare il coperchio della botola (puntata 2×01).

.

TAPPE Vediamo di ricostruire le tappe della vita di Hurley con le nuove informazioni fornite dal flashback:
 All’età di 10 anni viene abbandonato dal padre David (che si presume faccia il meccanico), con il quale aveva un rapporto molto stretto;
 Forse anche in seguito a questo trauma, comincia a mangiare e ad ingrassare;
 E’ coinvolto (lui crede sia colpa sua) nel crollo di un terrazzo che causa due morti;
 Viene internato al Santa Rosa Mental Health Institute per i suoi problemi col cibo e mentali (vede un amico immaginario, Dave): qui si trova anche Libby;
 Al Santa Rosa incontra Leonard, un ex addetto della marina di stanza nel Pacifico divenuto pazzo, che non fa che ripetere i famosi numeri (4, 8, 15, 16, 23, 42) in continuazione;
 Uscito dal manicomio, gioca quei numeri alla lotteria e vince 156 (o 114, stando a ciò che dice la giornalista) milioni di dollari;
 Comincia a spendere i soldi guadagnati, ma per lui inizia anche una serie incredibile di eventi sciagurati (la morte del nonno Tito, l’infortunio occorso alla madre, la casa a lei regalata che va a fuoco, la sua ragazza lo lascia per il suo migliore amico, la fabbrica di scarpe di sua proprietà va a fuoco, un uomo si getta dal grattacielo dove si trova per parlare con il suo consulente) che lo spingono a credere di essere maledetto;
 Durante l’intervista rilasciata a Tricia Tanaka in occasione della riapertura di Mr. Cluck’s, un asteroide piomba sul negozio uccidendo la troupe che vi si trovava all’interno;
 Una volta a casa, scopre che suo padre è tornato, dopo 17 anni di assenza;
 Di fronte all’ostilità di Hugo, i due genitori organizzano la messa in scena della cartomante per fargli credere che la maledizione si potesse togliere, ma Hurley scopre il trucco;
 Malgrado l’invito di suo padre a liberarsi dei soldi vinti e ricominciare da capo, Hurley vola a Sidney per incontrare il compagno di lavoro di Leonard (Sam) ed indagare così sull’origine dei numeri maledetti;
 Dopo aver incontrato la moglie del suicida Sam ed avere scoperto che i numeri provenivano da un messaggio radio captato nel Pacifico che li trasmetteva in continuazione, Hurley si imbarca sul volo 815 per tornare in America.

.

 

RANDY NATIONS Hurley si era licenziato da Mr. Cluck’s, la catena per cui lavorava, in seguito alla vincita alla lotteria; ha poi rilevato la catena diventandone il proprietario ed assumendo Randy, suo ex capo, alle proprie dipendenze. Dopo la distruzione di Mr. Cluck’s ad opera dell’asteroide (Randy, di fatto, non ci lavora: il negozio va in fumo prima dell’inaugurazione), e forse anche come forma di risarcimento, Hurley assume Randy alla fabbrica di scatole che possiede a Tustin. Qui, tra i sottoposti di Randy, c’è un patetico uomo di nome John Locke.

.

 

I NUMERI I numeri maledetti che hanno permesso ad Hurley di vincere alla lotteria provenivano in realtà dalla stessa isola su cui Hurley è precipitato con il volo Oceanic 815. I due addetti della marina americana (Sam e Leonard) captarono circa 16 anni prima un messaggio radio che li ripeteva senza sosta; lo stesso messaggio fu intercettato dalla nave di esplorazione su cui viaggiavano la Rousseau e i suoi compagni, che deviarono dalla propria rotta proprio per scoprire l’origine di quel messaggio e finirono così sull’isola. Il messaggio proveniva proprio dall’isola, in particolare dalla torre radio, e la Rousseau lo modificò sostituendovi la propria richiesta d’aiuto dopo che la malattia colpì i suoi compagni e lei fu costretta ad ucciderli (questo stando alle sue parole).
Con ogni probabilità, i numeri del messaggio radio erano legati alle ricerche del progetto Dharma e in particolar modo all’equazione di Valenzetti. Per saperne di più, vi invito a seguire le fasi finali di The Lost Experience, che ricomincerà a breve su questo blog.

.

VOLERE E’ POTERE Come molti altri personaggi dell’isola, anche Hugo Reyes non è esente da problemi con il padre: la sua inattesa quanto codarda dipartita lasciò il piccolo Hurley senza una figura maschile di riferimento, scatenando la sua malattia legata al cibo e, da lì, tutti i problemi che ne sono derivati, sino all’internamento al Santa Rosa e alla vincita alla lotteria. La lunga serie di sciagure che si verificano dopo questa vincita travolge Hugo (che si convince dell’esistenza di una maledizione) esattamente come quell’improvvisa pioggia di milioni ne aveva snaturata l’indole bonacciona ed ingenua. Il subitaneo ritorno del padre, attratto dai soldi piovuti sul figlio, ha l’effetto di spronare Hurley a reagire di fronte a un destino cui si era rassegnato: è così che, proprio ripensando alle parole di suo padre (ognuno è artefice della propria fortuna), si decide ad affrontare di petto la situazione e ad imbarcarsi per Sidney.
L’Australia non fornisce però risposte definitive ai suoi tormenti, ma rappresenta piuttosto una tappa di un viaggio di formazione che lo porta infine sull’isola, luogo di origine dei famosi numeri. Qui, Hurley si libera delle proprie paure e superstizioni (che ogni tanto, tuttavia, sembrano riaffiorare: vedi Dave, vedi alcuni momenti di autocommiserazione) – decisivo è soprattutto l’incontro con la Rousseau, la prima a credergli – e acquista finalmente una sicurezza nei propri mezzi e una fiducia nell’azione positiva nuove, che lo fanno assurgere a paladino dell’ottimismo della volontà e ad irriducibile anima del campo dei naufraghi.

.


QUANDO Sull’isola è il 5 Dicembre 2004 (75esimo giorno dallo schianto del volo 815): Hurley scopre il pullmino, mentre Kate e Sawyer tornano al campo dei naufraghi dopo la prigionia all’Hydra. Alla sera, Kate (seguita da Sayid e Locke) incontra la Rousseau cui chiede aiuto per cercare Jack. Libby, ricordata da Hugo sulla sua tomba, è morta 11 giorni prima.
Il flashback di Hurley è ambientato nel 1987: Hugo ha una decina d’anni quando viene abbandonato dal padre. David Reyes fa ritorno dalla sua famiglia ben 17 anni più tardi: è il Settembre 2004, e proprio in quei giorni Hurley partirà per Sidney.

.

 mappa3x09.jpg

DOVE I fatti di questo episodio si svolgono al campo dei naufraghi. Il luogo dove giace il pullmino non è ben chiaro: è a scarsa distanza dal cmapo, ma su un tragitto non battuto dai naufraghi per recarsi al Cigno o al campo di golf. Il flashback di Hugo è ambientato invece a Santa Monica, in California, dove Hurley è nato e cresciuto.

 

.

Curiosità:.

 

TITOLO Il titolo dell’episodio è la frase che Hurley pronuncia rientrando a casa dopo l’ennesima sciagura attribuibile alla maledizione di cui si crede vittima. Tricia Tanaka è la giornalista che lo stava intervistando da Mr. Cluck’s: il suo nome è probabilmente un omaggio ai Griffin, e in modo particolare al personaggio di Trisha Takanawa.

.

 

SHAMBALA La canzone che il piccolo Hugo ascolta all’inizio del flashback (prima dell’ultimo colloquio col padre) è la stessa che parte nel momento in cui il pullmino Dharma si rimette in moto (evidentemente Roger la stava ascoltando prima di morire): si tratta di Shambala, dei Three Dog Nights.

.

 

CHE BARBA In questo episodio vediamo Charlie che si fa la barba sull’isola: peccato che, poche ore dopo, la barba gli sia già ricresciuta. Chissà, magari rientra nelle proprietà curative dell’isola…

.

 

PIU’ LATTE E MENO CACAO La merendina che David regala al figlio Hugo prima di uscire dalla sua vita non è una Apollo Candy (barretta trovata da Kate nel Cigno) ma una “Glacier Bar”.

.

 

ADDOBBI Nel salotto di casa Reyes, oltre ad un’orripilante statuetta d’oro del Cristo figura anche l’immagine di un’isola tropicale (qualcosa di simile era appeso anche alle pareti del Santa Rosa e dell’ufficio di Charles Widmore).

.


.


   

  

.
Frasi da ricordare:

Hurley: E’ da stupidi… senza un carburatore nuovo non partirà mai!
Padre di Hurley: Sperare in qualcosa non è mai stupido. Se credi che delle cose belle accadranno vedrai che accadranno… chiaro il discorso? In questo mondo, figliolo, devi essere l’artefice della tua fortuna.

Padre di Hurley: Dovremo sospendere il progetto per un po’ perchè… devo andare a Las Vegas. Sai, ho del lavoro laggiù…
Hurley: E il nostro viaggio insieme?
Padre di Hurley: Il grand Canyon sarà ancora lì quando tornerò, piccoletto… Ah, ah! Ehi, ho una cosa per te.
Hurley: Mamma dice che non devo mangiarle…
Padre di Hurley: Goditela un po’ Hugo, è solo una merendina, ok? Allora… sarò di ritorno molto presto.

Hurley: …e allora gli Altri ci tolgono i cappucci e ci ritroviamo sull’altro versante dell’isola. E… portano Jack, Kate e Sawyer da qualche parte, e mi rimandano indietro perchè avverta tutti di stare lontano… e io l’ho fatto, e… ora sono tutti preoccupati, con loro tre spariti e con quello che è successo a Eko. Sono spaventati. E lo sono anch’io. Ma in fondo io… ho quasi sempre avuto paura da quando siamo qui… tranne quando sto con te. Mi manchi, Libby…

Charlie: Desmond ha detto che morirò. Mi ha detto che ha dei flash, delle visioni o quello che sono… e nelle visioni io muoio sempre. Ecco, questo è il momento in cui tu mi dici ‘ma dai, è ridicolo, non fare lo sciocco, quello è matto’…
Hurley: Credo che lui possa avere ragione, e che forse è colpa mia.
Charlie: Colpa tua?
Hurley: Ho una… maledizione addosso: la morte mi trova, coso.
[Abbaiare di Vincent]

Charlie: Vuoi rincorrere un cane con un braccio mummificato nella giungla? Fa’ pure!

Tricia Tanaka: E’ il sogno di chiunque: vincere la lotteria. Milioni di dollari che ti piovono addosso da un momento all’altro. Che cosa fareste se aveste tutti quei soldi? Be’, un fortunato vincitore ha appena comprato una casa del pollo. Sono Tricia Tanaka, qui con Hugo Reyes, vincitore della somma record di 114 milioni di dollari, davanti alla casa del pollo di Mr. Cluck’s a Diamond Bar, che domani riaprirà i battenti con una grande inaugurazione. Allora, Hugo, credo che tutti si facciano questa domanda: perchè hai comprato Mr. Cluck’s?
Hurley: Ehm… perchè adoro il pollo.
Tricia Tanaka: Oh… E’ qui con noi anche l’ex capo di Hugo, ora diventato suo dipendente, Randy Nations. Questo probabilmente è il sogno di ogni subalterno, dico bene? Oh… d’accordo… Allora, Hugo, che altro hai fatto da quando sei stato baciato dalla fortuna?
Hurley: Veramente ho avuto anche un po’ di sfortuna: mio nonno Tito è morto di infarto, la prima casa che ho comprato a mia madre è andata a fuoco, il mio amico Johnny è fuggito con Starla, la mia ragazza, un tizio si è buttato dal tetto del mio commercialista, …
Tricia Tanaka: Stop! Che stai combinando, accidenti? Questo è un pezzo promozionale, lo sai che significa?
Hurley: Sì… Scusi, Tricia Tanaka.
Tricia Tanaka: Possiamo entrare? Vorrei fare qualche ripresa dall’interno.
Hurley: Oh… non lo so…
Randy: Sì. Sì, certo che potete entrare! E’ superstizioso, non c’è stato ancora il taglio del nastro.
Tricia Tanaka: D’accordo, andiamo. Quanto odio queste cose, mi toccano sempre le storie stupide!
Hurley: Sicuro che vada tutto bene?
Randy: Sì, rilassati.
Hurley: Le friggitrici hanno le protezioni?
Randy: Quelle friggitrici sono più che sicure, non cominceranno a…
Hurley: Lo senti anche tu?

Sun: D’ora in avanti ti parlerò solo in questa lingua, così la imparerai.
Jin: [incomprensibile, in coreano]

Hurley: Ehi! Ehi! Ascoltatemi! Auto… Ho trovato un’auto, capovolta nella giungla
Nikki: Hai trovato un’auto.
Hurley: E possiamo anche aggiustarla e farla ripartire. Non è lontano, andiamo.
Paulo: Ma… perchè dovremmo aggiustare un’auto?
Hurley: Perchè sì! Sarà un modo per divertirci! Abbiamo bisogno di divertirci, dopo tutto quello che ci è successo ci serve… specialmente a te, coso. Su chi viene con me?
Paulo: Be’, devo affettare delle banane, scusa…

Hurley [Rivolto a Jin]: Grazie coso. Eh… non sai cosa hai accettato di fare, vero?

Kate: Saremo al campo tra cinque minuti.
Sawyer: Cerca di contenre l’entusiasmo, lentiggini!
Kate: Perdonami se non mi rallegra l’idea di dover spiegare perchè stiamo tornando solo in due, James!
Sawyer: Loro dovrebbero spiegarci perchè non ci hanno cercato. In effetti, sarei sorpreso se Locke… Ah!
Kate: Che ti è successo?
Sawyer: Ho pestato qualcosa, figlio di puttana…

Kate: Sta’ a sentire, rilassati: cerco di sfilartelo dal piede. Al mio tre, pronto? Uno…
Sawyer: Ahi! Ma non avevi detto al tre?
Kate: Sì, ma ti ho voluto risparmiare l’attesa, è la parte peggiore… Sai, dovresti soltanto dire scusa. Potremmo ricominciare, cancellare tutto dalla lavagna…
Sawyer: Lavagna… come nella casetta…
Kate: Cioè?
Sawyer: La casa nella prateria… Laura Engles scriveva su una lavagna, a scuola.
Kate: Per te è la casetta?
Sawyer: Ho avuto la mononucleosi da piccolo, ho perso due mesi di scuola, e in roulotte si vedeva solo un canale.
Kate: Di che cosa stavamo parlando?
Sawyer: Non parlavamo di niente.
Kate: James!
Sawyer: …E non ho niente di cui scusarmi.
Kate: Quindi vuoi continuare così? Benvenuto a casa, Sawyer!
Sawyer: Benvenuta a casa, Kate.

Madre di Hurley: Hugo? Sei tu, Hugo? Oh, mio Dio! Che è successo?
Hurley: Tricia Tanaka è morta…

Madre di Hurley: E’ stato un incidente!
Hurley: Non è stato un incidente, è una maledizione, e c’è solo un modo per fermarla: devo andare in Australia.
Madre di Hurley: Ancora con l’Australia…
Hurley: E’ da lì che vengono quei numeri. Leonard, in ospedale… è lui che me li ha detti.

Madre di Hurley: Vieni con me, devo farti vedere una persona…
Padre di Hurley: Ehi, Hugo!
Madre di Hurley: Dopo diciassette anni, tuo padre è tornato da noi…
Padre di Hurley: Ehi, caspita! Tua madre non esagerava riguardo ai dolci…! Ah, ah! Scherzavo…

Hurley: Coso… Roger aveva fatto il pieno!

Jin: [incomprensibile, in coreano]
Hurley: Non sono bravo con le sciarade, cosa vuoi?

Charlie: Quando mi succederà?
Desmond: Quando ti succederà che cosa?
Charlie: Non fare lo stupido con me, fratello!
Desmond: Ero ubriaco… se ti ho detto qualcosa…
Charlie: Ho il diritto di sapere quando morirò.
Desmond: Non è così che funziona…
Charlie: Che cosa non funziona così?
Sawyer: Ehi, Oliver Twist! Dov’è la mia roba?

Sawyer: Avevo cibo, vino, riviste porno, e del wiskey!
Desmond: Ahm… ti chiedo scusa per il wiskey…
Sawyer: L’hai bevuto tu?!
Desmond: Be’, veramente eravamo in tre…
Charlie: Ah, sì…
Sawyer: Tu, il biondino e chi?

Hurley: Molto ingegnoso!
Jin: Ingegnoso?
Hurley: Sì, ingegnoso… quando sai usare l’ingegno…

Sawyer: Ehi, dov’è la mia roba?
Hurley: Sei vivo! Coso, sei vivo!
Sawyer: Sì, sì, cucciolone… anch’io sono contento di vederti…

Jin: Sawyer…
Sawyer: Jimbo! Come stai?
Jin: Contento… di vederti.
Sawyer: Ma guarda guarda! Stai imparando le lingue!

Hurley: E Jack e Kate? Stanno con te, stanno bene?
Sawyer: Kate è con me… ma il dottore è ancora in mano loro.
Hurley: Ok, tranquillo: andrà tutto bene, Jack se la caverà e anche noi.
Sawyer: E’ un sollievo saperlo…
Hurley: Le cose stanno migliorando: l’auto, tu che torni sano e salvo… è un segno!
Sawyer: Già, un segno che rivoglio le mie cose.
Hurley: Aha… che ci aiuterai a aggiustare l’auto.
Sawyer: E per quale motivo dovrei farlo?
Hurley: Per la birra…

Sayid: Perchè ha detto ‘non tornate’?
Kate: Si è sacrificato perchè potessimo fuggire, non voleva che fosse inutile.
Sayid: Hurley ha detto che hanno liberato Michael e Walt.
Kate: Sì, hanno dato una barca a Michael, è partito senza voltarsi.
Sayid: Avete visto altre barche?
Kate: No, ma non credo abbiano dato via l’unica che avevano.
Locke: Possono lasciare l’isola?
Kate: Non lo so, John.

Sayid: Questo zoo, dove vi tenevano… è lì che vivono?
Kate: Siamo fuggiti con uno di loro, Carl… Ha detto che vivono su quest’isola. Poteva aiutarci, ma Sawyer l’ha lasciato andare.
Sayid: Perchè?
Kate: Vallo a chiedere a Sawyer…
Sayid: Kate, dove vai?
Kate: Non mi importa che cosa ha detto Jack: lo tengono prigioniero, dobbiamo liberarlo. Glielo devo. Vado a cercare aiuto.
Sayid: Aiuto da chi?

Padre di Hurley: Davvero straordinario, quel Gesù…
Madre di Hurley: Sì… Hugo è proprio un bravo figliolo, sa bene quanto io ami il Salvatore: così ha incaricato gli artigiani di Tarso di preparare per me questa statua di Gesù d’oro massiccio.

Padre di Hurley: Qualcosa non va, Hugo?
Madre di Hurley: Tuo padre ti ha fatto una domanda, Hugo.
Hurley: Mio padre? Come se non ci avesse lasciati! Come se non fosse sparito per 17 anni! E all’improvviso si ripresenta: questo non ti insospettisce neanche un po’?
Padre di Hurley: Sono tornato perchè tua madre mi ha detto che ti trovavi nei guai…
Hurley: Che cosa?!
Padre di Hurley: Tutti quei numeri, e quelle maledizioni… Hugo, io non so più che cosa fare… Ho pensato che ti servisse una figura maschile, un padre, per farti smettere con queste sciocchezze!
Hurley: Non sono pazzo! L’unica ragione per cui è tornato è perchè vuole una parte dei soldi!
Padre di Hurley: Questo mi ferisce…
Hurley: Be’, indovina: niente soldi per te!

Hurley: Mi libero! Di tutto: dei soldi, delle case, degli animali… e comincerò da lui.
Madre di Hurley: No, Hugo, tuo padre rimane con noi.
Hurley: Rimane con noi? E dove?
Madre di Hurley: Sono passati diciassette anni, Hugo…
Hurley: E questo cosa vuol dire?
Madre di Hurley: Ho delle necessità…
Hurley: No! No! Nooo!

Sawyer: Che cos’è tutta questa robaccia? Quei matti del progetto Dharma stavano costruendo una strada!

Sawyer: Maledizione! Che ci fa una testa qui dentro?
Hurley: Ah, quello è Roger!

Hurley: Coso, anche se stessi parlando la mia lingua non capirei quello che dici. Rilassati, va tutto bene, partirà. Abbi fede, partirà.

Sawyer: Uh…! Non frizza e puzza.

Hurley: Coso, quella birra è rimasta lì almeno da Rocky III. Forse addirittura II, ormai sarà veleno!
Sawyer: A skeletor piace… Cin, cin!
Hurley: Non sei carino… quel tizio aveva una mamma, una famiglia, degli amici, e un nome: lui non è skeletor, è Roger Manodopera.
Sawyer: Manodopera non è un nome, è il suo lavoro…! Era un inserviente del Dharma!
Hurley: Be’, dovresti rispettare i morti lo stesso.

Jin: No aggiustare.
Hurley: Ma ci devi riuscire! Non puoi provarci? Dobbiamo farla ripartire!
Sawyer: Ma vuoi lasciarlo in pace? Ha ragione, no aggiustare.

Hurley: Che problemi hai? Perchè non vuoi che funzioni?
Sawyer: Perchè non mi interessa. E tu perchè ci tieni così tanto?
Hurley: Perchè un po’ di speranza ci farebbe bene!
Sawyer: Se è la speranza che cerchi, bonzo, sei sull’isola sbagliata… di sicuro non c’è speranza qui.

Padre di Hurley: Perchè hai le cuffie?
Hurley: Per il rumore…
Padre di Hurley: Oh, be’, tua madre è una donna molto passionale…
Hurley: Già… disgustoso.

Cartomante: Di recente hai ricevuto una grossa somma di denaro.
Hurley: Lo puoi avere visto alla tv…
Cartomante: Ma non ti ha portato felicità… no, ti ha portato grande sfortuna.
Padre di Hurley: Questo non l’ho visto alla tv…
Cartomante: Vedo dei numeri…
Hurley: Che numeri?
Cartomante: 4, 8, 15, 16, 23, 42. C’è oscurità intorno a questi numeri… grande tragedia. Mi… mi dispiace…
Hurley: Che c’è? Fa’ vedere.
Cartomante: La morte… ti circonda, e altre morti sono in arrivo! Le mani, prego. C’è una maledizione su di te, ma è possibile spezzarla. Ora Hugo devi toglierti i vestiti.
Hurley: I vestiti?
Cartomante: Una maledizione è un’entità indesiderata che vive dentro di te… e dev’essere esorcizzata.
Hurley: E’ mio padre che ti ha convinta.
Cartomante: Come?
Padre di Hurley: Hugo, ti prego…
Hurley: Ti do mille dollari se ammetti che è stato mio padre a dirti queste cose.
Cartomante: La corruzione non ha potere sulle doti mistiche: come osi tu…
Hurley: Diecimila.
Cartomante: Mi ha convinta tuo padre.

Sawyer: Birra!
Jin: Birra!
Sawyer: Auto!
Jin: A…uto!
Sawyer [indicando Hurley]: Casa della frittella!

Hurley: Coso… Ehi, coso! Smettila di compiangerti.
Charlie: Non mi sto compiangendo. Penso.
Hurley: Aha… quando se ne sta a fissare l’oceano senza dire niente, si sta compiangendo. Quindi alzati e vieni con me. L’auto che ho trovato… la faremo partire!
Charlie: Per che scopo? Ah! Perchè l’hai fatto?
Hurley: Mettiti in piedi! Smettila di commiserarti perchè qualcuno ha detto che morirai! Ho un’idea che aiuterà entrambi. Senti, è pericoloso, ci sono buone possibilità che tu muoia davvero.
Charlie: Questo dovrebbe convincermi a seguirti?
Hurley: Infatti: perchè se non muori abbiamo vinto.
Charlie: Vinto?
Hurley: Io non so a te, ma… a me è un po’ che gira male, mi ci vorrebbe una vittoria. Procuriamocene una, facciamo partire quell’auto, guardiamo la morte in faccia dicendo comunque vada, creiamocela la fortuna! Che ne dici?

Sawyer: Mi dispiace.
Jin: Mi dispiace.
Sawyer: Bene, bravo… continua, forza.
Jin: Tu avevi ragione.
Sawyer: Ok, e sono due. Sorprendimi.
Jin: Quei pantaloni non ti fanno sembrare più grassa.
Sawyer: Ora ci sei! Le tre cose che una donna vuole sentire.

Sawyer: Che problema hai, Jumbo Jet?
Hurley: Sta’ zitto, cafone… maleducato!
Sawyer: Touchè. Che ci fa qui Grillo parlante?

Sawyer: Oh, sarà uno spettacolo favoloso!

Padre di Hurley: Quando tua madre mi ha detto della lotteria, ero già sulla moto prima che lei attaccasse il telefono. Divento vecchio, so a quanto ammonta la mia pensione… hai ragione: sono qui per i soldi.
Hurley: Non avrai un centesimo.
Padre di Hurley: Non è per questo che sono venuto a parlarti. Sono venuto a dirti che andare in Australia non spezzerà nessuna maledizione. Non hai bisogno di partire, ti serve… solo un po’ di speranza. Creiamo noi la nostra fortuna. Sai che dovresti fare?
Hurley: Che cosa?
Padre di Hurley: Dovresti dar via tutti quei soldi. Tutti, ogni centesimo! Tranne… quelli che ti servono per un carburatore nuovo. Lavoriamo alla Camaro, solo io e te. Mettiamola in moto e facciamo quel viaggio nel Grand Canyon. Non è tardi per ricominciare.
Hurley: Ti manderò una cartolina da Sidney.
Padre di Hurley: Io sarò qui… quando tornerai.

Sawyer: E tu perchè sei qui? Per assistere allo schianto?
Charlie: Io andrò con lui.
Sawyer: Be’, il funerale è vostro… Facciamogli fare questo giretto!
Hurley: Sei sicuro?
Charlie: Vittoria o morte!

Sawyer: Figli di puttana!

Sayid: Kate, se volevi aiuto per trovare Jack perchè non l’hai chiesto a noi?
Kate: Per due ragioni: non sapete dove cercare e non siete motivati… e non vi biasimo: perchè dovreste attraversare di nuovo l’isola e rischiare la vita per riportare qui Jack?
Locke: Ti sbagli.
Kate: Ah, davvero? E allora perchè non siete venuti?
Locke: Non sulla motivazione, ma noi sappiamo dove cercare. Abbiamo una direzione, e sono convinto che, seguendola, ci porterà dagli Altri.
Kate: Come?
Sayid: Per il modo in cui il sole ha colpito il bastone di Eko mentre John lo stava seppellendo.
Locke: Ora che sai il nostro segreto ci dici il tuo?

Kate: Siamo qui per parlare! Puoi venire fuori!
Rousseau: Che fai qui?
Kate: Sono venuta a chiederti aiuto.
Rousseau: Per fare che?
Kate: Voglio andare al campo degli Altri, per trovarlo mi serve qualcuno che conosca l’isola.
Rousseau: Perchè credi che a me possa interessare aiutarti?
Kate: Perchè mi avevano catturata, e non mi avrebbero lasciata andare. Forse mi avrebbero uccisa se non fossi fuggita… e la ragazza che mi ha aiutata a fuggire ha più o meno sedici anni, e si chiama Alex… Penso proprio che sia tua figlia.

.

.

Video:

Momenti salienti (versione originale)

Riassunto a suon di musica

Il flashback di Hurley (versione originale)

Quattro uomini e un pullmino (versione originale)

Hurley in musica

Pimp my van (versione originale)

Il ritorno degli eroi 

Vittoria o morte! (versione originale)

Cose da uomini

 

In memoria di Tricia Tanaka (versione originale)

. 

Lascia un commento! (evitando gli spoiler)

 


<<< Vai a Lost 3×09 

>>> Vai a Lost e il futuro


 

 

.

Annunci

Azioni

Information

9 responses

18 02 2008
uomoseppia

Ottimo riassunto…come sempre!

Attendo il ripartire della Lost Experience, più o meno sai dirmi quando?

18 02 2008
alteraego

Conto di proporre una tappa entro fine settimana

20 02 2008
LostBaby

Grande Alter!!Randy alla fabbrica dove lavorava Jhon proprio non me lo ricordavo..
P.S:come era carino Hurley da piccolo!!

21 02 2008
alteraego

E soprattutto, com’era magro! 😆

Prossimi appuntamenti sul blog: Missing Pieces #1, The Lost Experience #45, Lost 3×11

21 02 2008
SERY

La Rousseau!….chi nn muore si rivede! Quando si tratta di spedizioni nell’isola, lei nn manca mai!! Parafrasando il tatuaggio di Jack al contrario: “nn cammina tra di noi…ma è una di noi”. 🙂

23 02 2008
Greg

Hurley: Coso, quella birra è rimasta lì almeno da Rocky III. Forse addirittura II, ormai sarà veleno!
Sawyer: A skeletor piace… Cin, cin!

Sawyer: Mi dispiace.
Jin: Mi dispiace.
Sawyer: Bene, bravo… continua, forza.
Jin: Tu avevi ragione.
Sawyer: Ok, e sono due. Sorprendimi.
Jin: Quei pantaloni non ti fanno sembrare più grassa.
Sawyer: Ora ci sei! Le tre cose che una donna vuole sentire.

Sawyer è un grande !!!

23 05 2013
http://synaptol.webs.com/

You really make it appear so easy along with your presentation however I find this
matter to be actually one thing which I believe I would never understand.
It seems too complicated and very huge for me.

I’m having a look forward for your subsequent publish, I’ll try to get the grasp of it!

3 06 2014
wiki mileys money method

This website truly has all of the information I wanted concerning this subject and didn’t know who to ask.

8 10 2014
Lita H. Gobler

I’m really enjoying the design and layout of your blog. It’s a very easy on the
eyes which makes it much more enjoyable for me to come here and visit more often.
Did you hire out a designer to create your theme? Excellent work!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: